6.10.10

MANCIO ALLA GAZZETTA


Ecco la sintesi dell'intervista del nostro allenatore alla Gazzetta dello Sport di stamattina.

Ma quale rissa sfiorata, "quello con Tevez e' stato un confronto 'con le palle'. Col Newcastle la squadra ha dormito nel primo tempo, alla ripresa il City ha vinto meritatamente, il confronto con Tevez ha suonato la sveglia per tutti". Roberto Mancini, in un'intervista alla "Gazzetta dello Sport", chiarisce quanto accaduto negli spogliatoi domenica, nell'intervallo della gara poi vinta sui Magpies. Con Tevez, dunque, nessun problema, "prima di rientrare in campo ci eravamo gia' chiariti", e Citizens che si godono il secondo posto in classifica alle spalle del Chelsea, gia' battuto al City of Manchester. "Il Chelsea e' la piu' forte della Premier ma il City cresce - continua il tecnico jesino - Faremmo festa anche secondi, nel calcio, pero', non si sa mai". Anche perche' il Mancio aspetta ancora Balotelli. "Sarebbe ora che tornasse, e in fretta - commenta - Sta recuperando, spero ci sia per la partita dell'Arsenal, il 24 ottobre. Recupero lungo? Tutto normale, poi dipende. Si e' sottoposto a due controlli a Pavia, dovrebbe essere tutto ok". Per quanto riguarda il campionato italiano, in testa c'e' la Lazio, dove e' 'nato' il Mancini allenatore, all'epoca vice di Eriksson. "Buona squadra, le auguro un buon campionato - prosegue - Ma siamo ancora alla solita bagarre della prima fase. L'Inter? Paga molto gli infortuni importanti.
E non potra' mica vincere ogni partita". Occhio al Milan, perche' "Ibra e Robinho possono fare veramente la differenza".

Nessun commento: