29.12.08

EPL 20 - BLACKBURN 2-2 CITY


Finalmente è finita questa prima parte di stagione e fortunatamente è finita bene: al termine della solita brutta partita fuori casa (ma anche ad Eastlands non è che andiamo molto meglio) il City è riuscito non si sa come a strappare un punto al Blackburn ad Ewood Park (2-2), grazie ad un miracoloso recupero negli ultimi minuti del match. Benny McCarthy aveva portato avanti i Rovers sul finire del primo tempo con un preciso destro sul primo palo mentre Jason Roberts aveva praticamente consegnato i tre punti ai biancoblu con un colpo di testa a sei minuti dalla fine, gentile omaggio della catastrofica difesa del City come al solito ben rappresentata da Lardòn. Nessuno di noi poteva aspettarsi una rimonta, soprattutto da parte di una squadra così tanto priva di nerbo come la nostra, ed invece prima il subentrato Daniel Sturridge al minuto 88 e poi Robinho al 94° (su magistrale assist sempre di Sturridge) ci hanno consegnato un punto d'oro per la lotta che ci compete al momento: quella per la salvezza. Il primo gol è stato molto bello quanto casuale perché Sturridge ha sfruttato una goffa respinta di Ooijer mentre il secondo è stato un'autentica perla di classe, sia per la gestione dell'azione di Sturridge - splendido nel tenere palla e pescare Robinho con un rasoterra di sinistro - che per la finalizzazione del brasiliano, finalmente a segno con una rete decisiva.
La partita era cominciata con un lampo di classe del nostro capitano Lardòn: al secondo minuto l'indegno si era già meritata l'espulsione per aver affrontato Roberts ma il clemente Webb ha preferito lasciar perdere ed accordare soltanto la punizione. Al minuto 11 Robinho avrebbe potuto portarci avanti ma ha fallito miseramente l'occasione: Caceido - ancora titolare dopo le ultime confortanti prestazioni - ha servito una palla d'oro al brasiliano ma il nostro uomo migliore ha mancato da 8 yard la trasformazione in rete. Jason Roberts ha fatto tantissimo movimento, dando sempre un'opzione ai centrocampisti avversari in fase di avanzamento mentre la fase difensiva impostata da Sam Allardyce ha consentito di far mancare i rifornimenti ai nostri attaccanti, comunque sempre ben sorvegliati. Nel complesso la squadra ha offerto la solita prova senza carattere, senza logica tattica, senza niente. E'vero che a differenza di tante altre trasferte - leggi: Wigan, Boro, Bolton, per esempio - qualcosa in avanti siamo riusciti a creare ma è altrettanto vero che aspettiamo con ansia i nuovi acquisti per dare un filo logico a questa banda di mercenari in mutande, sperando di aggiungere un po' di esperienza, carattere e grinta per passare i prossimi sei mesi in tranquillità. Per i sogni di gloria, c'è tempo. Molto tempo.

Blackburn: Robinson, Ooijer, Samba, Nelsen, Warnock, Emerton, Kerimoglu (Mokoena 73), Andrews, Pedersen, McCarthy (Derbyshire 85), Roberts. Subs Not Used: Brown, Khizanishvili, Vogel, Treacy, Olsson.
Booked: Kerimoglu, Nelsen.
Goals: McCarthy 45, Roberts 84.
Man City:
Hart, Zabaleta, Onuoha (Richards 64), Dunne, Ball, Ireland, Kompany, Elano (Vassell 71), Wright-Phillips, Caicedo (Sturridge 71), Robinho. Subs Not Used:Schmeichel, Jo, Garrido, Fernandes.
Booked: Ireland.
Goals: Sturridge 88, Robinho 90.
Att:
25,200
Ref:
Howard Webb (S Yorkshire).

1 commento:

sarzanacity ha detto...

mamma mia ke partita !!!!!! sul goldi robinho sono esploso come non esplodevo das tempo !!!!!!