25.11.08

AMARCORD

Non è la prima volta che incontriamo lo Schalke 04 a livello europeo. La grande campagna del City nella Coppa delle Coppe 1969/70 portò a Maine Road alcune squadre decisamente affascinanti anche se la notte più scintillante della nostra storia europea resta proprio quella contro lo Schalke 04 nel lontano ormai 15 aprile 1970, semifinale di ritorno di Coppa delle Coppe (5-1). Quello Schalke, che provò tra l'altro a soffiarci Bert Trautmann, era una squadra formidabile e nella partita d'andata, nonostante un lungo predominio dei blues, vinse 1-0 a Gelsenkirchen. Quella notte in Germania, l'inesperto Derek Jeffries venne provato da Joe Mercer in difesa, giocando una partita splendida mentre Joe Corrigan giocò una delle sue migliori partite della sua prima stagione completa al Maine Road, pur non potendo nulla per salvare il meraviglioso gol vittoria di Libuda al minuto 77. Il City creò varie occasioni con i soliti Colin Bell, Neil Young e Francis Lee ma dovette arrendersi. Prima della partita di ritorno la squadra dovette affrontare un mini tour de force con ben tre partite di campionato in cinque giorni: sconfitta il 4 aprile 1970 in casa contro il Sunderland a causa di una rete del futuro blue Dennis Tueart (0-1), nuova sconfitta sempre per 0-1 a casa del Crystal Palace due giorni dopo e pareggio 0-0 al The Dell di Southampton contro i Saints bisognosi proprio di un punticino per salvare la pelle. L'andamento negativo in questo scorcio di campionato non incrinò minimamente la fiducia dei blues, consapevoli di poter battere i tedeschi nel ritorno e di poter volare a Vienna per la finale! Avevano ragione loro: i ragazzi dominarono in lungo ed in largo la partita. Al nono minuto Mike blue blood Doyle aprì le danze e dopo cinque soli minuti Neil Young controllando magnificamente il pallone segnò il suo primo gol dall'incontro di FA Cup contro l'Hull di gennaio. Al minuto 27 Young realizzò la sua doppietta firmando di fatto il trionfo del City ed il passaggio alla finalissima! Francis Lee si aggregò alla festa del gol, siglando il 4-0 al minuto 52 e Colin Bell completò la cinquina. Libuda segnò il gol della bandiera per i tedeschi che quasi mai impensierirono il nostro portierone Corrigan, in campo nonostante il naso rotto! Una notte memorabile, preludio del trionfo di Vienna, contro il Gornik Zabrze....

Nessun commento: