14.2.11

MANCIO: CI SIAMO QUASI


Mentre tutto il mondo ammira la rovesciata di Shrek che ha deciso il derby di Manchester e si parla addosso ricordando che i soldi non comprano la gloria e che non potremo mai essere all'altezza dei cugini di campagna, al City of Manchester e dintorni si ragiona sulla prestazione dei ragazzi e sulle nostre prospettive future. Mancio sostiene che la differenza tra le due squadre sia minima ormai. Il gol capolavoro di Shrek sarà ricordato per sempre ma noi speriamo che tra qualche tempo qualcuno ricorderà anche la prestazione dei blues come una pietra miliare del nostro "Rinascimento"...finalmente la rivalità può dirsi seria e credo che i cugini dovranno sempre di più fare i conti con noi.

Se David Silva avesse messo trasformato la colossale occasione avuta al secondo minuto la partita avrebbe avuto un altro seguito. Se avessimo concretizzato la nostra relativa superiorità sul piano del gioco avremmo probabilmente portato a casa almeno un punto.

SE. SE. SE. 

I cugini di campagna stanno ridendo per tutte le nostre recriminazioni, pensando che la storia non è fatta dai "se" e che queste sono le solite lamentele di chi perde le partite. Sarei anche d'accordo se non fosse che per la prima volta da secoli noi abbiamo dimostrato che non siamo ai vertici per caso e che forse, come dice Mancio, ci manca davvero poco per spiccare il volo. E' una questione di tempo. Siamo andati ad Old Trafford per vincere ed abbiamo dimostrato grande personalità. Lo United ha gestito il match da grande squadra - sono decenni che è abituato a questi match. Mastrociliegia ha dichiarato che lo United ha giocato meglio - in barba ai meriti riconosciuti a noi - e dunque è probabile che anche lui possa far compagnia a bobby Charlton al centro per anziani a corto di memoria. I rags non sono la squadra migliore della Premier League ma vinceranno il loro diciannovesimo titolo perchè pare che si siano scordati di come si faccia a perdere.

Ecco Mancio: "Sinceramente dopo il pareggio credevo veramente di averla in pugno la gara perché loro non giocavano bene ma poi hanno risolto tutto con un colpo di genio. Noi dobbiamo migliorare, lavorare e crescere. Ma se veniamo qui a giocare questo tipo di partita allora va bene perché significa che siamo in crescita....e che ci siamo quasi. Se riusciremo finalmente a vincere un trofeo quest'anno allora cambieremo in un istante la nostra mentalità e la nostra consapevolezza. Siamo vicini allo United...molto vicini".


2 commenti:

Bahamuth81 ha detto...

il City non è così lontano dallo United, ma ha perso perchè i grandi giocatori c'erano in entrambe le squadre ma la squadra di Ferguson dimostra sempre di avere quel pizzico di cuore in più che ti porta a superare ostacoli che sembrano insormontabili. non è un caso quel gol di Rooney.. non è un caso quello di berbatov dopo il 2-2 del liverpool e potrei andare avanti ore con esempi simili

Dario Alberto ha detto...

Ciao Bahamuth81 e benvenuto!
Concordo totalmente con il tuo punto di vista. La mentalità vincente non la possiamo comprare ma la dobbiamo costruire negli anni. Purtroppo e per fortuna, l'unico modo è cominciare a vincere...