31.7.14

Uno Jo-Jo per l'estate




Le amichevoli della preparazione estiva ci stanno regalando uno Jovetic in splendida forma, e questo non può che essere una buona notizia per chi, come me, ha sempre creduto nel valore del gioiello montenegrino. Anche ieri, nella partita pareggiata 2-2 contro il Liverpool e persa poi ai rigori, Jo-Jo ha siglato una doppietta, ripetendo la performance già fatta registrare qualche giorno fa contro il Milan. Speriamo che la stagione che sta per iniziare gli risparmi i fastidi e gli infortuni che ne hanno caratterizzato il primo anno al City.

Nella calma piatta pallonara di questo mese c'è da registrare l'intervista di Yaya Tourè, il quale ha dichiarato al Guardian: "Resterò al Manchester City il più a lungo possibile. Mi sento bene e sono felice di essere di nuovo in campo dopo un'estate difficile. Adesso sono davvero felice di rivedere il mister e la squadra".
Non so bene se esultare o essere deluso...



26.7.14

Away Kit 2014/15: atti osceni in luogo pubblico!


Il nostro amato club ha svelato oggi la seconda maglia griffata Nike per la stagione 2014/15. Ho visto che alcuni ragazzi hanno già messo i loro commenti nel post precedente ed io, pur sottolineando di non voler mancare di rispetto ai gusti del nostro Lloyd, assecondo le parole degli altri: forse la maglia più brutta degli ultimi anni! E' solo il mio parere personale, anzi invito tutti coloro che volessero esprimersi ad aprire il dibattito. Condivido la nostalgia per la Umbro anche se trovo molto bella la maglia home. 


Dai rumours che sono circolati in queste settimane anche la maglia per la Champions non sembra indimenticabile…non ci resta che aspettare. Vi abbraccio!




25.7.14

Home Kit 2014/15: che dite?


Personalmente la trovo bellissima, meglio di quella dello scorso anno. Attendo commenti da parte vostra!



Sporting Kansas City 1-4 City


La preparazione della squadra prosegue negli Stati Uniti dove, nella prima partita del tour, i ragazzi hanno comodamente battuto lo Sporting Kansas City (4-1) con reti di Bruno Zuculini (2), Dedrick Boyata (45), Aleksandar Kolarov (72) e Kelechi Iheanacho (88) mostrando progressi dal punto di vista della crescita fisica rispetto alle prime due uscite.

Manuel Pellegrini è rimasto favorevolmente impressionato da due baldi giovani: Bruno Zuculini e Kelechi Iheanacho. L'argentino sta attendendo la ratifica da parte della Premier League del suo contratto e probabilmente andrà in prestito ma nel frattempo si è dimostrato giocatore dalle buone potenzialità. Il suo goal contro gli americani è stato bello e l'argentino è apparso pieno di energia ed aggressività, dando alla sua presenza al centro del campo un significato positivo. Pare si stia ambientando molto bene nel gruppo.

Il giovane attaccante nigeriano invece si è guardagnato parole di stima da parte del manager campione d'Inghilterra: il baby è stato una costante minaccia per gli avversari al centro dell'attacco e ha giocato con ottima confidenza. Il timbro è arrivato su cross di Jesus Navas con grande facilità a due minuti dal termine.

Mentre il club cerca di definire finalmente l'acquisto di Eliaquim Mangala (che un giorno sembra fatto ed il giorno dopo presenta "complicazioni" non meglio definite), MP si guarda intorno ma non pare stia trovando rassicurazioni da parte degli altri giocatori: i quattro difensori schierati contro lo SKC (Richards, Boyata, Rekik, Kolarov) non sono sembrati un pacchetto insuperabile ma è ancora presto per tutti. L'Ingeniero ha però dato un paio di minuti di gloria, nella partita dell'altra sera, a Jason Denayer: difensore centrale belga, proveniente dall'Anderlecht e girato la scorsa stagione alla nostra EDS, parso subito a suo agio negli allenamenti della prima squadra.

Il neo acquisto Fernando si sta segnalando positivamente per il suo ruolo di centrocampista di rottura e questo permette di immaginare soluzioni di vario genere a centrocampo, reparto che potrebbe vedere la partenza di Javi Garcia verso il Benfica.

Il prossimo incontro amichevole sarà contro il Milan domenica ore 16 ora americana. Anche la scorsa estate giocammo contro i rossoneri e fu una mezza mattanza: 5-3 finale con un 5-0 dei blues dopo 35 minuti.


23.7.14

Lezione di civiltà




Non si trattava di una partita di Champions e non c'erano in ballo punti o trofei, d'accordo, ma l'episodio è degno comunque di essere riportato, anche perchè nasce in un mondo dove l'omertà e la legge dello spettacolo la fanno da padroni incontrastati a dispetto di qualunque sciagura. The show must go on, avrebbe detto qualcuno, ma non al City.

Ieri, durante un'amichevole della nostra Under 21 contro i ragazzi del Rijeka, in Croazia, il tecnico delle giovanili, Patrick Vieira, ha ritirato la squadra dal campo al termine del primo tempo per delle offese razziste all'indirizzo del diciannovenne centrocampista francese Seko Fofana. A quanto pare gli insulti sarebbero arrivati da un avversario in campo. La società inglese ha denunciato l'accaduto alla Federcalcio Croata ed ha comunicato sul sito ufficiale la notizia con queste parole: "A seguito dell'episodio in questione, avvenuto alla fine del primo tempo sul campo di Novigrad, in Croazia, i vertici del City hanno deciso di far uscire i giocatori dal campo e annullare la gara".

Nulla di più di una goccia nel mare del razzismo, chiaro, ma forse una lezione importante per tutti i ragazzi che vivono in un mondo i cui valori fondamentali di lealtà, correttezza e sportività vengono spesso dimenticati.