8.9.10

2010/11: IL CENTROCAMPO

Passiamo ai centrocampisti: Mancini ha investito anche in questo reparto in modo significativo. Sono partiti Stephen Ireland (Aston Villa) e Craig Bellamy (in prestito al Cardiff in Championship). Considero la partenza definitiva di un prodotto dell'Academy come l'irlandese un vero peccato; purtroppo il ragazzo voleva giocare titolare ed il City non poteva garantirgli un posto sicuro. Dubito sempre delle qualità morali e della personalità di calciatori che non accettano la concorrenza ma mi dispiace ugualmente che sia partito con biglietto di sola andata. Per Bellamy il discorso è diverso ma dubito che possa mai tornare per restare e far parte di una rosa altamente competitiva; naturalmente il suo problema non riguarda le doti tecniche ma la sua adattabilità in uno spogliatoio pieno di prime donne. Ma veniamo a coloro che sono rimasti e che sono arrivati, ora!
Dal Barcelona abbiamo prelevato per una cifra vicina ai 30 milioni Yaya Toure (27), fratello di Kolo. Questo è un grandissimo centrocampista, ragazzi! Perno del Barcelona piglia-tutto del 2009, nazionale ivoriano, garantisce filtro, potenza, discreta tecnica e pure dinamismo in mezzo al campo e credo che sarà un giocatore insostituibile nello scacchiere tattico del Mancio. La sua notevole esperienza internazionale aggiungerà un quid fondamentale in una squadra che prima di tutto deve crescere mentalmente. In Spagna vestiva il 24 in onore del suo idolo Vieira...al City vestirà il 42 proprio per la presenza del francese nella nostra rosa! Il partner più logico accanto a Yaya è naturalmente l'olandesone volante Nigel de Jong (26): acquistato da Mark Hughes per 18 milioni (a sei mesi dalla scadenza del suo contratto, a gennaio 2009) il mastino orange è un'autentica diga ed ha una capacità sovrannaturale di recuperare palloni. Probabilmente è troppo falloso (ricordiamo tutti il cadeau a Xabi Alonso in finale contro la Spagna ai Mondiali...) ma è imprescindibile per mantenere equilibrio. Alcuni giornali hanno riferito di una sua possibile partenza in concomitanza dell'arrivo di Yaya ma era naturalmente una bufala: insieme quei due sono insuperabili! Patrick Vieira (34) avrà il ruolo di primo rincalzo di lusso dei centrali di centrocampo: magari un po' logoro data la carriera ma certamente utile, il francese ha ottenuto un rinnovo annuale del proprio contratto dopo una parte di stagione decorosa nel 2009/2010. Nelle Coppe in particolare credo avrà il suo spazio.
Gareth Barry (29) è il giocatore che completa il parco dei centrali: pagato 12 milioni nel maggio 2009, Gareth si è distinto per un rendimento sempre affidabile per poi sciogliersi nel finale di stagione (ai Mondiali, come tutti gli inglesi). Titolare stabile della Nazionale dei Tre Leoni, proviene dall'Aston Villa, club nel quale è cresciuto e nel quale ha raggiunto più di 400 presenze. Magari silenzioso, Barry è uno dei leader del nostro sposgliatoio. Spostiamoci ora sulle ali: uno dei miei idoli, il ragazzino prodigio, Adam Johnson (23) è uno dei prospetti più interessanti dell'intero panorama britannico! Giunto ad Eastlands il 1 febbraio 2010, è diventato subito un favourite dei tifosi, siglando un fantastico gol del pareggio a Sunderland nella scorsa stagione. La sua corsa, i suoi cambi di tempo, la sua verve su entrambe le fasce ne fanno un sicuro investimento per il futuro. Ha giocato 21 partite nell'Under 21 ed ora fa parte del gruppo di Capello. Il bimbo ha senz'altro scalzato nelle gerarchie Shaun Wright Phillips (29), giocatore dalle potenzialità mai completamente sbocciate, a mio avviso. Nato calcisticamente a casa nostra, ha provato la sua fortuna nel SW6 di Londra, in maglia Chelsea, ma è tornato alla base nel 2008 con l'arrivo dello Sceicco. In giornata è devastante ma è sempre meno continuo ed influente. Non credo che Mancio punti troppo su di lui ma sarei felice di essere smentito: ci sono molto affezionato! David Silva (24) è uno dei grandi colpi di mercato di Mancini che lo ha definito "un giocatore fantastico in attesa di ambientamento". Silva ha fatto parte della Selezione Campione del Mondo ma non ha quasi mai giocato titolare. Io ho un timore: raramente gli spagnoli si ambientano all'estero, a meno che non siano fenomeni (Torres, Fabregas, Xabi Alonso) e soprattutto in Inghilterra si gioca un calcio molto diverso rispetto alla Spagna. Diamogli tempo, non bruciamolo, l'investimento è importante: se mantiene le promesse, è un giocatore che fa la differenza. Altro colpo pregiato del nostro mercato, direttamente dal Villa Park ecco a noi James Milner (24). Nazionale inglese, il tuttofare di Leeds può essere impiegato sia come ala che come guastatore dietro le punte. Votato come PFA Young Player of the Year 2010, Milner si propone come titolare in una squadra che vuole essere grande. Costato troppo? Sì, forse, come tutti i nostri acquisti! Chiudono il lotto Michael Johnson (22, che Dio gli dia salute, finalmente!), Kelvin Etuhu (22).


1 commento:

Kuspide ha detto...

Centrocampo da paura, forse il reparto più completo e affidabile, a parte l'incognita Silva (potenzialmente un campione).