25.2.11

UEL 16 2nd LEG - MCFC 3-0 ARIS


Il City ha spazzato via l'Aris Salonicco ad Eastlands (3-0) e si è qualificato per gli ottavi di finale di Europa League dove incontrerà la Dinamo Kiev. Il successo di ieri sera è arrivato grazie alla doppietta di Edin Dzeko nel primo quarto d'ora della gara ed alla rete di Yaya Toure a dieci minuti dal termine. Per la prima volta in stagione Mancio ha schierato tutti i suoi artiglieri: oltre al bosniaco, anche Carlitos e Mario Balotelli hanno preso parte alla festa europea. Ecco il commento di Gianfranco...

LA PRESTAZIONE


12 minuti. Tanto è bastato agli uomini di Mancini ieri sera per chiudere il discorso qualificazione e trasformare la partita contro l’Aris di Salonicco in un allenamento. Si gioca in uno stadio caldissimo: nonostante la temperatura rigida e una sorte sulla carta segnata fin dall’inizio, 4000 tifosi greci hanno seguito la loro squadra fino a Manchester e non si danno pace nel far sentire il loro appoggio ai giocatori. Non smetteranno un attimo di cantare, ballare e sventolare bandiere sugli spalti!
Manchester risponde con quasi 35000 persone, per un colpo d’occhio degno delle grandi occasioni. Si tratta invece di un sedicesimo di finale di Europa League, tra due squadre divise da un divario tecnico enorme e da un’impostazione tattica iniziale completamente diversa. I blues si schierano in campo con Hart tra i pali, difesa a quattro con Boateng, Lescott, Kompany e Kolarov, diga a centrocampo composta da Yaya Toure e Barry e attacco con David Silva, Tévez e Balotelli a supporto di Dzeko. 4-2-3-1 d’attacco quindi, per provare a scardinare fin da subito il fortino messo in piedi dall’allenatore dei greci che si presentano in campo con un 4-5-1 modello bunker per cercare di salvare il salvabile.

12 minuti, dicevamo. Edin Dzeko è in gran forma, ha voglia e si vede: al 7° un difensore avversario scivola su un lancio senza pretese di Kolarov, il bosniaco non si lascia pregare, 3 passi e fulmina il portiere con un rasoterra nell’angolo opposto. 4 minuti più tardi raccoglie un passaggio di Carlitos, indemoniato come se fosse una finale di Champions, e batte nuovamente Sifakis con un altro rasoterra, questa volta di sinistro e dopo essersi liberato del diretto marcatore, Michel.
Partita chiusa. Nessun segnale che possa far pensare ad una reazione dei greci. Il primo tiro verso la porta di Hart arriva al minuto 27, e sarà l’unico del primo tempo. Da segnalare l’uscita di Kompany per infortunio alla fine dei primi 45 minuti, unica nota negativa della serata. Speriamo non si tratti di nulla di grave. A sostituirlo sarà Zabaleta, con Boateng spostato al centro a fianco di Lescott.

Il secondo tempo sinceramente è un’agonia, col City che palleggia e l’Aris che prova a giocare ma senza troppa convinzione. Gli unici avvenimenti sono un palo di Balotelli al 74° e il terzo gol del City un minuto dopo, con Yaya Tourè che raccoglie una respinta su calcio d’angolo e scocca un tiro che batte il portiere avversario grazie ad una deviazione decisiva. Onore all’Aris di Salonicco e ai suoi generosissimi tifosi, ma decisamente non c’è stata storia.

I COMMENTI

Le parole di Mancini a fine partita: "Stasera grande primo tempo: era la prima volta che giocavano assieme Tevez, Balotelli e Dzeko e hanno fatto bene".

I VOTI

Hart 6; Kompany 6 (35 Zabaleta 6), Lescott 6, Boateng 6, Kolarov 6; Balotelli 6,5, Barry 6, Yaya Toure 6,5; Silva 6,5 (79 Wright-Phillips s.v.), Dzeko 7, Tevez. 6,5 (Vieira s.v.).

IL VERDETTO

Verdetto è proprio la parola giusta. Abbiamo fatto quello che andava fatto, senza storie e senza fronzoli. Unico neo della serata l’uscita di Kompany per infortunio, speriamo bene. Piccola nota a margine: è entusiasmante vedere lo stadio gremito e festante per una partita che, onestamente, non offriva un grandissimo appeal e che in Italia avrebbero visto in 100 persone.

City: Joe Hart, Jerome Boateng, Aleksandar Kolarov, Joleon Lescott, Vincent Kompany (Pablo Zabaleta, 35), David Jimenez Silva (Shaun Wright-Phillips, 80), Gareth Barry, Yaya Toure, Carlos Tevez (Patrick Vieira, 79), Mario Balotelli, Edin Dzeko.
Aris: Michalis Sifakis, Kristi Vangeli, Garbini Pereira Michel, Guiaro Ronaldo, Nikolaos Lazaridis, Darcy Dolce Neto (Konstantinos Kaznaferis, 80), Daisuke Sakata (Konstantinos Mendrinos, 46), Ricardo Faty, Thanasis Pritas, Juan Carlos Vega Toja, Raul Bobadilla (Sergio Contreras Koke, 61)  

Reti: Dzeko 7, 12, Yaya Toure 75.
Arbitro: P. Kralovec
Stadio: City of Manchester Stadium
Spettatori: 36.748

1 commento:

Blue ha detto...

Bella vittoria. Convincente!
Finamente abbiamo visto una formazione ultra offensiva in campo.
Dzeko sta arrivando!!! Speriamo anche questo trofeo...