13.12.10

TEVEZ: VOGLIO ANDAR VIA


Poteva capitare al City o a pochi altri club: nel giorno in cui la squadra si candida oggettivamente come aspirante al titolo dopo 5000 anni, il suo capitano nonché miglior realizzatore ha formalmente avanzato una richiesta di trasferimento. Carlitos Tévez ha chiesto di andarsene ed il club, per il momento, ha respinto la richiesta.
Il giocatore simbolo del cambio d'epoca, soffiato dal City allo United la scorsa stagione, ha firmato un contratto di cinque stagioni che molto probabilmente non sarà rispettato. La vita calcistica dell'Apache non è stata molto semplice: dopo l'addio al suo amatissimo Boca Juniors destinazione Corinthians (Brasile) il suo cartellino è stato di fatto acquisito da un uomo d'affari, tale Kia Joorabchian, iraniano ed inglese d'adozione; come noto, in Europa la situazione non è usuale ed infatti i trasferimenti di Carlitos hanno sempre causato problemi con la Federazione, prima per l'arrivo al West Ham e poi al ManU. Chi non ricorda che gli hammers rischiarono la retrocessione a tavolino per aver comprato un giocatore non direttamente da un club ma di fatto da un procuratore?
Oggi i problemi di Carlos sembrano essere sia personali (con le figlie e l'ex moglie tornate in Argentina) che calcistici ma quali siano le reali motivazioni di questa richiesta è difficile dirlo: in società sostengono che Tévez abbia richiesto un prolungamento di contratto (con aumento di stipendio) e che non veda di buon occhio il fatto di non essere il giocatore più pagato del club. Che sia un modo per scucire più soldi? Io non credo molto a questa ipotesi. Quanto al rapporto cattivo con Mancini mi chiedo come sia possibile remare contro un manager e segnare gol in tutte le partite o quasi!
Io non mi avventuro in pronostici o dietrologie: non ho idea del perché Carlitos chieda oggi di andarsene e non ho idea di come finirà.
Ho idea invece di quanto sia unico, particolare e dannatamente perverso il fascino del nostro club...


1 commento:

Noodles ha detto...

Allucinante. Cos'altro dire.....Spero che il City si comporti da società seria e ricca qual'è. E usi il pugno non duro, ma di più, nei confronti di questi vergognosi mercenari che firmano contratti miliardari pluriennali lontano da casa e poi si accorgono che gli mancano i figli. E' ovviamente una volgare strategia, ci saranno Barca o Real dietro. Lo facessero andara in bancarotta a forza di penali e multe. Che schifo!!! Non bastava quel pagliaccio di Balotelli che ogni volta che gioca ( quasi mai) ci fa tenere col fiato sospeso perchè prova a farsi cacciare in ogni modo. Beh, se volevano trovare un modo per farci ulteriormente amare questo club....hanno centrato l'obiettivo.