18.1.09

EPL 21 - CITY 1-0 WIGAN

Una vittoria fondamentale nella corsa alla salvezza, quella di ieri pomeriggio ad Eastlands. I blues battono il gradevolissimo Wigan Athletic grazie al primo gol in Premier League di Pablo Zabaleta al minuto 53 nonostante l'ennesimo atto sciagurato di un uomo che non vorrei mai più vedere nella nostra amata squadra, il cosiddetto capitano Richard "Lardon" Dunne. Un minuto dopo la rete del vantaggio, a mio avviso tutt'altro che meritato, questo idiota dalle proporzioni olimpiche ha pensato bene di scalciare l'egiziano Zaki sotto il naso dell'arbitro Mason. Naturalmente il direttore di gara non ha potuto esimersi dal cacciare dal campo Dunne. La squadra in dieci uomini ha arretrato in modo brutale il proprio baricentro, come in preda ad una follia collettiva alla quale ha partecipato il pubblico che in modo ingeneroso ha preso a fischiare sia l'arbitro che l'attaccante del Wigan. In realtà l'espulsione è sacrosanta. I dieci che sono rimasti in campo hanno per una volta lottato degnamente e con molta fortuna sono riusciti a portare a casa i tre punti che credo saranno fondamentali nella corsa alla tranquillità.
Il primo tempo è stato condotto per la prima parte dal nostro City, con ritmi però troppo lenti per poter creare pericoli con continuità. Dietro ha fatto il suo (buon) debutto Wayne Bridge, schierato ovviamente a sinistra insieme all'indegno Dunne, Richards ed al rientrante Nedum Onuoha, a centrocampo Zabaleta (spostato avanti di qualche metro), SWP, Kompany, Elano con Robinho ad appoggiare Daniel Sturridge. Nella prima parte Robinho si è mangiato abbastanza clamorosamente almeno due reti su passaggi di Elano ma dopo queste due estemporanee occasioni il Wigan ha preso in mano il match, forte della maggiore organizzazione tattica e del maggior ordine. Noi come sempre abbiamo dimostrato di avere giocatori di valore in squadra ma di non avere una parvenza di idea tattica di base, di ritmo, di voglia di vincere.
Nella ripresa, come un fulmine a ciel sereno è arrivato il gol di Zabaleta con un bel tiro alla sinistra del portiere Kirkland dopo un buon lavoro sulla fascia destra di Sturridge. Sembrava mettersi sul binario giusto il match fino a sessanta secondi più tardi quando l'inutile idiota che porta addirittura la fascia al braccio si è fatto cacciare in modo ignobile come detto. In dieci abbiamo tirato indietro l'asse della squadra, provando con ripartenze a quel punto improbabili data la distanza tra colui che recuperava la palla e la porta avversaria.
Note positive: vittoria importantissima per la classifica, l'idiota squalificato per tre partite, dieci giorni a disposizione per preparare un altro match di grande importanza contro il Newcastle United, dieci giorni a disposizione per comprare qualche altro calciatore....

Man City: Hart, Zabaleta, Onuoha, Dunne, Richards, Bridge, Wright-Phillips, Kompany, Elano, Robinho, Sturridge (Garrido 62). Subs Not Used: Schmeichel, Vassell, Jo, Fernandes, Caicedo, Weiss.
Sent Off:
Dunne (54).
Booked: Robinho.
Goals: Zabaleta 53.

Wigan:
Kirkland, Melchiot, Bramble (Camara 87), Scharner, Figueroa (Kapo 74), Valencia, Palacios, Cattermole, Taylor (De Ridder 58), Heskey, Zaki. Subs Not Used: Kingson, Edman, Brown, Boyce.
Booked: Cattermole, Bramble, Palacios, Kirkland.
Att: 41,262
Ref: Lee Mason (Lancashire).


3 commenti:

Cityman ha detto...

Mi hai appena dato una bellissima notizia.Quel maiale di dunne fuori x tre partite.Che vergogna avere un capitano del genere.Uno dei nostri migliori colpi di mercato sarebbe la messa fuori rosa dell indegno!Come si fa!Come si fa!Questo suino ci stava x rovinare ancora una partita.È andata bene.Una bella boccata d ossigeno.X quanto riguarda kakà..Anch io fino a quando non lo vedo con la nostra maglia non ci credo..Speriamo bene cmq.Se non è lui arriverà qlc altro campione.Ciao

CITY CLUB ITALIA ha detto...

Più che una notizia, è una prassi (almeno spero). Chi viene espulso in maniera diretta prende sempre tre giornate. Non vorranno cambiare la regola per quell'idiota!

Kuspide ha detto...

Che dire? 3 punti e 3 giornate d'oro.