2.9.15

Questa settimana ho letto che...


Ho letto che secondo Mourinho "Quando era al Chelsea, De Bruyne piangeva tutti i giorni chiedendo di andarsene." Ora ci pensa la difesa del Chelsea a farlo ridere.

Ho letto che sabato Mourinho ha festeggiato le 100 panchine a Stamford Bridge. Anche noi.

Ho letto che il diciannovenne Anthony Martial è passato allo United per 50 milioni. Sterling e De Bruyne erano in saldo.

Ho letto che quando Rooney ha saputo dell'arrivo di Martial ha chiesto "Chi è?". Anche lui non l'ha trovato su Wikipedia.

Ho letto che lo United ha consegnato con 2 minuti di ritardo i documenti per la cessione di De Gea al Real, perdendo una trentina di milioni. Non tutto dura 3 minuti e 20 secondi in più.

Ho letto che per Buffon il City non sarà un grande club fino a quando non vincerà la Champions. Poi ho letto la classifica del campionato italiano.


1.9.15

Big Ben ha detto stop



Il calcio mercato si è chiuso, KDB è stato presentato e le ultime operazioni in uscita si sono concluse. Dopo la cessione a titolo definitivo di Rony Lopes ci lasciano, anche se solo in prestito, Jason Denayer, Jose Angel Pozo  e Chidibiere Nwakali.
Denayer giocherà per un anno in Turchia nel Galatasaray e tornerà verosimilmente la prossima stagione quando scadrà il contratto di Demichelis.


Pozo e Nwakali si trasferiscono provvisoriamente in Spagna, rispettivamente all'Almeria e al Girona
A tutti auguriamo una grande stagione.

31.8.15

Punteggio pieno




"Il Manchester City è orgoglioso di annunciare che Kevin De Bruyne ha firmato con il club un contratto di sei anni". Telenovela finita: Kevin De Bruyne è finalmente e ufficialmente un giocatore del Manchester City. Lo ha comunicato la società ieri con il tweet che avete appena letto. Confermate più o meno le cifre che trapelavano nei giorni scorsi, al Wolfsburg andranno 74 milioni di euro circa (alcuni giornali dicono 76) più 6 milioni ulteriori di bonus. Il City ha fatto firmare al ragazzo un contratto di 6 anni e 14 milioni di euro a stagione. Queste le sue prima parole ai giornalisti: "Spero di esprimere il miglior livello possibile. La cosa più importante è che a fine stagione possiamo festeggiare qualche titolo". A quanto pare si tratta del sesto acquisto più costoso di tutti i tempi, e il giovane Kevin è in buona compagnia, in questa impegnativa classifica che ai primi posti vede gente come Cristiano Ronaldo, Bale, Neymar, Suarez, Rodriguez, e il nostro KDB davanti a di Di Maria e Zidane. In bocca al lupo.




Mentre la società conclude le ultime operazioni di calciomercato la squadra continua a vincere e a convincere. Sabato a Etihad altra buona vittoria e rete inviolata. La partita, in equilibrio nel primo tempo, è stata sbloccata nella ripresa dal primo gol blue di Raheem Sterling e chiusa dal raddoppio di Fernandinho su assist di David Silva, autore di un'altra grandissima prova. Speriamo continui così. Intanto i nostri amici Van Gaal e Rodgers perdono e si allontanano dalla vetta mentre il Crystal Palace, nostro principale sfidante in chiave Premier, si libera facilmente del Chelsea e ci tallona da vicino a soli 3 punti. 


28.8.15

Abbiamo preso Junior!




"Credo che Marco abbia bisogno di giocare con maggiore continuità. E' un buon giocatore e sono sicuro che in futuro avrà il suo ruolo nel club, ma per quest'anno deve continuare a giocare più che può a calcio. Qui c'è una grande concorrenza, con David Silva e Samir Nasri, quindi è meglio per lui essere ceduto in prestito."

Mezzora dopo che Pellegrini aveva rilasciato queste dichiarazioni a proposito del futuro di Marco Lopes, è arrivata l'ufficialità della cessione, a titolo definitvo, del giocatore al Monaco per 8 milioni di sterline. Il ragazzo ha firmato un contratto di 5 anni. Questi sono alcuni titoli trovati in rete: "Man City sell Marco Lopes 30 minutes after Manuel Pellegrini told reporters he was going on loan"; "Man City manager Manuel Pellegrini confused about Lopes Monaco deal".

Mi fermo qui. In bocca al lupo ovviamente al giovane Marco Lopes.



Viaggio in Italia




Si è svolto ieri il sorteggio Champions per la fase a gironi, che inizierà il 15 settembre. Come tutti sapete abbiamo pescato la Juventus finalista dell'ultima edizione, il Siviglia campione di Europa League, e il Borussia Mönchengladbach, la cui pronuncia spero sia l'ostacolo più difficile per la qualificazione agli ottavi. Non è un girone semplice e non credo ne esistano in Champions, ma mi aspetto una prova di maturità da parte dei nostri e una qualificazione senza troppi patemi, probabilmente più a spese degli spagnoli che della Juve. E non sarebbe male magari ottenere un primo posto, tutto sommato.

GRUPPO D

 

Juventus (Italia)
Manchester City (Inghilterra)
Siviglia (Spagna)
Borussia Mönchengladbach (Germania)

15 settembre 2015 Manchester City - Juventus
15 settembre 2015 Siviglia - Borussia Mönchengladbach
30 settembre 2015 Borussia Mönchengladbach - Manchester City
30 settembre 2015 Juventus - Siviglia
21 ottobre 2015 Juventus - Borussia Mönchengladbach
21 ottobre 2015  Manchester City - Siviglia
3 novembre 2015 Borussia Mönchengladbach - Juventus
3 novembre 2015 Siviglia - Manchester City
25 novembre 2015 Juventus - Manchester City
25 novembre 2015 Borussia Mönchengladbach - Siviglia
8 dicembre 2015 Manchester City - Borussia Mönchengladbach
8 dicembre 2015 Siviglia - Juventus




27.8.15

Aggiudicato!




A quanto pare non era uno scherzo: secondo i media inglesi e tedeschi (la Bild in particolare) il City avrebbe trovato finalmente l'accordo con il Wolfsburg per il trasferimento di De Bruyne a Manchester. Dopo un'asta durata mesi (non si bene con chi, a questo punto) G&P sono arrivati ad offrire 74 milioni di euro più 6 di bonus, per un totale di circa 80 milioni di euro. Dopo la vicenda Sterling direi che le modalità e gli approcci sono chiari: rialzo finchè non cedi per sfinimento. Inutile riportare le cifre sull'ingaggio, perchè si leggono le follie più disparate, con articoli che parlano di 20 milioni di euro netti all'anno. Credo che non sia possibile ma non mi stupisco più di nulla. Attendiamo. 



26.8.15

Le follie dell'imperatore



Si complica la trattativa che avrebbe dovuto portare Kevin De Bruyne a Manchester, sponda City. Le voci e le indiscrezioni si sono susseguite nei giorni scorsi lasciando intendere che il giocatore fosse in Inghilterra per le visite mediche e che l'affare sarebbe stato ufficializzato tra lunedi e martedi appena trascorsi.

A quanto pare non solo il giocatore non si è mai mosso dalla Germania, ma starebbe ritardando il momento della decisione definitiva nella speranza di potersi accasare al Bayern Monaco, altro attore interessato alla vicenda ma con l'obiettivo di bloccare il talento belga ora per portarlo a Monaco nel 2016. Parallelamente a questi fatti è stato scritto di un inserimento nella trattaiva dei cugini dello United, ma probabilmente si trattatava più di una voce messa in giro ad arte per ottenere qualche click in più piuttosto che di qualcosa di fondato. 

Quello che sembra attendibile e che viene riportato praticamente da tutte le testate sportive in quest'ultima ora è che il PSG avrebbe presentato un'offerta shock al Wolfsburg di 80 milioni di euro per convincere società e giocatore una volta per tutte. Non sappiamo se la storia sia vera o no, speriamo solo che gli sceicchi non lo abbiano scambiato per Messi.



24.8.15

Inarrestabili



Prosegue la marcia trionfale del City in Premier League. Ieri l'Everton è stato regolato con un tranquillo 2-0 a Goodison Park, campo notoriamente ostico per noi in particolare ma in generale per chiunque capiti da quelle parti. Da lustrarsi gli occhi il secondo gol di Samir Nasri entrato da poco al posto di Sterling, autore dell'assist per il primo gol di Kolarov che ha sbloccato la partita.

La squadra gira alla grande, Navas e Kolarov sono in stato di grazia, Sterling si è ambientato alla grande e pur senza segnare regala ai compagni giocate preziose e decisive, Silva spadroneggia in mezzo al campo mentre Tourè e Fernandinho svolgono la normale amministrazione, anche se sul triangolo con Nasri in occasione del secondo gol sembra di vedere giocare Messi e Iniesta. Inutile dire, da buon sostenitore del "primo non prenderle" che sono particolarmente soddisfatto e anche un pizzico sorpreso dei zero gol incassati nelle prime tre sfide. Non era semplice e non è da Pellegrini. Segno che la squadra sta maturando e che certi meccanismi stanno funzionando bene. Non servono goleade per vincere, se non riescono a farti gol. A questo punto la fiducia del gruppo è alta e le aspettative crescono, anche perchè lo United ha pareggiato e siamo già soli in testa. Abbiamo iniziato da poco, resto dell'idea che i cugini di campagna e i mourigni siano messi meglio e che sarà dura continuare così, ma ora godiamoci il nostro momento.

Sul fronte mercato i giornali danno per concluso l'affare De Bruyne, probabile l'ufficialità dell'operazione già nella giornata di domani. Ai tedeschi del Wolfsburg andrebbero circa 70 milioni di euro e per il giocatore si parla di un ingaggio da 14 milioni di euro a stagione. Nonostante lo stato avanzato della trattativa il direttore sportivo del club tedesco,  Klaus Allofs, non ha perso le speranze di trattenere il suo gioiello: “E’ difficile per un giocatore così giovane sopportare tutta questa pressione, noi vogliamo tenerlo. Sono relativamente ottimista, c’è una piccola possibilità di riuscire a convincerlo, faremo di tutto”.





 

20.8.15

Ufficiale




Nicolas Otamendi è un giocatore del City. La società ha ufficializzato l'acquisto con un tweet. Il centrale argentino, con i 45 milioni di euro circa sborsati dalla società, diventa così il terzo difensore più pagato nella stora del calcio, dopo David Luiz e Rio Ferdinand, anche se i media spagnoli riportano cifre intorno ai 40 milioni. Ovviamente la gazza non si lascia sfuggire l'occasione per titolare un ipocrita "City, follia Otamendi", come se i 30 milioni sborsati dal Milan per assicurarsi le prestazioni di Alessio Romagnoli fossero una roba da sani di mente.

In ogni caso, per una volta non starò qui a criticare l'operato di Gianni e Pinotto (per fortuna ero in vacanza quando hanno regalato Dzeko alla Roma). Ci sono diverse ragioni sensate per giustificare questo acquisto. Otamendi è un giocatore di grande affidabilità, che gioca ad alto livello da un po' (lo scorso anno probabilmente il miglior difensore della Liga) e che ricopre un ruolo di primo piano anche nella nazionale argentina. A quanto sembra il Valencia aveva grossi problemi di liquidità e aveva fatto capire al City che difficilmente sarebbe riuscita a pagare i 30 milioni che ancora ci doveva per Negredo (questo si, un grande colpo in uscita, per una volta). Quindi di fatto l'affare Otamendi potrebbe essere stato un modo per aggirare il problema ed evitare uno scontro legale con la società spagnola.

Il prezzo è lunare, è vero, ma se ci guardiamo intorno è evidente la penuria di difensori centrali di primo piano e il loro conseguente costo spropositato. In quest'ottica i 45 milioni sborsati per il nostro nuovo acquisto appaiono se non giustificati, almeno un pò più comprensibili, al contrario delle precedenti operazioni folli (quelle si) di cui abbiamo già parlato. Detto questo, secondo me un centrale titolare da affiancare al capitano serviva come il pane, e Otamendi potrebbe essere l'uomo giusto. Sono fiducioso.

Queste le sue prima parole: «Sono qui per dare il massimo - ha detto Otamendi - per combattere in ogni partita e portare il City più in alto possibile. Il mio sogno è vincere tanti trofei qui».

Intanto benvenuto Nicolas!