28.7.10

BREAKING NEWS: GARRIDO ALLA LAZIO

Stando a quanto riportano i media italiani, pare che il City stia per cedere il difensore di fascia sinistra spagnolo Javier Garrido alla Lazio. Ricordiamo che Garrido arrivò ad Eastlands acquistato da Sven Goran Eriksson. L'operazione dovrebbe essere definita nei dettagli proprio stasera.


CARLITOS CHIAMA FERNANDO TORRES


Mentre stiamo per chiudere (nelle prossime 48 ore) l'affare per SuperMario Balotelli, il nostro idolo totale Carlitos Tévez ha rilasciato oggi alcune dichiarazioni riguardo un possibile avvicinamento del City a Fernando Torres. Evidentemente consapevole dell'interesse del nostro manager per El Niño ed incurante della stagione piena di infortuni del campione del mondo spagnolo, l'asso argentino ha dichiarato: "Torres ci rinforzerebbe molto! E' uno dei migliori attaccanti del mondo e mi piacerebbe molto averlo come compagno. La scorsa stagione abbiamo sfiorato la Champions ma sono sicuro che quest'anno la centreremo ed anzi lotteremo per il titolo".
Per la serie: "Tèvez vuole andarsene perché ha litigato con Mancini" e "Nessuno vuole il City perché non disputa la Champions"...
Mi pare chiarissima una cosa: tutti, o quasi, amerebbero oggi giocare con questa maglia, al di là del fatto che El Niño arrivi o meno, questo è certo!


27.7.10

IL PUNTO

Non si ferma la ridda di voci che vogliono un City pigliatutto sul mercato. Forse la cosa darà fastidio a Mastrociliegia Scholes che ha dichiarato proprio ieri che ci vedrebbe bene in Division Two; non sa dove li vedremmo bene noi, quegli spocchiosi arroganti! Ma è solo una questione di tempo. Passando alle cose serie diamo uno sguardo aggiornato alla rosa, rispetto all'articolo di qualche tempo fa.

Eccola:

Portieri:
Joe Hart (home grown).
Shay Given (home grown).
Stuart Taylor (home grown).

Difensori di fascia:
Pablo Zabaleta (destra, anche centrocampista).
Wayne Bridge (home grown).
Aleksandar Kolarov.
Micah Richards (home grown, anche centrale difensivo).

Difensori centrali:
Vincent Kompany (anche centrocampista).
Joleon Lescott (home grown).
Jerome Boateng (anche difensore di fascia).
Kolo Toure.

Centrocampisti centrali:
Gareth Barry (home grown).
Nigel de Jong.
Patrick Vieira.
Michael Johnson (home grown).
Yaya Toure.

Creatori di gioco:
Stephen Ireland (home grown).
Nuovo centrocapmista – James Milner ? (home grown, anche ala).

Ali:
Adam Johnson (home grown).
Craig Bellamy (home grown, anche attaccante).
Shaun Wright-Phillips (home grown).
David Silva (anche centrocampista creativo).

Attaccanti:
Emmanuel Adebayor.
Carlos Tevez.
Nuovo acquisto? – Mario Balotelli (U-21)
Nuovo attaccante – Edin Dzeko, Zlatan Ibrahimovic, Fernando Torres.

Giocatori U-21:
Vladimir Weiss (in prestito?).
Dedryck Boyata (in prestito?).
Alex Nimely.
Abdisalam Ibrahim.
Gregory Cunningham.
Andrew Tutte.
Ryan McGivern (in prestito?).
Alex Henshall.
Javan Vidal (in prestito?).
Adam Clayton (in prestito?).
Ben Mee (in prestito?).
Loans:
Gunnar Nielsen.

In partenza:
Benjani.
Karl Moore.
Sylvinho.

Altre probabili partenze:
David Gonzalez.
Kelvin Etuhu (home grown).
Nedum Onuoha (home grown).
Javier Garrido.
Roque Santa Cruz.
Robinho.
Jo.
Felipe Caicedo.
Valeri Bojinov.
Shaleum Logan (home grown).

La rosa è in attesa di completamento e va sfoltita: è vero che dobbiamo affrontare quattro competizioni ma non possiamo avere più di due giocatori per ruolo. Alcuni giocatori hanno anche duttilità tattica e quindi possono essere impiegati in più ruoli ed in diversi reparti. Non mi convince del tutto la ricerca di giocatori da mettere dietro le punte (centrocampisti creativi o attaccanti di movimento) perché al momento sono in troppi ma di Mancio ci fidiamo. Sono convinto che al di là delle frasi di rito, il club voglia chiudere le trattative in corso in tempi ragionevoli; non sembra vero ma tra poco più di 15 giorni si parte...


"LA STAMPA" INTERVISTA MANCIO

Al telefono da New York dove il Manchester City ha affrontato i Red Bull di Thierry Henry, Roberto Mancini ribadisce la linea del club con il maggior budget di mercato al mondo: 180 milioni con i quali ha già comprato David Silva, Yaya Tourè, Boateng e Kolarov. «Ci sono i soldi per comprare chiunque - dice l’ex tecnico dell’Inter - ma non per strapagarlo come qualcuno si sta illudendo di ottenere».
Si riferisce a Balotelli?
«È un discorso generale. Se c’è chi alza del 40 o 50 per cento il prezzo di un giocatore convinto che il Manchester City lo prenderà comunque, ha sbagliato i calcoli»
In un mercato senza soldi si cerca di prenderli a chi li ha, non le pare?
«A patto che non si pensi di aver a che fare con dei fessi perchè forse non ci sono nel mondo tanti club con soldi da spendere ma certamente ci sono sul mercato tante alternative che un club può cogliere»
A che punto è realmente la trattativa per Balotelli?
«È uno dei quattro o cinque attaccanti che ci interessano».
Un po’ riduttivo, non le pare?
«Sono stato il primo a credere in lui e sono convinto di cosa può dare. Mario ha due doti che si sposano con il nostro mercato: il talento e l’età, perchè voglio gente in grado di costruire un ciclo nel Manchester City. Detto questo, torniamo al problema della valutazione che deve essere equa».
Non crede che Raiola, il manager di Balotelli, sfrutti la situazione per alzare pure lui il prezzo con l’Inter?
«Non so cosa stia facendo. A me piace il giocatore e a certe condizioni ci interessa. Tutto qui»
Sabato prossimo affronterete l’Inter a Baltimora e Balotelli è partito con la squadra. Sarà l’occasione per chiudere la trattativa?
«Per me sarà soltanto una partita di precampionato. Il mercato si può fare benissimo al telefono».
Ma è possibile che per quella data si sia già concluso l’acquisto?
«Credo che in un paio di giorni si chiariranno certe situazioni, ma non posso garantire in che modo»
La Premier League comincia il 14 agosto: per lei è indispensabile avere la squadra già al completo?
«No, il mercato dura fino a fine agosto, dipende dalle opportunità. Certo è seccante che abbiamo comprato 4 giocatori e per il momento dispongo solo di Yaya Tourè con la prospettiva di perderne altri per gli impegni con le Nazionali. C’è gente che tornerà dalle vacanze, starà con me pochi giorni e ripartirà per ripresentarsi alla vigilia del campionato. Una follia».
Cosa si poteva fare?
«Nell’anno dei Mondiali la Fifa poteva cancellare la finestra per le amichevoli estive delle Nazionali».
Le alternative a Balotelli?
«Sono quelle che scrivono i giornali tranne Forlan: è formidabile e me ne ero innamorato quando giocava nel Villareal 4 o 5 anni fa. L’avrei portato all’Inter. Oggi invece cerco giocatori più giovani ».
Dunque anche Dzeko?
«Mi piace, ha grandi qualità»
Non c’è troppa ressa attorno a lui per quanto ha fatto vedere ?
«Ha 24 anni ed è più o meno l’età in cui arrivò Ibrahimovic alla Juve: neppure lui aveva fatto grandissime cose fino ad allora però nessuno dubitava del talento che ha poi dimostrato».
Dopo Kolarov, Dzeko: sul mercato continua la sua guerra alla Juve?
«Non ho mai avuto niente contro la Juve per la quale tifavo da bambino: i problemi li ho avuti con personaggi che non ci sono più. Quello che sta succedendo sul mercato è casuale oppure è l’effetto inevitabile delle circostanze»
Vale a dire?
«La Juve è molto presente sul mercato perchè vuole rinnovare la squadra. Il Manchester City lo è altrettanto perchè deve fare il salto di qualità. È inevitabile che si sbatta contro qualche obiettivo comune: uno mi dicono fosse Kolarov che piaceva anche al Real. Vuol dire che non solo io lo considero fortissimo».
Se arrivassero Balotelli e anche Dzeko, potrebbe cedere alla Juve Adebayor?
«È un grande giocatore ma non sono al corrente di una simile possibilità»
Economicamente non c’è match tra il Manchester City e le altre: non si sente invidiato dai suoi colleghi che per avere un giocatore devono aspettare che gliene vendano altri?
«Se al Manchester City pensiamo di dover spendere è soltanto perchè abbiamo molto da cambiare. Io potrei invidiare i colleghi che hanno già la squadra pronta».

25.7.10

QUARTO ACQUISTO: ALEKSANDAR KOLAROV


Aleksandar Kolarov è il quarto acquisto del City in questa scoppiettante campagna trasferimenti 2010. Il laterale serbo arriva dalla Lazio per una cifra vicina ai 19 milioni di euro. Preferisco tralasciare le solite stupide frasi di rito su "quanto sia bello essere arrivati al City, su quanto sia vincente Mancini, su quanto siano all'avanguardia le strutture di Carrington" e mi concentro sul fatto che il serbo sarà sicuramente un rinforzo importante per la rosa. Non so se sarà titolare (suppongo di sì). Kolarov è forte nella fase offensiva, dispone di un tiro da lontano notevole ma deve migliorare moltissimo nella fase difensiva. La sua presenza consente a Mancio di disporre di più opzioni anche se ancora non ho capito quale sia il modulo che intende adottare. L'altro ieri la Gazzetta dello Sport riferiva della volontà di Mancini di scegliere un centrocampo a rombo con Yaya vertice basso e David Silva ispiratore creativo di due punte; che senso avrebbe allora inseguire Mario Balotelli? E James Milner? E che dire di Robinho, Bellamy etc? Vedremo. Intanto i media italiani danno Mario Balotelli a Carrington nei prossimi due giorni. Sarà vero? Nle frattempo ieri sconfitta in amichevole con lo Sporting Lisbona (0-2): ce ne faremo una ragione.

22.7.10

UPDATE a cura di Cioccio

Finalmente Cioccio si e' svegliato. Il City e' impegnato in mille trattative e lui e' andato in vacanza una settimana.
Speravo che potesse curare la rubrica di mercato come nelle ultime settimane ma purtroppo così non è andata!
Meno male che si è ricordato del suo blog!

1/ In Inghilterra ne sono sempre più convinti: Mario Balotelli (20), a breve, sarà un nuovo giocatore del Manchester City. Secondo il Daily Mail, infatti, sarebbe in dirittura d'arrivo l'accordo che porterà l'attaccante italiano alla corte di Roberto Mancini, in cambio di 23 milioni di sterline, circa 27 milioni di euro. L'offerta pervenuta alla dirigenza meneghina è decisamente inferiore rispetto ai 40 richiesti inizialmente, ma l'Inter avrebbe accettato visto l'inserimento di bonus relativi al piazzamento dei Citizens nei prossimi anni. Una formula che dovrebbe convincere anche il presidente della Lazio Claudio Lotito ad accettare i circa 18 milioni di euro più premi per il terzino serbo, Aleksandar Kolarov (25).
2/ Il difensore della Lazio Aleksandar Kolarov è sempre più vicino alla cessione. Il laterale serbo non si è presentato alla Clinica Paideia di Roma, dove avrebbe dovuto svolgere le visite mediche per poi trasferirsi nel ritiro di Auronzo in Cadore, sede nella quale i compagni sono già al lavoro. Il suo passaggio agli inglesi del Manchester City si fa sempre più d’attualità e potrebbero esserci degli sviluppi in giornata.
3/ La trattativa per James Milner è arenata, così il Manchester City ha trovato l’alternativa nel brasiliano Ramires, stella brasiliana in forza al Benfica. I lusitani pagarono l’estate scorsa il centrocampista dal Cruzeiro circa 7 milioni, ora i citizens sarebbero disposti a pagarne 36 per sbaragliare la concorrenza, con un’offerta difficilmente paraggiabile dalle avversarie. Per il Benfica si preannuncia una plusvalenza leggendaria.
4/ Alla fine di questo mercato potrebbero non dividersi le strade di Craig Bellamy e del Manchester City. Come riporta infatti il Daily Star, l’attaccante gallese sarebbe stato convinto a rimanere dall’allenatore Roberto Mancini, che lo avrebbe addirittura indotto a rifiuta un’offerta già pronta da parte dei tedeschi del Wolfsburg
5/ L’interesse della Sampdoria per Vladimir Weiss, centrocampista del Manchester City, è confermato da più fonti della stampa britannica. Secondo tribalfootball.com al momento il giocatore slovacco, cercato anche da Bolton e Newcastle, avrebbe più chance di approdare in blucerchiato data l’amicizia che lega l’allenatore del club inglese Roberto Mancini e l’osservatore Attilio Lombardo alla società ligure.

12.7.10

CITY...DI TUTTO, DI PIU'

Anche in questo mercato estivo, se ogni squadra porterà a casa un campione, il City ne farà incetta, così come sarà al centro anche delle trattative in uscita, con metà squadra sulla lista dei partenti. Roberto Mancini potrà così scegliere i giocatori con cui provare a scalare i vertici della Premier e dimostrare che dal 2010-2011 la squadra più forte della città gioca al City of Manchester e non all'Old Trafford.

DIFESA: Forse l'unica delle prime 4-5 squadre a avere due portieri di altissimo livello, nonchè nazionali: Shay Given, che almeno per un altro anno sarà il titolare e Joe Hart, pronto a soffiargli il posto in ogni momento. Davanti a lui già preso Jerome Boateng, che si aggiunge ai vari Kolo Tourè, Joleon Lescott (che ha giocato poco per un infortunio ma pronto a guidare la difesa), Vincent Kompany e Wayne Bridge che sono i titolari, con Nedum Onouha, Pablo Zabaleta, Javier Garrido e forse anche Micah Richards pronti a cambiare aria. Per sostituirli si fanno i nomi di Aleksandar Kolarov, come titolare a sinistra e David Luiz, che può giocare sia centrale che terzino, anche se il prezzo di entrambi è molto elevato (18 milioni di sterline per il primo e almeno 30 per il secondo): più economico Vorsah che come Kompany può giocare centrale dietro o mediano da schermo davanti la difesa.

CENTROCAMPO: La mediana appare il reparto più bisognoso di innesti. Già arrivati i muscoli di Yaya Tourè e la classe di David Silva (pagati entrambi a peso d'oro quasi 30 milioni di sterline l'uno), con Gareth Barry, Adam Johnson e Nigel De Jong (se il Barca non farà un'offertona) confermatissimi, così come Patrick Vieira alle ultime stagioni da professionista, gli altri centrocampisti sono tutti sul mercato, chi per un motivo, chi per un altro. Già partito Martin Petrov, a cui non è stato rinnovato il contratto, anche Shaun Wright-Phillips e Stephen Ireland sono stati bocciati dal manager italiano e cercheranno fortuna altrove (per il primo ci sono Arsenal, Liverpool e Tottenham che lo aspettano a braccia aperte, il secondo è richiestissimo dall'Aston Villa). Diverso il discorso per Michael Johnson, Vladimir Weiss e Kevin Etuhu: sono tutte giovane promesse a cui, ancora, Mancini non darà una chance al City per evitare di bruciarli, ma che cercherà di mandare in prestito per averli pronti il prossimo anno per far parte, a pieno titolo, della rosa. L'ultimo colpo dovrebbe essere James Milner (in cambio di Onouha e Ireland più conguaglio).

ATTACCO: Si aspetta qui il vero crack. Emmanuel Adebayor non ha convinto, ma non avendo ricevuto offerte resterà. Carlitos Tevez e Craig Bellamy sono ai ferri corti con Mancini, nonostante una stagione splendida, a livello personale, per entrambi: se arriverà l'offerta irrinunciabile partiranno. Sono tornati dei giocatori a cui andrà cercata una sistemazione: Caicedo, Robinho (richiestissimo da Barcelona, Valencia, Besisktas e Bayern Monaco) e Jo che non rientrano nei piani di Mancini. Così come Santa Cruz, che è vicino all'OM. Detto di queste cessioni, con nessuno certo di restare, ecco le entrate possibili: Zlatan Ibrahimovic (magari in uno scambio con Robinho più conguaglio), Mario Balotelli ed Edin Dzeko. A questi si aggiunge il nome che più attira i tifosi: Fernando Torres, per cui pare che la squadra di Manchester sia disposta a staccare un assegno da 60 milioni di sterline. Oggi sono partite le prime smentite ma anche la notizia che vorrebbe il City interessato a Didier Drogba! Forse è solo fantamercato, ma il City, data la disponibilità economica, può farlo diventare mercato reale!
Fonte: TuttoMercatoWeb

5.7.10

PILLOLE/12 di Cioccio

1/Secondo quanto sostiene il Daily Mail, nella sua edizione odierna, potrebbe prospettarsi un derby di mercato tra United e City per portare a Manchester l’attaccante francese Karim Benzema. Roberto Mancini ne avrebbe fatto uno degli obiettivi prioritari, così come ha fatto Ferguson da tempo, ma sarà comunque difficile vincere la resistenza del Real Madrid e di Mourinho, che a differenza di Pellegrini intende puntare forte sullo stesso Benzema.
2/Secondo quanto si apprende dall’edizione di Sport.es, l’attaccante brasiliano di proprietà del Manchester City, Robinho, non si è ancora pronunciato sul suo futuro. Il calciatore verdeoro domani dovrebbe tenere una conferenza stampa dove parlerà delle sue prossime decisioni. Difficile, quasi impossibile, che possa continuare al Manchester City, così come che possa rimanere al Santos dopo il 4 di agosto, quando scade il suo prestito; il presidente del Peixe, Luis Alvaro Ribeiros, ha assicurato che il club ha la possibilità di trattenere il giocatore. Intanto, il Barcellona rimane alla finestra e aspetta.
3/Fernando Torres potrebbe lasciare il Liverpool. E' la clamorosa indiscrezione che rimbalza dai media inglesi, per i quali El Nino potrebbe lasciare i Reds per accettare magari la corte di Chelsea o Manchester City. Lo ha rivelato il suo agente José Antonio Martin ai media inglesi: "Quasi sicuramente Torres giocherà ancora in Inghilterra, ma non sono sicuro che lo farà con la maglia del Liverpool. Stiamo lavorando per il suo futuro e vi posso dire che non andrà al Barcellona. Hanno già preso Villa e vogliono investire in altri giocatori".
4/Roque Santa Cruz (28) attaccante del Manchester City, dopo l'eliminazione della Nazionale paraguaiana dal Mondiale, deciderà insieme ai dirigenti inglesi se continuare l'esperienza nella squadra allenata da Roberto Mancini. Secondo i tabloid inglesi, le possibilità di una conferma del giocatore sono minime. Nonostante il contratto in scadenza nel 2013, Santa Cruz potrebbe essere infatti ceduto ad una delle tante squadra che in questi giorni hanno sondato il terreno, su tutte Borussia Dortmund, Valencia e Palermo. Il club siciliano sembra voler puntare al giocatore paraguaiano che tra l'altro ha passaporto comunitario, avendo la cittadinanza spagnola. Il City che aveva acquistato Santa Cruz dal Balckburn Rovers lo scorso luglio adesso chiede circa 10 milioni di euro.
5/Secondo calciomeratoweb Edin Dzeko non vuole più aspettare: se entro 15 giorni la Juventus non definirà l’accordo con il Wolfsburg (quello fra Juve e giocatore c’è già) il bosniaco si riterrà libero di vagliare altre opportunità. Il giocatore infatti ha molto mercato ma vorrebbe evitare di ritrovarsi con un nulla di fatto. Il rischio è che la Juventus non concluda l’affare e nel frattempo il Manchester City acquisti altri giocatori. Da qui l’ultimatum, anche se la trattativa non è di certo una di quelle facili da concludere.

3.7.10

E STEPHEN IRELAND?

Roberto Mancini sta rivoluzionando il centrocampo della squadra. Dopo aver allungato il contratto di una stagione a Patrick Vieira, ha acquistato Yaya Toure venerdì e David Silva la scorsa settimana. Considerato che Silva potrebbe essere impiegato anche con centrocampista avanzato e non solo come ala, è chiaro che la posizione di Stephen Ireland sia in bilico. L'irlandese ha già manifestato la sua intenzione di andar via ma non ha mai formalizzato una richiesta ufficiale di trasferimento e Mancio nelle scorse settimane è stato chiaro: Ireland è un gran giocatore ma deve cambiare testa. Tradotto: per me può andarsene.
Ciò non significa che Stephen sia da svendere e dunque è corretto che la società valuti le eventuali offerte: Everton, Villa e Tottenham sono sulle sue tracce. Nonostante la stagione del City potrebbe essere molto lunga, date le competizioni da affrontare, se prendiamo anche Milner credo che sia inevitabile lasciar partire il genietto irlandese. Sarebbe un peccato ma come si dice in questi casi: essere all'altezza oppure no dipende solo da lui e temo che si sia già giocato le sue carte. Lasciati andare Martin Petrov, Sylvinho, Stuart Taylor e Benjani, i prossimi in lista sono Jo, Felipe Caceido, Valeri Bojinov, oltre ad Ireland.

E NON FINISCE QUI...

Il City non ha ancora finito la propria campagna di rafforzamento: ora la caccia è aperta verso il difensore brasiliano del Benfica David Luiz ed il centrocampista dell'Aston Villa James Milner. A propoisto del brasiliano, si parla di una quotazione di circa £28 milioni ed il Presidente del club lusitano ha dichiarato che il giocatore - al giusto prezzo - può lasciare lo Stadio Da Luz. In riferimento a Milner la trattativa è aperta da settimane e Mancio spera che il giocatore, al momento in vacanza, possa trasferirsi ad Eastlands al suo rientro. Il City ha finora offerto £20 milioni e spera di chiudere per una cifra inferiore ai £30 richiesti dal club di Birmingham.

TERZO ACQUISTO: YAYA TOURE

Il City ha acquistato finalmente Yaya Toure dal Barcelona ed il giocatore ha firmato un contratto di cinque anni. Mancio ha dichiarato che "Yaya è un altro fantastico acquisto e sono molto felice che sia qui con noi. Da molto tempo lo seguivamo. Ha giocato a grandissimi livelli con il Barca e sono certo che la sua abilità e la sua esperienza ci aiuteranno molto" Yaya raggiunge così suo fratello Kolo e rappresenta il terzo acquisto dell'estate dopo Jeremy Boateng (che oggi affronta Carlitos nel quarto di finale Germania-Argentina) e David Silva. La cifra ufficiale del trasferimento non è stata comunicata ma si parla di £28 milioni.

Mi pare che Mancio stia seguendo una linea molto chiara: non stiamo andando sui crack mediaticamente riconosciuti - nessuna trattativa per giocatori come Fernando Torres, Zlatan Ibrahimovic, Lionel Messi etc - ma su giocatori forti, affamati e con voglia di crescere ad alto livello. Yaya è il più affermato e garantisce esperienza. Il prossimo passo, a leggere i giornali, potrebbe essere Edin Dzeko ed anche lui, mi pare, risponde all'identikit. Non abbiamo bisogno di star con la pancia piena ma di potenziali star con la fame di passare alla storia di questo club. Io condivido totalmente questa impostazione.
Dario

PILLOLE/11 a cura di Cioccio

1/David Platt al Manchester City come vice di Mancini. L'ex centrocampista inglese di Bari e Sampdoria entra a far parte dello staff tecnico dell'allenatore Roberto Mancini.
2/Aleksandar Kolarov-Lazio ad un bivio. Rumors di mercato vorrebbero il terzino serbo in procinto di trasferirsi a Macnhester, sponda City. Violanews.com ha contattato in esclusiva il direttore sportivo della Lazio Igli Tare che ha rilasciato queste dichiarazioni sullo stesso Kolarov: "La cessione al Manchester City? Non posso commentare, adesso la situazione è diventata estremamente delicata. La Fiorentina? Vi rispondo così: a chi non piace Kolarov?". Parole che quindi fanno capire che Corvino aveva fatto un pensierino a Kolarov, forse in passato: adesso però il giocatore – come detto – sembra davvero ad un passo dal Manchester City, nonostante le smentite di Tare.
3/ Mancano solo gli ultimi dettagli per l’arrivo di Aleksandar Kolarov in Premier League dopo che la Lazio ha accettato l’offerta di 19 milioni di euro del Manchester City. Una conferma indiretta – scrive oggi il Daily Mail – dell’imminente chiusura della trattativa è la virata del Real Madrid che dopo aver inseguito a lungo il difensore serbo, ora fa pressing sul Chelsea per Ashley Cole.
4/ Conclusi i colpi Jerome Boateng, David Silva, il Manchester City non è ancora sazio e cerca sul mercato il quarto grande colpo di questa campagna acquisti: Edin Dzeko (25). L'attaccante bosniaco, seguito anche dalla Juve, piace tantissimo a Roberto Mancini e, per quanto le richieste del Wolfsburg siano forse eccessive, tali da scoraggiare proprio i bianconeri di Torino dall'acquisto, non dovrebbero essere in ogni caso sufficienti a far desistere i Citizens dalla volontà di acquistare il giocatore, per il quale potrebbero a questo punto presentare un'offerta più alta dei 35 milioni finora offerti.

1.7.10

BREAKING NEWS: KOLAROV AL CITY? di Cioccio

Aleksandar Kolarov è praticamente del Manchester City e l’annuncio ufficiale dovrebbe ar­rivare oggi. La trattativa è andata avanti tutta la notte a Villa San Sebastiano: nelle casse biancocelesti finiranno 18 milioni di euro. Il terzino serbo ha già l’accordo con il club di Mancini, firmerà un contratto pluriennale. La svolta è arrivata negli ul­timi due giorni e gli inglesi hanno avuto la meglio sul Real Madrid. I dettagli del­l’operazione sono stati definiti a Roma ne­gli uffici del presidente Lotito. Il Manchester City è scatenato, si è assicura­to l’esterno serbo e l’imminente raduno potrebbe produrre un’accelerazione della trattativa tra il club inglese e l’Inter per Mario Balotelli. Vista la complessità del­l’operazione il possibile trasferimento di Supermario oltre Manica rischia però di diventare un vero e proprio tormentone. Anche perché il club di corso Vittorio Emanuele, attraverso le parole del presi­dente Moratti, per il momento ha spiega­to che non intende cedere il suo attaccan­te (oggi summit di mercato tra Benitez e Branca). La palla, dunque, passa nuova­mente al City e, di riflesso, a Balotelli. Il tutto mentre l’Arsenal si è messo in posi­zione d’attesa, pronto a investire una par­te dei soldi incassati dall’eventuale ces­sione di Cesc Fabregas al Barcellona.
UPDATE Ore 11:55 Il Presidente della Lazio Claudio Lotito ha smentito tutto. Chi vivrà, vedrà....