9.1.11

FA CUP 3rd: LEICESTER 2-2 MCFC


Questo match sarà ricordato come quello in cui il maestro non ha ancora voglia di farsi dare una lezione dall'allievo. Tra il Leicester di Sven Goran Eriksson ed il City di Roberto Mancini ci sono 30 posizioni in termini di classifica e qualche centinaio di milioni di sterline di differenza ma questa disparità non si è proprio notata nell'incontro del terzo turno di F.A Cup perché i foxes di Svennie ci hanno tenuto testa costringendoci ad ospitarli il 19 gennaio nel replay. A dir la verità la squadra dello svedese è stata la migliore delle due. La gara è terminata in parità (2-2) e per noi hanno siglato James Milner e Carlitos Tévez.

Il Leicester, formazione di Championship, ha affrontato l'incontro con grande vigore e determinazione, forse contando sulla cosiddetta magia dell'F.A Cup che ha permesso a tantissime squadre nel corso dei decenni di eliminare le squadre più forti d'Inghilterra. Certo Joe Hart ha la sua bella fetta di responsabilità perché con il suo errore ha consentito ad Andy King di pareggiare nella ripresa ma ad onor del vero la squadra di casa aveva comunque creato varie occasioni per pareggiare e per spingerci al replay. I padroni di casa sono passati in vantaggio dopo 40 secondi grazie al debuttante Sol Bamba, autore di una prestazione maiuscola sia in difesa che nella fase d'attacco (sua un'altra occasionissima nel primo tempo). L'ivoriano è stato una costante spina nel fianco della nostra difesa, soprattutto nelle palle inattive.
Noi siamo scesi a Leicester con la classica difesa a quattro (Boateng, Kolo, Lescott, Kolarov), un centrocampo con lo stesso numero di giocatori (Milner, Vieira, SWP e AJ) ed una coppia in avanti (Jo e Carlitos). Cosa spinga Mancio a schierare Jo io proprio non lo so: il brasiliano è impresentabile.
Il City ha pareggiato i conti grazie ad una superba azione personale di Milner (al primo gol in blue,  minuto 23) ed ha raddoppiato, dopo una colossale palla gol mancata da AJ di fronte alla porta spalancata, con Carlitos allo scadere del tempo: scambio AJ-Milner sull'angolo, magistrale assist rasoterra di quest'ultimo e favoloso tacco dell'Apache.
Nella ripresa la partita è stata equilibrata ma noi non abbiamo dato la solita impressione di solidità difensiva, soprattutto sui calci piazzati; il centrocampo, nonostante l'ingresso di de Jong in luogo dell'impalpabile Shaun Wright Phillips, non ha controllato sufficientemente il gioco ed i foxes hanno alzato il pressing in modo tale da metterci in difficoltà. La rete del 2-2 è arrivata su papera di Hart ma il pareggio è meritatissimo per il Leicester. Peccato.

I VOTI

Hart 5 - Aveva più volte salvato il risultato ma sullo score finale pesa molto il suo errore sulla rete del 2-2.
Boateng 6 - In fase offensiva non è male ma deve migliorare tanto in difesa. E' giovane e crescerà.
Kolo Toure 5 - Nelle palle alte e nei calci piazzati ci hanno dominati. Il centrale difensivo deve avere per forza qualche cosa da farsi perdonare.
Lescott 5 - Anche l'altro centrale difensivo ha qualcosa da farsi perdonare...
Kolarov 4 - Sinceramente: inguardabile.
Wright Phillips 5 - Capisco che non giocare mai alla lunga pesi su un giocatore ma nella prima occasione da settimane lui non ha fatto nulla per far ricredere il manager.
Vieira 6 - L'esperienza non gli manca, le gambe cominciano a tradirlo.
Milner 8 - Fantastica prestazione: un gol, un assist, un salvataggio sulla linea, corsa, ritmo, grinta, dinamismo. Migliore prestazione stagionale.
Johnson 5 - Si è divorato una rete già fatta e non ha inciso per nulla in positivo.
Jo 4 - Durante la partita contro l'Arsenal, Cioccio mi ha detto: non possiamo spendere 300 milioni di sterline e schierare Jo. Io potrei dire la stessa cosa stasera, contro avversari certamente meno affascinanti. Io lo spedirei nella squadra riserve, sempre che non faccia danni. Davvero: basta!
Tévez 7 - Moto perpetuo ed un gol.
de Jong 5 - Niente da segnalare di buono; si è divorato il possibile gol del 3-2 a poco dalla fine.
Zabaleta 6 - Si è sbattuto ma nulla più.

IL VERDETTO

Dopo le roventi polemiche sul Boring City nella recente trasferta dell'Emirates, non abbiamo dato questa sera una buona immagine di noi stessi e soprattutto non siamo riusciti a passare il turno. Dopo un inizio fantozziano eravamo riusciti, pur tra varie difficoltà, ad andare al riposo addirittura in vantaggio. Mi aspettavo un controllo totale della gara nella ripresa ed invece i foxes ci hanno dato filo da torcere e si sono meritatamente guadagnati il diritto al replay. Mi chiedo: nelle ultime tre gare siamo stati sovrastati sul piano del ritmo (Blackpool, Arsenal e oggi). Spero sia solo un'impressione ma mi pare che non riusciamo a tenere il passo degli avversari. Era una flessione programmata, dal punto di vista della preparazione? Nonostante il turnover non riusciamo in questo momento ad essere abbastanza freschi: è vero che il periodo natalizio è stato molto intenso ma lo è stato anche per gli altri. Ora abbiamo una settimana intera di riposo.

Leicester: Chris Weale, Bruno Berner (Robbie Neilson, 90), Kyle Naughton, Jack Hobbs, Sol Bamba, Andy King, Lloyd Dyer (Martyn Waghorn, 79), Richie Wellens, Yuki Abe, Paul Gallagher, Darius Vassell (Steven Howard, 83).
City: Joe Hart, Aleksandar Kolarov, Jerome Boateng, Joleon Lescott, Kolo Toure, James Milner, Shaun Wright-Phillips (Nigel de Jong, 46), Adam Johnson, Patrick Vieira, Joao Alves Jo (Pablo Zabaleta, 74), Carlos Tevez.
Marcatori: Bamba 1, Milner 23, Tévez 45, King 64
Arbitro: M. Dean
Stadio: Walkers Stadium
Spettatori: 31200







2 commenti:

Alessio ha detto...

pienamente d'accordo per il fatto che non abbiamo giocato bene..

Blue ha detto...

Ciao Alessio.
Credo sia un momento difficile per noi. L'importante è passarlo indenni.
Poi arriverà anche la forma fisica, e allora ci divertiremo!!!