16.2.11

UEL 16 1st leg: ARIS 0-0 MCFC


Il City ha pareggiato ieri pomeriggio a Salonicco contro l'Aris (0-0) e probabilmente si deve parlare di occasione sprecata. Manteniamo intatte le nostre possibilità di passaggio del turno ma avessimo dimostrato più convinzione probabilmente saremmo usciti dalla Grecia con una vittoria in tasca. Edin Dzeko ha mancato due occasioni che avrebbero potuto regalarci il passaggio del turno in anticipo e Mancio lo ha abbastanza apertamente spronato a calarsi in fretta nella nuova realtà. Ecco il commento del nostro esperto di calcio europeo Gianfranco...

LA PRESTAZIONE


La trasferta dei nostri in Grecia si conclude a reti inviolate, con grande soddisfazione dei padroni di casa che conservano l’imbattibilità casalinga nelle competizioni europee (dura da 40 anni) e qualche rimpianto per Tevez e compagni che avrebbero dovuto secondo me fare di più. L’avversario sulla carta parte decisamente in svantaggio, sotto l’aspetto tecnico il divario è enorme e viene fuori piuttosto chiaramente già dai primi minuti di gara. Il City parte forte, come d’abitudine. Grinta, pressing a centrocampo, possesso palla e costruzione del gioco nel tentativo di portarsi subito in avanti. Il Mancio schiera un 4-2-3-1 coraggioso, con SWP, Silva e Tevez a supporto di Dzeko, Barry e Yaya Tourè a protezione della difesa composta da Richards, Boateng, Kolo Toure e Kolarov. Hart in porta, il redivivo SuperMario parte dalla panchina.
I nostri dirimpettai greci schierano un abbottonatissimo 4-1-4-1 con un trequartista, Toja, a supporto dell’unica punta Bobadilla. Chiaro l’obiettivo di limitare i danni uno per il nuovo allenatore dei greci Giannis Michalitsos, sedutosi in panchina soltanto un mese fa a seguito delle dimissioni di Hector Cuper. Il City, come dicevamo, parte forte, prova a costruire e sfiora il gol al quarto d’ora con Dzeko su assist di Kolarov. Il portiere Sifakis, decisamente il migliore in campo, sventa con un pizzico di fortuna. Per il resto è davvero pura noia, per veder di che colore ha la maglia Hart dobbiamo aspettare un tiro da fuori di Faty al minuto 33!

Secondo tempo che non decolla, anzi. Il nostro gioco tende a calare d’intensità e gli avversari provano a mettere il naso fuori dalla propria area, ma senza mai davvero combinare niente di concreto. Per fortuna ci prova un paio di volte il solito Dzeko: al 63° con un colpo di testa parato ancora un avolta alla grande dal portiere greco e 7 minuti dopo con un tiro da fuori che esce di poco. Al 77° entra anche Balotelli per SWP ma la solfa non cambia, finale con l’Aris sotto assedio ma alla fine il fortino resiste: 0-0 e qualificazione che si giocherà a Manchester, dove i nostri avversari faranno le barricate.

I COMMENTI

Le parole di Mancini a fine partita: "Stasera per noi era impossibile giocare con la palla a terra, ma va comunque bene. Dzeko deve fare di più ma è arrivato da poco e ci vuole tempo per migliorare l'affiatamento, mentre Balotelli, nei quindici minuti circa che ha giocato, mi è piaciuto. Non mi preoccupa la sua voglia di tornare in Italia: ora deve pensare a fare bene qui".

I VOTI

Hart 6; Richards 6, Kolo Touré 6, Boateng 6, Kolarov 6,5; Wright-Phillips 4 (77 Balotelli 6), Barry 5, Yaya Touré 6; Silva 6,5, Dzeko 7 (83 Zabaleta s.v.), Tevez. 5).

IL VERDETTO

Nonostante il divario tecnico non era una partita semplice e lo sapevamo. Avremmo però potuto e dovuto fare di più contro una squadra che ha pensato solo a difendersi e che a questo punto per passare il turno punterà decisamente ai rigori!
Avevamo la possibilità di lasciarci alle spalle la sconfitta dell’Old Trafford con una bella vittoria ieri sera e non l’abbiamo sfruttata, evidentemente ancora con la testa alla Premier e il morale sotto i tacchi. Forse è questo che ci manca, forse è quel pizzico di cinismo e motivazione che invece dovrebbero uscire fuori in momenti come questo. Il Real Madrid ha preso 5 gol dal Barcellona il lunedi, il sabato (5 giorni dopo) ha regolato il Valencia (terza in classifica) con un 2-0. Buone notizie: Mario Balotelli è di nuovo disponibile.

Aris: Michalis Sifakis, Kristi Vangeli, Garbini Pereira Michel, Guiaro Ronaldo, Nikolaos Lazaridis, Thanasis Pritas, Darcy Dolce Neto (Alberto Nery Castillo, 88), Ricardo Faty, Raul Bobadilla (Danijel Cesarec, 72), Juan Carlos Vega Toja, Daisuke Sakata.
City: Joe Hart, Micah Richards, Aleksandar Kolarov, Gareth Barry, Jerome Boateng, Kolo Toure, Shaun Wright-Phillips (Mario Balotelli, 77), Yaya Toure, Edin Dzeko (Pablo Zabaleta, 84), Carlos Tevez, David Jimenez Silva.
Arbitro: AU Mallenco
Stadio: Kleanthis Vikelidis Stadium
Spettatori: 21.000

Nessun commento: