18.3.11

UEL OF - MCFC 1-0 DINAMO KYIV

LA PRESTAZIONE


E' finita. La nostra avventura in Europa League si conclude agli ottavi di finale contro la Dinamo Kiev. Mario Balotelli firma la richiesta ufficiale di cessione facendosi espellere al minuto 36 del primo tempo per un'entrata assassina. Squadra in 10, umore a terra, rabbia e frustrazione nei confronti di un ragazzino milionario che fa il bello e il cattivo tempo fregandosene dell'allenatore, dei compagni, dei tifosi e dei propri datori di lavoro. Davvero una prova vergognosa e imbarazzante che fa il paio con la prestazione irritante dell'andata. Non rimane molto da dire, se non che siamo entrati in campo molli e senza convinzione, secondo me, e non abbiamo creato grandi pericoli al portiere avversario, a parte la clamorosa occasione davanti alla porta capitata purtroppo sui piedi di Balotelli al 5° minuto, tiro sopra la traversa da 2 metri. Al 39°, 3 minuti dopo l’espulsione, arriva il gol dubbio e fortunoso di Kolarov che sembra dare un minimo di sveglia alla squadra, ma di azioni manovrate e costruite non v'è traccia.
La Dinamo ha il grande merito di non chiudersi completamente ma di provare a giocarsela, nel secondo tempo Mancini aspetta il 76° per far entrare Dzeko ma il risultato non cambia.
Salutiamo quello che secondo me rappresentava l'obiettivo più prestigioso rimasto in questa stagione, speriamo nell'FA Cup e confidiamo che Balotelli finisca in tribuna il resto della sua avventura a Manchester.

I COMMENTI

Così il Mancio: «Era difficile ma non impossibile ribaltare il 2 a 0 dell’andata e se abbiamo giocato come abbiamo giocato in dieci contro undici, figuriamoci se avessimo giocato in parità numerica: avremmo fatto altri 2 o 3 gol. Quindi eliminazione firmata da Balotelli? Non ho visto bene il fallo dalla panchina, ma se è effettivamente da espulsione non ha fatto una buona cosa per la squadra. Se lo avessi saputo prima non lo avrei schierato, non c’era motivo di farsi espellere e comunque ripeto che non posso giudicare perché non ho visto bene, gli altri dieci hanno fatto benissimo. Peccato perché abbiamo dato tantissimo e tra due giorni c’è il Chelsea: spero di fare bene come oggi e di avere un pizzico di fortuna in più».
Nigel De Jong è convinto che il City abbia gettato al vento la qualificazione nella gara di andata. "E' così. Non abbiamo giocato poi così male nella prima partita, ma la Dinamo è stata decisamente più efficace - ha spiegato il centrocampista -. Questa sera è successo lo stesso, siamo rimasti in dieci molto presto e a quel punto trovare il secondo gol è diventato molto più difficile".
David Silva riassume così la prestazione dei Citizens: "Abbiamo avuto le nostre occasioni e non le abbiamo sfruttate. Siamo molto dispiaciuti per l'eliminazione, senza l'espulsione le cose sarebbero andate diversamente".

IL VERDETTO

C'è poco da commentare, partita falsata dall'espulsione. L'unico aspetto che mi permetto di segnalare è che il City gioca piuttosto male anche i primi minuti di partita (quando si dovrebbe essere freschi), senza idee e senza grande convinzione, a parte un solito, grandissimo Tevez che viene a mordere le caviglie degli avversari fino alla nostra linea di fondo! Grazie Carlitos, se tutti avessero questa grinta...

City: Joe Hart, Micah Richards, Aleksandar Kolarov (James Milner 88), Vincent Kompany, Joleon Lescott, Nigel De Jong, Gareth Barry (Adam Johnson 71), Yaya Toure, Mario Balotelli, Carlos Tevez, David Jimenez Silva (Edin Dzeko 76).
Dinamo Kyiv: Olexandr Shovkovskiy, Aparecido da Silva Danilo, Ognjen Vukojevic, Goran Popov, Andriy Shevchenko (Denys Garmash 62), Andriy Yarmolenko(Betão 92), Oleh Gusev, Roman Eremenko, Milos Ninkovic (Roman Zozulya 46), Atanda Ayila Yussuf, Leandro Almeida.
Ammoniti: Ayila Yussuf 39, Miloš Ninković 44, Carlos Tévez 45, Leandro Almeida 50, Vincent Kompany 62, N. De Jong 78, Yaya Touré 96
Espulsi: Mario Balotelli 36
Reti: Kolarov 39
Arbitro: Cüneyt Çakır (TUR)
Stadio: City of Manchester Stadium
Spettatori: nd

4 commenti:

Blue ha detto...

Balotelli Torna a Milano, vai dove vuoi, ma liberaci dalla tua presenza!!!

Noodles ha detto...

Esterno quelli che devono essere a mio parere i 5 obiettivi prioritari del City da qui a giugno in rigoroso ordine d'importanza:
1- Liberarsi di questo volgare cialtrone che insudicia e disonora la nostra maglia.
2- Liberarsi di chi lo ha preteso ad ogni "costo" e contro ogni ragionevole logica.
3- Non perdere il 65° derby consecutivo.
4- Entrare in Champions League.
5- Vincere la FA CUP.

Sono convinto che ieri sera lo abbia fatto apposta. Per facilitare la sua cessione ad un costo molto più ragionevole.
Lui e qual maiale del suo procuratore,CHE SIANO MALEDETTI, sanno purtroppo che siamo una società di ricchi scemi. Perchè una società normale non darebbe un budget illimitato a mediocri come HuGhes e Mancini.

Anonimo ha detto...

guardate che anche se fate finta di niente la partita con il chelsea c'è già stata ed è stata un'altra grande vittoria di quella "brava persona" che si chiama roberto mancini.

Blue ha detto...

Ciao Anonimo.
So che i blogger sono all'estero in questo momento.
Vedrai che presto aggiorneranno col post della sconfitta di Londra.
Sai, i tifosi del City non si tirano indietro nei momenti difficili. Se amassimo la vita facile e banale ci saremmo scelti un'altra squadra...