11.11.10

EPL 12 - MCFC 0-0 MAN UTD


E così è finito 0-0 il tanto atteso derby di Manchester. Sempre meglio che perderlo all'ultimo secondo come la scorsa stagione. La partita è stata molto tattica, con le squadre ben schierate in campo ad aspettare l'errore avversario, due occasioni per parte - più o meno - ed alla fine un punto che non esalta ma non scomoda nessuno. Probabilmente loro hanno fatto qualcosa in più ma devo dire che noi difensivamente siamo forti ed in casa non concediamo mai troppo agli avversari. Roberto Mancini è tornato sui suoi passi rispetto allo schieramento molto offensivo di Birmingham ma questo derby era molto importante non perderlo, per molti ragioni e non solo psicologiche. Il piano tattico ha ricalcato quello vincente utilizzato contro il Chelsea: tentativo di bloccare il centrocampo avversario, recuperare palloni per gestire il possesso e ripartenze in avanti con Carlitos affiancato da David Silva e James Milner. Il centrocampo è stato quindi come al solito la zona nevralgica e decisiva del match e Mancio ha dispiegato tutte le sue forze con i tre guardiani del faro Yaya, Barry e de Jong. Rispetto al Chelsea però lo United ha esibito una zona centrale più forte, a mio avviso, con Paul Scholes, Michael Carrick, Darren Fletcher e Park Ji-Sung ma non ha creato molto se togliamo un'occasione del filosofo Patrick Evra nella prima frazione e di Dimitar Berbatov nella ripresa. Il fatto che i rags abbiano abbastanza controllato il centrocampo, nonostante la nostra tosta predisposizione tattica, ci ha impedito di essere incisivi in avanti e possiamo dire di non aver creato occasioni da urlo. Carlitos è stato poco supportato dai due centrocampisti più creativi e dunque la cerniera centrale di Ferguson, ben comandata da Vidic, ha avuto la meglio sui nostri sforzi.
Alla fine della partita siamo tutti bravi a giudicare le mosse dell'allenatore e possiamo quindi obiettare che era più importante vincere che rischiare di perdere ma considerata la striscia di cinque derby di campionato persi e tre sconfitte, Coppa di Lega compresa, all'ultimo respiro io non butto certo via questo punto. Siamo lì, attaccati al vertice e questo è consolante.

I VOTI

Hart 7 - Ottime le parate sulla due occasioni avversarie.
Boateng 6 - Solido dietro ma non ancora ai livelli mondiali in fase di spinta.
Kolo Toure 7 - Altra buona prestazione dell'ivoriano.
Kompany 7,5 - Prestazione ai soliti livelli di eccellenza, è indiscutibilmente il leader di un solido reparto arretrato.
Zabaleta 7 - Tocca ripetersi ma l'argentino è un giocatore che difficilmente sbaglia il match ed anzi interpreta sempre egregiamente i compiti tattici affidatigli. Ha controllato un osso duro come Nani e non hai perso l'equilibrio necessario.
de Jong 7 - La sua importanza risalta ancora di più in partite come queste, quando serve creare un argine a centrocampisti avversari così bravi.
Yaya Toure 6 - E' l'anello di congiunzione tra i nostri giocatori prettamente difensivi e quelli offensivi. Non è ai livelli di Barcellona ma gioca quasi tutte le partite e con il livello fisico-atletico richiesto in Inghilterra non sempre è facile trovare continuità.
Silva 6 - Un gradino sotto rispetto alle recenti prestazioni ma l'avversario conta molto! Si sperava che la sua ritrovata vena potesse mandare fuori giri la fase difensiva di Stretford ma non ha brillato come nelle ultime uscite.
Barry 6 - Ha aiutato moltissimo Zabaleta nel presidiare la fascia sinistra ma non è stato così incisivo come si sperava nella fase di ripartenza.
Milner 6 - Ancora non capisco la sua utilità ma certo si impegna al massimo delle sue forze.
Tévez 6 - Non certo al meglio gioca il suo personalissimo derby contro i Red Devils.

Man City: Joe Hart, Vincent Kompany, Pablo Zabaleta, Jerome Boateng (Aleksandar Kolarov, 81), Kolo Toure, James Milner (Adam Johnson, 73), Gareth Barry, David Jimenez Silva, Nigel de Jong, Yaya Toure, Carlos Tevez (Emmanuel Adebayor, 90).
Man Utd: Edwin van der Sar, Patrice Evra (John O'Shea, 69), Rio Ferdinand, Nemanja Vidic, Da Silva Rafael (Wes Brown, 49), Ji-Sung Park, Michael Carrick, Luis Carlos Nani, Paul Scholes, Darren Fletcher, Dimitar Berbatov (Balcazar Javier Hernandez, 78)
Ammoniti: Scholes, Brown
Arbitro: C. Foy
Stadio: City of Manchester Stadium
Spettatori: 47679

Nessun commento: