2.11.10

EPL 10 - WOLVES 2-1 MCFC


Il vantaggio di avere un blog sul Manchester City è evidente: non serve molta fantasia e basta essere sufficientemente pazienti per scrivere sempre le stesse cose, nonostante gli anni che passano. La solita musica, il solito "Typical City" o il reiterato "Same old City". La squadra ha perso in casa dell'ultima in classifica sabato scorso, il Wolverhampton Wanderers (1-2), collezionando la terza sconfitta in campionato in sole dieci giornate e la seconda contro squadre non all'altezza. Se è vero che la squadra è perennemente una delusione, una promessa non mantenuta, è altrettanto vero che più passano le stagioni, più tempo trascorre dall'arrivo di Mansour e più questo stato di cose è insopportabile.
Nei commenti post-Arsenal ho pensato ad una frase lasciata da un nostro amico gunner: non bisogna pensare che noi blues siamo diventati improvvisamente degli arroganti né che crediamo di poter vincere solo in virtù dei soldi. Questa squadra ha il dovere di battere Blackburn, Sunderland o Wolves e non perché siamo degli spavaldi ma solo perché, con la rosa di giocatori che abbiamo, ciò rappresenta il minimo sindalcale concesso. Può questa squadra lasciare 8 punti a tre compagini di quel genere? Semplicemente, no.
Confusione tattica, risse nello spogliatoio, mancanza di cattiveria? Adebayor litiga con Kompany, Milner e Yaya fanno a pacche nel tunnel di Eastlands dopo la sconfitta contro i gunners, Mancini rincara la dose oggi dichiarando che al City "è mancata la cattiveria del Wolverhampton". In campo il povero Wolves ha dominato prendendo possesso delle fasce (trascurate dal nostro schieramento), dimostrato una grinta che possiamo solo sognarci, eseguendo il compito tattico previsto dal proprio manager ed infine meritatamente vinto, addirittura in rimonta dopo il rigore di Adebayor.
In sala stampa Mancio ha dichiarato di trovare "incredibile quanto abbiamo giocato male nel secondo tempo"; di giudicare la partita come "la peggiore prova da quando sono manager, sembrava non avessero voglia di giocare. Una situazione davvero strana". Ammutinamento? Mancio aggiunge che "dobbiamo essere capaci di vincere senza Carlitos". Vorrei vedere, e soprattutto vorrei vederlo contro avversari di bassa classifica!
Oggi non si contano le voci su un possibile siluramento di Mancini, i commenti sulla presunta 'pigrizia' mentale di molti giocatori per i quali il quarto posto sarebbe già un trionfo e si accontentano di non perdere piuttosto che avere la bava alla bocca per carcare di portare a casa la vittoria e le difficoltà del manager nel gestire uno spogliatoio nel quale la 'drinking culture' sarebbe un fattore determinante.
La situazione è questa ed io, sinceramente, non so più cosa pensare. Voglio solo dire che, nonostante alcune scelte tattiche non condivisibili, Mancini per me deve restare in sella; non avrebbe alcun senso sostituire un manager che sta cercando tra mille difficoltà di mutare - finalmente - la mentalità di un club che gli ultimi 35 anni è perdente, su tutta la linea.

I VOTI

Hart 6 - Incolpevole sui gol - forse avrebbe potuto qualcosa sul primo - ma sempre sicuro tra i pali.
Richards 5 - In difficoltà su Jarvis, non troppo composto e senza mai dare l'idea di crescere nel corso del match.
Kolo Toure 5 - Al rientro, non dà la necessaria sicurezza al reparto. Sui gol del Wolverhampton non può dirsi innocente.
Kompany 5 - La prima stecca stagionale, anche lui è colpevole sui gol avversari. Proprio quando non è in giornata, si avverte la fondamentale importanza che riveste nella linea a quattro.
Boateng 6 - Se mi si passa il termine, il miglior difensore di giornata.
Yaya Toure 5 - Non esattamente all'altezza nel ruolo di de Jong, gioca sempre per conto suo e non ci lascia l'idea di essersi calato a perfezione nell'ambiente. In più le voci del litigio con Milner non aiutano a pensarla diversamente.
Milner 6 - Lo penso dal primo giorno: è un gran bel giocatore, è abbastanza giovane, è un prospetto per il futuro. Detto questo: a noi serviva? Corre, si sacrifica, quand'è in giornata aggiunge qualità alla manovra con il suo movimento tra il centrocampo e l'attacco ma era proprio così indispensabile?
Barry 5 - Giornata da dimenticare. Abbiamo un sacco di centrocampisti ed io quando ci penso mi dico: ammesso di riuscire a capire quale sia il modulo migliore per noi, quali giocatori sarebbe il caso di schierare? Probabilmente Barry è tra questi ma non sono sicurissimo.
David Silva 7 - In costante crescita, guadagna il rigore, ravviva la manovra con la sua oggettiva classe. Che continui così.
Adebayor 6 - Buona prestazione, condita dal rigore.
Balotelli 5 - Non possiamo attenderci miracoli, per ora. Era partito bene ma è sparito nel corso del match.
Johnson 6 - Se il manager fossi io direi: Tévez, AJ ed altri 9.
Zabaleta 5 - Giusto il tempo di farsi ammonire.
Jo: sv

Wolverhampton Wanderers: Marcus Hahnemann, Richard Stearman, Christophe Berra, Kevin Foley, David Edwards, Karl Henry, Stephen Ward, S, Stephen Hunt (George Elokobi, 66), Matt Jarvis (Steven Mouyokolo, 88), Nenad Milijas (Michael Mancienne, 84), Kevin Doyle.
Manchester City: Joe Hart, Micah Richards (Joao Alves Jo, 84), Vincent Kompany, Jerome Boateng, Kolo Toure, James Milner, Gareth Barry (Adam Johnson, 68), Yaya Toure, David Jimenez Silva, Emmanuel Adebayor (Pablo Zabaleta, 78), Mario Balotelli.
Marcatori: Adebayor (MCFC) 23°, Milijas 30°, Edwards 57°.
Ammoniti: Hunt 59°, Zabaleta 87°, Balotelli 90°.
Arbitro: M. Dean
Stadio: Molineux
Spettatori: 25971



3 commenti:

Noodles ha detto...

Che strane sensazoni ho provato nei primi 15/20 minuti. Pronti via ed il City aggredisce l'avversario alla gola. Lo mette lì, nella sua metà campo e non lo molla. Poi arriva il conseguente, logico vantaggio. Dico, fra me e me, c***o questo City!! Dopo aver vinto a Wigan e Blackpool si sta confermando!! Ma è cambiata la mentalità, l'atteggiamento!! Umili, determinati e aggressivi contro chiunque!! Finalmente!! Ora si che cominciamo a ragionare!! Ma a quel punto....fine della trasmissione e fine dell'illusione. Per i restanti 70 minuti i Wolves ci hanno preso a pallonate con la bava alla bocca!! Fossi stato un loro tifoso avrei goduto per 72 ore di fila. Fantastici!! Ultimi in classifica ma assatanati di fronte a 11 mummie mummificate. Perchè succede tutto questo? Ci sono giocatori forti e abituati a vincere ( in altri posti ovviamente....), c'è un manager vincente da giocatore e da allenatore. C'è una società organizzata con fior di professionisti nei ruoli cardine. Vogliamo aprire un bel dibattito? Perchè il City si candida a essere la futura barzelletta del calcio mondiale? Niente paura, gennaio è vicino. 2/3 acquisti come si deve, 100 mln di sterline da immettere sul mercato e passa la paura!! Scherzo ovviamente....scherzo.

Dario Alberto ha detto...

Io non ne posso più di sentir parlare di mercato, davvero! Colgo la tua ironia, Noodles, e mi trovi d'accordo.
Un piccolo spunto per te: sicuro che abbiamo "fior di professionisti" nei ruoli cardine?
Mi auguro che il board intervenga seriamente su questa rosa e NON aggiunga giocatori a gennaio.

Noodles ha detto...

Quando parlo di "fior di professionisti nei ruoli cardine" mi riferisco al board, non ai componenti la rosa. E comunque non son sicuro di nulla.....