4.10.10

EPL 7 - MCFC 2-1 NEWCASTLE UTD

Il City ha battuto il Newcastle 2-1 grazie ad un rigore di Carlos Tévez e ad una prodezza di Adam Johnson ed è balzato al secondo posto in classifica. La partita non è stata bella ed il risultato è stato decisamente condizionato dalla scarsa vena dell'arbitro, Mr. Martin Atkinson: cosa sarebbe successo se il ref avesse giustamente cacciato dal campo Nigel de Jong per l'entrata assassina su Hatem Ben Arfa dopo soli 6 minuti??? A scanso di equivoci: l'olandese non è stato nemmeno ammonito ma in compenso ha spaccato la tibia ed il perone del talentuoso quanto sfortunato franco-algerino dei Magpies, in prestito dall'Olympique Marsiglia. Non si conoscono con esattezza i tempi di recupero del fantasista francese ma i sanitari geordies hanno parlato di limiti non definibili per il rientro. In più: de Jong era già stato graziato - per dirne una - nella filiale del Mondiale quando aveva dato un calcio in pancia a Xabi Alonso che avrebbe meritato 10 giornate di squalifica. Possiamo permetterci un macellaio del genere in squadra? E' vero, recupera molti palloni ed è fondamentale nelle azioni di possesso ma sinceramente non sopporto questo tipo di giocatore. Va bene il gioco maschio ma qui siamo alla tortura.
Il manager del Newcastle ha elegantemente evitato di commentare come avrebbe potuto l'entrata dell'olandese, soffermandosi su altri due episodi, a suo dire decisivi. Il primo è quello che ha portato al rigore del 18°: secondo la versione del tecnico geordie, il tackle di Mike Williamson è stato sulla palla - e non su Carlitos - e per di più fuori area. Grazie all'arbitro invece Tévez ha ottenuto il penalty e ci ha portati in vantaggio (1-0). L'altro episodio riguarda un presunto fallo di Joleon Lescott su Shola Ameobi con il Newcastle in pieno tentativo di rimonta. Non mi piace mai parlare di arbitri, segnalo le lamentele del Newcastle ma il fallo di de Jong, oltre che vergognoso, ha oggettivamente condizionato la partita.
Partita che è stata decisa da Adam Johnson, unico calciatore che oltre a Carlitos ha un rendimento degno di una squadra costruita per vincere: in campo da appena tre minuti, l'ala vecchio stampo di Mancini ha sbloccato la partita guadagnandosi l'ovazione del pubblico che lo adora. Quando Mancini si deciderà a considerarlo titolare inamovibile sarà sempre troppo tardi...
Che dire? Mancini non ha ancora dato un gioco alla squadra o meglio...come temevo si sta orientando verso un calcio sparagnino, poco propenso all'attacco, poco propenso a comandare il gioco, molto fisico, dedito al contropiede. Occorreva spendere 200 milioni di sterline per tutto questo?
Ok, siamo secondi ed abbiamo scavalcato lo United...

Manchester City: Joe Hart, Vincent Kompany, Jerome Boateng, Joleon Lescott, Kolo Toure, James Milner, Gaareth Barry (Adam Johnson, 72), David Jimenez Silva, Nigel de Jong, Yaya Toure, (Emmanuel Adebayor, 57), Carlos Tevez (Patrick Vieira, 86).
Newcastle Utd: Tim Krul, Fabricio Coloccini (Sol Campbell, 36), Jose Sanchez Enrique, Mike Williamson, James Perch, Kevin Nolan (Andy Carroll, 77), Joey Barton, Jonas Gutierrez, Cheik Ismael Tiote, Hatem Ben Arfa (Wayne Routledge, 8), Shola Ameobi.
Marcatori: Tévez 18°, Gutierrez 24° (NUFC), Johnson 72°
Ammoniti: Kolo Toure 26°, Boateng 39°, Tévez 41° (MCFC), Williamson 17°, Coloccini 23°.
Arbitro: M. Atkinson
Stadio: City of Manchester Stadium
Spettatori: 46067

1 commento:

Noodles ha detto...

Era auspicabile, alla vigilia della settima giornata, una serie di risultati che ci avrebbero portato al secondo posto solitario. E' successo. Non era auspicabile invece il modo molto discutibile con il quale questo secondo posto l'abbiamo conquistato. A me il rigore su Tevez è parso netto ma, a parte questo dettaglio, tutto il resto è assolutamente incontestabile. Ho provato puro imbarazzo a rivedere ieri le immagini del fallo assassino di De Jong. Da applausi la scelta del c.t. olandese di non convocarlo in nazionale dopo questo vergognoso episodio. In bocca al lupo al talentuoso ragazzo dei Magpies. Netto anche il rigore non concesso al Newcastle sul finire di partita. Che dire, siamo secondi ( e non capita tutti i giorni....) ma per come ci siamo arrivati ( come modi e gioco....) non è affatto un bel secondo posto.