1.12.08

EPL 15 - CITY 0-1 UNITED


E' andata male: il derby numero 150 va agli insopportabili diavoli rossi della periferia di Manchester (0-1) e precisamente della ridente zona di Salford. A differenza della scorsa stagione non abbiamo avuto né la capacità né la fortuna di salvaguardare l'onore della città permettendo a questi boriosi forestieri di fare il sacco a casa nostra e di portarsi via i tre punti. Mi tocca dire però che il risultato è meritato e che il City non ha quasi mai dato l'impressione di poter segnare durante questo derby. Il primo tempo è stato un monologo assoluto degli uomini di Sir Mastrociliegia: lo United ha dimostrato una grande esperienza, un grande equilibrio tattico, una grande consapevolezza dei propri mezzi...in poche parole ha dimostrato di essere degno del titolo di Campione d'Europa e d'Inghilterra. Noi siamo un cantiere aperto ma per l'ennesima volta non è possibile non sottolineare che forse il Capo Cantiere non ha le idee chiarissime e che certamente gli uomini a sua disposizione non aiutano il suo lavoro. I blues non hanno nemmeno una parvenza di quella chiarezza tattica e di ruoli che sarebbe necessaria. Anche ieri ci siamo presentati con una specie di 4-5-1 ibrido, con almeno tre giocatori fuori ruolo (Richards, SWP e Vassell) e con pochissime idee in testa. Nella sua nauseante telecronaca, l'addetto stampa per lo United in Italia Nicola Roggero ha ricordato alcune centinaia di volte che Hughes aveva schierato una squadra troppo offensiva, piena di giocatori d'attacco e che il dominio dei diavoli rossi dipendeva dal nostro schieramento tattico. Forse troppo impegnato a guardare le partite dei suoi uomini ed a imparare a memoria i ventimila luoghi comuni di cui sono infarcite le telecronache di questi "giornalisti" di SKY, il simpatico cronista ha omesso di evidenziare che in realtà l'intento di Hughes era esattamente l'opposto e cioé schierare cinque giocatori a centrocampo cercando di imbottigliare le geometrie avversarie, costringendo una seconda punta - Vassell - a giocare da laterale destro con divieto di spinta, una magnifica ala destra vecchia maniera - SWP - a giostrare da interno destro limitandone al massimo le incursioni ed un funambolo brasiliano - Robinho - a muoversi lungo l'out sinistro ad un centinaio di metri di distanza di Benjani, unica punta. Vi sembra uno schieramento offensivo, questo? Forse le caratteristiche dei giocatori lo erano ma non certamente le disposizioni tattiche assegnate loro. Abbiamo corso a vuoto per vari motivi ed il più importante dei quali secondo me è questo: questo schieramento non viene interpretato bene perché molti giocatori non sono a proprio agio nel ruolo e perché troppi non sono all'altezza come qualità. Cioé: la squadra è stata costruita malissimo. La dimostrazione di quanto scritto sta nelle ripresa: fuori un impresentabile Vassell ed uno stanchissimo Hamann e dentro Zabaleta ed Elano! Forse queste sostituzioni hanno bilanciato l'aspetto troppo offensivo della squadra??? Naturalmente no ma ciò ha permesso di mettere Zabaleta nel suo ruolo, spostare Richards in mezzo, riportare l'imprescindibile Kompany a centrocampo, più vigoroso ed influente di Didi Hamann data l'età, consegnare al fenomenale SWP la sua fascia, mettere Elano largo a sinistra e spostare Robinho più avanti. Certamente non abbiamo creato chissà quali occasioni ma almeno abbiamo dato l'idea di essere un pochino più logici. E questo è l'altro punto: a me piacerebbe pensare che tutta la colpa di questo caos sia di Hughes! Basterebbe mandarlo via, ingaggiare un allenatore più logico e meno cervellotico e schierare una squadra "semplice". Temo non sia questo il problema: con questa rosa a disposizione, senza Martin Petrov per giunta, è molto difficile anche solo pensare a come schierare decentemente i giocatori, coprendo bene le zone del campo e disponendo i calciatori in modo tale da farli rendere al meglio! Ieri in panchina non c'erano giocatori tali da modellare l'undici in modo chiaro e tatticamente coerente! Abbiamo tantissimi giocatori, anche pieni di talento, la cui collocazione tattica è difficile da trovare: per esempio Elano...qual è il suo ruolo ideale? Forse fantasista dietro una punta? Forse dietro due? Al di là delle qualità tecniche, può servire dove è stato schierato ieri? Credo di no. Poi: è possibile che Robinho non possa giocare da seconda punta e debba sfiancarsi a centrocampo? Lo stesso bravissimo Ireland è un grande incursore ma può essere l'unico centrocampista di qualità di un 4-4-2 tipo Juninho del Lione? Credo di no. Apprezzo i giocatori intercambiabili tipo Richards e Kompany ma in una squadra in costruzione preferirei vedere un'ossatura ben chiara. Poi c'è il problema della qualità: nel confronto con i diavoli rossi la nostra modestia è emersa in modo lampante. Quanti giocatori potrebbero davvero far parte di un City di grandissimo livello? Per me solo questi: Richards, Kompany, SWP, Robinho, Petrov. Da rivedere naturalmente Zabaleta e Jo. Punto. Magari sarò esagerato ma non ne vedo altri.
Dopo un primo tempo dominato, il Salford United ha siglato il gol della vittoria al minuto 42 al termine di un'azione quanto mai confusa: non sono serviti vari tentativi della difesa di ribattere la spinta arrembante dei diavoli rossi e quando Carrick ha trovato lo spiraglio per tirare in porta, Hart non ha bloccato consegnando la palla a Shrek Rooney, puntuale nel segnare il suo 100° gol dopo aver parlato male di noi in settimana. [Ormai è una regola: un giocatore si presenta in sala stampa il mercoledì, ci sputtana per benino per dieci minuti e poi viene a segnare e/o a vincere la domenica. Ma arriverà il momento in cui metteremo a tacere tutti questi idioti...]

Purtroppo nel secondo tempo, pur spingendo di più e meglio, non siamo riusciti ad essere veramente pericolosi. Certo che ci abbiamo sperato al minuto 68 quando l'arbitro, già sin troppo buono in precedenza, ha cacciato quel feomenale pagliaccio di Cristiano Ronaldo per "muro" pallavolistico su cross di Shrek da corner. Il "pagliaccio d'oro" di France Football, enorme giocatore ma anche enorme idiota, è uscito a capo chino giustamente fischiato dal nostro pubblico ma la sua uscita non è servita ai blues a raddrizzare il risultato: i forestieri sono riusciti abilmente ad amministrare il match portandosi via una - ahimé - meritata vittoria. L'ultimo brivido per noi lo ha dato Donkey Dunne: suo il tiro ribattuto sulla linea in coppia da Van der Sar ed Evra, con Hart nell'area avversaria. Nel contropiede conseguente, Shrek ha provato da centrocampo con un tiro perfetto ma Hart, in rincorsa con SWP, ha deviato fuori. Il risultato non è cambiato: 0-1 e game over.
PS: visto che ora abbiamo i soldi perché non fare un bell'investimento, a giugno s'intende - per Juninho Pernambucano e Benzema dell'Olympique Lionnais? Un faro a centrocampo ed una prima punta giovane fenomenale!

HART 6 - RICHARDS 5,5 - KOMPANY 6 - DUNNE sv - GARRIDO 6 - VASSELL 4 - IRELAND 5 - SWP 7 - HAMANN 5 - ROBINHO 5 - BENJANI 5 / ZABALETA 6 - ELANO 5 - STURRIDGE sv.

Man City: Hart, Richards (Sturridge 76), Kompany, Dunne, Garrido, Wright-Phillips, Ireland, Hamann (Elano 46), Vassell (Zabaleta 46), Robinho, Mwaruwari. Subs Not Used: Schmeichel, Ball, Jo, Ben-Haim.
Booked: Ireland, Vassell.
Man Utd: Van der Sar, Rafael Da Silva, Ferdinand, Vidic, Evra, Ronaldo, Carrick, Fletcher, Park (O'Shea 90), Rooney, Berbatov (Giggs 83). Subs Not Used: Foster, Anderson, Nani, Evans, Tevez.
Sent Off: Ronaldo (68).
Booked: Rafael Da Silva, Fletcher, Ronaldo, Evra, Carrick.
Goals: Rooney 42.
Att: 47,320
Ref: Howard Webb (S Yorkshire).




4 commenti:

Anonimo ha detto...

Che dire..E pensare che x questo derby ero fiducioso.C avevo anche scommesso sopra.Invece altra delusione.Quella faccia da hooligans c ha fregato ancora...Ahimè i rossi han meritato di vincere e questo non mi piace.Giocavamo in casa e dovevamo fare molto di più invece abbiamo incominciato a giocare dopo l uscita di quel pirla di portoghese(complimenti x l espulsione)..E intanto la class piange e fa paura.Ps:vi ho trovato facendo una ricerca sul man city su wikipedia. Ciao

Anonimo ha detto...

...quel pirla del portoghese non ha fatto un fallo di mano intenzionale, ma ha fermato la palla dopo aver sentito un fischi, pensando si trattasse di un fischio dell'arbitro. ingenuo si, ma non così coglione... ciao

Anonimo ha detto...

Pirla non vuol dire coglione..Ad ogni modo ha festeggiato bene il pallone d oro...Very compliment. Probab ha intrapreso male il fischio ma quelli che ha preso alla sua uscita gli ha sentiti bene.

Anonimo ha detto...

Beh ho visto un city volenteroso ma poco produttivo, un imnmenso wright-phillips e un ronadlo davvero idiota. vabbè ci rifaremo !!!!