18.11.10

LE VOCI DELLA SETTIMANA

Tempi duri per Roberto Mancini sulla panchina del Manchester City. Il rendimento recente della squadra ha messo in forte discussione il ruolo del tecnico italiano che, stando a quanto riportato dal Sun, deve fare i conti con una rivolta interna allo spogliatoio. Sarebbero gli stessi giocatori a volere l'esonero di Mancini con una motivazione piuttosto forte: "Con lui alla guida non vinceremo mai la Premier". Una fonte vicina ai Citizens ha poi rivelato: "Mancini prova a fare il duro ma ormai ha perso lo spogliatoio, lo spirito di squadra è crollato e molti giocatori non vedono l'ora che se ne vada". Non si sa chi vogliono al suo posto - continua -, si sa solo che non vogliono più Mancini. Non gli piace il modo di porsi del tecnico e come la pensa dal punto di vista tattico.
[...]
Dopo i consigli del padre adottivo, ed ex stella dell'Arsenal, Ian Wright anche Shaun Wright-Phillips sembra definitivamente convinto di voler lasciare il Manchester City a partire da gennaio. Il 'Mirror' riporta le dichiarazioni dell'esterno: "Non sono mai riuscito a mostrare il mio livello di frustrazione. Non voglio lasciare in maniera definitiva il club, perchè è qui che voglio terminare la mia carriera. E' solo che vorrei giocare qualche partita. Per questo se non dovessero cambiare le cose chiederò il prestito a gennaio, perchè sono diventato un giocatore di calcio per poter giocare".
[...]

Mega offerta del Manchester City per Jordan Henderson del Sunderland. Secondo transfertavern, i citizens hanno pronto un assegno da 15 milioni di sterline.
[...]

La dirigenza dei Citizens, delusa dall’iniziale andamento della squadra, sarebbe pronta ad un ulteriore sforzo durante il mercato invernale per rinforzare maggiormente gli 11 titolari. Secondo quanto affermato dai tabloid inglesi e in particolare dal News of The World, alcuni emissari di Edin Dzeko sarebbero stati avvistati a Manchester durante la settimana scorsa. Il club di Mancini avrebbe offerto il cartellino di Roque Santa Cruz per arrivare a Dzeko.
[...]

Il Manchester City guarda con grande attenzione al mercato delle spagnole: secondo indiscrezioni raccolte da Footylatest.com, la dirigenza del club inglese sta pensando di puntellare il reparto offensivo con l’acquisto di Luis Fabiano. ‘O Fabuloso’ ha un contratto con il Siviglia, ma la dirigenza dei Citizens sta preparando un offerta di 13 milioni di euro per gennaio.
[...]

Il centrocampista dei Citizens Nigel de Jong ammette che non sarà per niente facile quest’anno battere le avversarie di livello sulla carta inferiore: “Penso che questa stagione sarà strana, chiunque potrà battere chiunque. Il divario tra le squadra in alto e le inseguitrici si sta chiudendo – si legge su goal.com - . Noi contro il Fulham disputeremo domenica invece una partita interessante, perchè affronteremo il nostro vecchio allenatore che quindi ci conosce”.
[...]
Il nome di Victor Ruiz è finito sul taccuino di svariati addetti ai lavori. La crescita del centrale iberico di 21 anni è sotto gli occhi di tutti, ed il calciatore dell’Espanyol potrebbe lasciare la società catalana a fine anno, se non addirittura durante il mercato invernale. Potrebbe essere questo l’obiettivo del Manchester City di Roberto Mancini, intenzionato ad anticipare le concorrenti (Napoli, Inter e Juventus su tutte). Secondo il Daily Mail, i Citizens avrebbero pronti gli 8 milioni di euro richiesti per liberare il giocatore.

1 commento:

Kuspide ha detto...

A me Mancini non è mai piaciuto, ma onestamente mi sembra eccessivo e prematuro pensare all'esonero di un tecnico che comunque è quarto a 3 punti dallo United. Ha battuto Chelsea e Liverpool, ha pareggiato con i cugini di campagna ed ha, secondo me, iniziato a dare un minimo di impronta alla squadra. Ci sono stati molti innesti e molte partenze, e quando si cambia molto è normale che ci sia un periodo di assestamento e di ricerca di equilibrio. Finora la squadra ha avuto più che altro dei clamorosi cali di concentrazione con squadre meno blasonate, il che secondo me sarebbe da imputare più alla personalità degli undici in campo che al mister. La pecca di mancini a, mio parere, è nell'aver lasciato testardamente fuori Adebayor e Santa Cruz, probabilmente non ritenendoli all'altezza della situazione, quando in realtà, sistemata la difesa che comunque fornisce ora delle garanzie piuttosto solide, servirebbe proprio qualche gol in più.
Per quanto riguarda la rosa mi riaggancio a quello che diceva Dario qualche tempo fa: manca un playmaker, un giocatore che smisti, organizzi, detti geometrie e verticalizzi. Esattamente, per fare un esempio di una situazione secondo me analoga, quello che la Juve ha recentemente trovato con Aquilani (per non scomodare sempre i soliti mostri Xavi, Fabregas, Pirlo). Mancio è pieno di mastini, anche di ottimo livello, ma non puoi solo spezzare le azioni avversarie, devi anche inventare qualcosa.
La società poi dovrebbe essere molto più presente, non puoi stare a guardare mentre continua lo stillicidio di notizie dallo spogliatoio, mentre proseguono le insinuazioni, mentre ex (si, avete letto bene!) giocatori come SWP si mettono a fare le prime donne o ragazzini viziati famosi più per le macchine sfasciate che per i successi sportivi non perdono occasione per strizzare l'occhio al Milan! (Altro errore di Mancio: lo sapevo che supermario era da prendere a bastonate sulle rotule, altro che 35 milioni!!)
Non ho mai pensato di poter vincere la Premier al primo anno "serio", dopo tanti cambiamenti. L'obiettivo è la champions in campionato e l'Europa League in Europa. Cambiare ora significherebbe ennesimo anno di transizione, rivoluzioni a Gennaio e a Giugno e riniziare da capo a Settembre con una nuova squadra.
Inoltre non ci sono in giro secondo me allenatori disponibili e in grado di prendere in mano una squadra a Dicembre e vincere la premier a Giugno.