6.2.11

EPL 26 - MCFC 3-0 WBA



LA PRESTAZIONE

Nel giorno del suo ventisettesimo compleanno, Carlitos Tévez ha abbattuto il West Bromwich Albion con una tripletta ed ha consegnato al City una vittoria casalinga molto importante (3-0). Il pomeriggio ad Eastlands è stato marchiato a fuoco dall'Apache argentino che, oltre alla tripletta, è stato protagonista di una prestazione monstre. Ancora una volta, i blues si sono dimostrati Tévez-dipendenti e ciò non suoni strano: la rosa a disposizione di Roberto Mancini è di primissimo livello ma alla fine la differenza la fanno i fuoriclasse e Carlitos lo è.  La prova della squadra è stata molto positiva e l'approccio alla gara ha fatto subito capire che per i ragazzi di Roberto di Matteo sarebbe stato molto difficile uscire indenni da Manchester. Al termine del toccante minuto di raccoglimento per il grande Neil Young, il City ha aggredito subito gli avversari, mantenendo un pressing molto convincente e ripartendo con la sublime ispirazione di David Silva, sempre più a suo agio nelle piogge inglesi. Il palo colpito da Carlitos al minuto 5 su cross di Kolarov è stato solo l'antipasto: al 17° per fallo di Reid su un Kolarov scatenato, l'arbitro Atkinson ha fischiato il primo rigore della giornata, magistralmente trasformato da Tévez. Carlitos, restituito al ruolo di unica punta centrale - con Edin Dzeko accomodato in panchina da Mancini - ha torturato la difesa avversaria, sempre affiancato ed assistito a turno da Silva, dagli esterni - ieri in grande spolvero - e da Yaya Toure. La difesa è sembrata tornare ai fasti di un mese fa, concentrata e compatta, aiutata dal grande lavoro di filtro garantito da Milner e Barry, tra gli altri. Al 22° la partita si è virtualmente chiusa: un triangolo assolutamente fantastico tra Carlitos e David Silva ha messo l'argentino di fronte a Myhill e per il puntero albiceleste è stato un gioco da ragazzi piazzare la palla sul palo lontano e dare il doppio vantaggio ai citizens. Addirittura sublime il passaggio di ritorno del funambolo canario: quando Silva è ispirato ed asseconda Tévez il City vince tutte le partite. Al minuto 39 la partita ha assunto il suo risultato definitivo quando Tévez ha trasformato un altro rigore concesso per evidente fallo di mano di Thomas. Tévez ha così siglato il gol numero 18 in 23 partite!!! I tre gol non dicono tutto del dominio dei nostri ragazzi perché abbiamo creato anche altre occasioni importantissime: palo di Kolarov nella prima frazione, conclusione pericolosissima di Silva - sempre nel primo tempo - e gol divorato da Tévez nella ripresa. Insomma, un bel pomeriggio...finalmente!

I VOTI

Hart 7 - Ottima prestazione, coronata dalla parata su Brunt.
Boateng 7 - Buona la spinta sulla fascia e più disciplinata del solito l'attitudine difensiva.
Zabaleta 7 - Grande solidità difensiva sulla fascia sinistra.
Kompany 7 - Prestazione da Ministro della Difesa.
Kolo Toure 6 - Obiettivamente non è più il centrale dei tempi dell'Arsenal.
Barry 7 - Fa il "de Jong", buonissima prestazione.
Milner 7 - A me è piaciuto molto, si è sacrificato in un ruolo più difensivo che altro.
Yaya Toure 6 - Meno decisivo di altre volte.
David Silva 8 - Pura magia, nei piedi e nel cervello. E' impressionante come si sia adattato ad un calcio in teoria molto distante dalle sue caratteristiche. Devastante.
Kolarov 7,5 - Spostato a centrocampo, ha disputato una delle migliori prestazione dal suo arrivo. Fantastico il palo nel primo tempo.
Tévez 9 - C'è poco da commentare. Decisivo.
Dzeko 6 - Mancio dice che ha bisogno di tempo per adattarsi. Non è una bocciatura, anche David Silva ha fatto qualche "panchina" ad inizio stagione. Mancio è bravo a gestire questo aspetto. Lo aspettiamo tutti con grandissima fiducia.

IL VERDETTO

Mancio si è preso tutte le colpe delle ultime recenti prestazioni, sia per la scarsa qualità del gioco che per le amnesie difensive. Durante la settimana ha ribadito che preferisce essere noioso e vincere le partite 1-0, che i campionati si vincono con la solidità difensiva, sottolineando che con una difesa imperforabile David Silva e Carlitos vincono le partite da soli. Ieri è avvenuto proprio questo.
In più i risultati provenienti da Newcastle (rimonta epica dei magpies contro l'Arsenal da 0-4 a 4-4!!!) e la prima sconfitta dei cugini di campagna al Molineux contro l'ultima in classifica hanno rimescolato un poco le carte. Ribadisco: il nostro obiettivo deve essere un posto in Champions...meglio se ottenuto evitando i preliminari di agosto. Aventi, ragazzi!

City: Joe Hart, Vincent Kompany, Pablo Zabaleta, Aleksandar Kolarov, Jerome Boateng, Kolo Toure, James Milner, Gareth Barry, David Jimenez Silva (Abdul Razak, 90), Yaya Toure, (Edin Dzeko, 63), Carlos Tevez (Shaun Wright-Phillips, 87).
WBA: Boaz Myhill, Jonas Olsson, Nicky Shorey, James Morrison, Chris Brunt (Gonzalo Jara, 70), Steven Reid, Jerome Thomas (Carlos Alberto Vela, 46), Youssouf Mulumbu, Paul Scharner, Peter Osaze Odemwingie (Somen Tchoyi, 88), Marc-Antoine Fortune.
Marcatori: Tévez 17 rig, 22, 39 rig
Arbitro: M. Atkinson
Stadio: City of Manchester Stadium
Spettatori: 46846



Nessun commento: