14.5.16

Swansea vs Manchester City


 
Swansea v Manchester City
Barclays Premier League Matchday 38
Data: 15.05.2016
Ora: 16.00
Stadio: Liberty Stadium
Arbitro: Mike Dean
 
Swansea (4-3-3): Nordfeldt; Laughton, Amat, Fernandez, Kingsley; Fer, Cork, Sung-yueng; Barrow, Ayew, Rojtledg. All.: Guidolin

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas, Touré, De Bruyne; Aguero. All.: Pellegrini
- See more at: http://www.sportnotizie24.it/news/premier-league/63729/probabili-formazioni-swansea-manchester-city-38a-giornata-di-premier-league-15-maggio-2016#sthash.Wt9Lc9rc.dpuf
Swansea (4-3-3): Nordfeldt; Laughton, Amat, Fernandez, Kingsley; Fer, Cork, Sung-yueng; Barrow, Ayew, Rojtledg. All.: Guidolin
Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas, Touré, De Bruyne; Aguero. All.: Pellegrini



Swansea (4-3-3): Nordfeldt; Laughton, Amat, Fernandez, Kingsley; Fer, Cork, Sung-yueng; Barrow, Ayew, Rojtledg. All.: Guidolin

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas, Touré, De Bruyne; Aguero. All.: Pellegrini
- See more at: http://www.sportnotizie24.it/news/premier-league/63729/probabili-formazioni-swansea-manchester-city-38a-giornata-di-premier-league-15-maggio-2016#sthash.Wt9Lc9rc.dpuf
 

6.5.16

City vs Arsenal



Manchester City v Arsenal
Barclays Premier League Matchday 37
Data: 08.05.2016
Ora: 17.00
Stadio: Etihad
Arbitro: Anthony Taylor
 
 
 

5.5.16

Staccate la spina




L'agonia non è ancora terminata, ma quasi. Comunque vada in campionato, la cosa positiva è che questo strazio è ai titoli di coda, così come terminate sono le carriere al City di molti giocatori dell'attuale rosa, visto che Guardiola probabilmente porterà diversi cambiamenti, se non una vera e propria rivoluzione.

Ieri la squadra è stata schierata per arrivare ai rigori, ha subito il gol del vantaggio del Real in maniera abbastanza casuale perchè il Real sta messo peggio di noi, e ha continuato a giocare come se dovesse arrivare ai rigori. Non un cambio di marcia, non un tentativo di dare una scossa, nemmeno la finta di scambiare il trequartista di sinistra con quello di destra, così, tanto per fare finta che abbiamo un allenatore. 

Ha ragione Setteblu, le squadre vincenti partono dalla società, ma questo non toglie che un allenatore possa cambiare una squadra, trasmetterle uno spirito vincente, ESSERE DECISIVO. Simeone ha plasmato il suo gruppo, gli ha trasmesso la sua grinta, la sua rabbia, la sua furbizia ai limiti dell'anticalcio. Può piacere e può non piacere, non discuto, ma l'Atletico ha un'anima, ti costringe a giocare alla sua maniera e se vuoi batterlo devi passare sul suo cadavere. Ed è lì da tre anni a lottare contro due giganti del calcio moderno, quali sono il Barcelona di Messi e il Real Madrid di Cristiano Ronaldo.

Noi ci giochiamo il quarto posto in campionato a TREDICI punti dal Leicester. Senza nulla togliere a mister Ranieri al quale vanno i nostri sinceri complimenti. La partita di ieri è la dimostrazione pratica di come possa giocare una squadra di figurine assemblate a casaccio contro un'altra squadra di figurine assemblate a casaccio. I rispettivi allenatori avrebbero potuto giocarsela così, figurina dopo figurina, come facevamo a scuola 30 anni fa.

Avrebbe comunque vinto il Real perchè tra le sue figurine ne ha un paio davvero rare, se non irripetibili. Noi invece abbiamo Tourè. Grazie Yaya, sinceramente e senza polemica, per tutto quello che hai fatto per la squadra e per le tante gioie che ci hai regalato, ma non roviniamo tutto così. Prendiamo una decisione: lasciamoci col ricordo delle tue punizioni magistrali e le tue sgroppate devastanti, piuttosto che con i capricci con la società o le prestazioni come quella di ieri, che fanno ridere perfino Cravero.

Capite? Cravero! Il calcio di punizione di De Bruyne all'84 minuto se lo batti a quel modo al calcetto del giovedi sera gli amici ti sputano in un occhio, e ce lo deve dire Cravero? Ma vi immaginate Simeone o Conte dopo una punizione del genere al minuto 84 di una semifinale di Champions League in cui sei sotto di un gol? No, meglio non immaginarli...

"Sono stati molto fortunati loro e molto sfortunati noi: hanno trovato la rete e noi no". Questa è l'analisi del nostro allenatore dopo la sfida di ieri. Ora purtroppo dobbiamo giocarci ancora due partite decisive in campionato, perchè potremmo arrivare terzi ma potremmo perfino non giocare la Champions. Speriamo di avere fortuna.



4.5.16

Ci siamo!



"Giocherò contro il City, sicuro" C.R. (nel caso qualcuno se le stesse chiedendo)



29.4.16

Southampton vs Manchester City



Southampton v Manchester City
Barclays Premier League Matchday 36
Data: 01.05.2016
Ora: 17.30
Stadio: St. Mary's Stadium
Arbitro: Andre Marriner
 
Southampton (4-2-3-1): Forster; Soares, Fonte, van Dijk, Bertrand; Romeu, Wanyama; Davis, Rodriguez, Tadic; Long
Manchester City (4-4-2): Hart; Zabaleta, Otamendi, Mangala, Kolarov; Navas, Fernando, Touré, Silva; Iheanacho, Agüero




 
 
 

28.4.16

THIS IS THE MOMENT!


di Mauro Guidotti

Adesso ci siamo. Il City nei 90 minuti di Madrid, si gioca l'accesso alla finale di Champions dopo lo scialbo pareggio ottenuto in quel di Manchester. La partita oltre che noiosa è stata atipica poiché le due squadre, profondamente abituate ad attaccare, si sono costantemente difese evitando in tutti i modi di subire un fatal-goal. Qualche occasione, seppur sporadica e confusionaria, non ha rotto un equilibrio che al triplice fischio "premia" più il City che il Real.

Ecco i motivi per cui i nostri ragazzi potrebbero farcela:

1: Lo 0-0 è frutto di un piano tattico ben dettagliato e di una strategia da compiere nei 180 minuti complessivi. Questo risultato non ti da ma non ti preclude nulla. Il Real ha un solo risultato utile, e dovrà attaccare se vorrà conquistare la 14esima finale della sua storia. Sicuramente si apriranno dei varchi difensivi da poter ampiamente sfruttare.
2: Il City nelle uscite europee ha dimostrato di essere quasi sempre pronto e mentalmente più sereno nel gestire i match. Se in casa i risultati sono stati positivi ma non ampiamente convincenti, fuori casa la musica è sempre stata diversa. Le vittorie a Siviglia, Möncheglabach e Kiev, oltre all'ottimo 2-2 di Parigi, presagiscono un atteggiamento molto più sbarazzino mercoledì sera al Bernabeu.
3: La voglia. Molti dei nostri giocatori sono al capolinea dell'esperienza da "Citizens" e vogliono chiudere in bellezza. Pellegrini vuole fare male sia a chi non credette in lui nonostante i 94 punti ottenuti nella Liga 2009/2010, sia a chi lo ha "scaricato" già a febbraio, scrivendo indelebilmente il proprio nome nella storia del club di Manchester.

Variabili. In matematica, come nella vita, cambiano sempre gli equilibri di una situazione o di un percorso. Se questa variabile si chiama CR7, allora i 3 punti precedentemente descritti potrebbero cadere in un amen. Il portoghese pare sia recuperato, grazie anche all'uso di una tecnica riabilitativa che prevede l'utilizzo delle staminali. Staremo a vedere.

Indipendentemente da chi scenderà in campo, si è di fronte ad un'opportunità storica e bisogna davvero mettercela tutta.

Si può fare! Pride in battle!


26.4.16

Road to Milan



"Nel calcio tutto è complicato dalla presenza della squadra avversaria."

Jean-Paul Sartre


22.4.16

City vs Stoke



Manchester City v Stoke City
Barclays Premier League Matchday 35
Data: 23.04.2016
Ora: 13.45
Stadio: Etihad
Arbitro: Andre Marriner

Manchester City (4-4-2): Hart; Zabaleta, Otamendi, Kompany, Kolarov; Nasri, Fernandinho, Delph, Sterling; Bony, Aguero. All.: Pellegrini.
Stoke City (4-1-4-1): Haugaard; Cameron, Shawcross, Wollscheid, Muniesa; Whelan; Imbula, Shaqiri, Afellay, Arnautovic; Bojan. All.: Hughes.




20.4.16

KUN S.S.L.



di Alessandro Gargiulo

Rafa Benitez, nel prepartita, ha dichiarato che il City sarebbe stato un avversario abbordabile in quanto distratto dagli impegni europei.
Io credo che fosse sí distratto, ma sopratutto dall'atteggiamento del nostro amatissimo allenatore, che ha pensato, alla vigilia di un'importante sequela di partite, di "stemperare" la tensione annunciando che la Premier è stata persa per via dell' annuncio anticipato di Pep Guardiola.
Condivisibile o meno, in tutta onestá non riesco a capacitarmi delle motivazioni alla base di certe dichiarazioni. Si ha forse bisogno di giustificare il pessimo lavoro svolto sino ad oggi? Qual era l'esigenza di tirare fuori un argomento, che certamente ha pesato sulla dinamiche di spogliatoio, ma che sembrava finalmente esser stato superato?

La partita è stata piuttosto mediocre, i nostri avversari hanno giocato circa a pari livello con noi, ed il pareggio è stato il risultato piú giusto.

Ma l'articolo di quest'oggi in realtá è dedicato al nostro amatissimo KUN AGUERO S.S.L. che ha segnato il goal numero 100 in Premier League, entrando in una cerchia di eletti comprendente giocatori del calibro di Henry, Wright, Fowler o Shearer!

Personalmente apprezzo tantissimo Sergio, vorrei che tutti i giocatori della rosa fossero seri e immersi nel progetto come lui.
La brutta notizia è che resterá solo altri due anni in squadra, sará certamente molto dura sostituirlo. Per ora tutto ció che possiamo fare è goderci un grandissimo del calcio moderno!

Chi, secondo voi nel panorama attuale potrebbe degnamente prenderne il posto?
A me piace moltissimo Kane!

Un saluto amici Citizens!