26.4.11

EPL 33 - BLACKBURN 01- MCFC


Con la vittoria nel monday night si chiude una giornata importantissima per i citizen. Nel weekend gli Spurs non erano andati oltre il 2-2 in casa contro il WBA, poi i Gunners si erano fatti superare dal Bolton. Così ci troviamo con 4 punti di vantaggio sul Tottenham (quinto) e a 5 punti dall’Arsenal (terzo), che però ha giocato una partita in più dei nostri ragazzi. Ma soprattutto si è finalmente sbloccato Edin Dzeko. Speriamo che questo goal sia il primo di una lunga serie con la nostra maglia.

La cronaca

Il City entra in campo con Hart, Zabaleta, Kompany, Lescott, Kolarov, De Jong, Barry, Johnson, Yaya Toure, Silva e Balotelli. La partenza del City è decisa. Al 2° minuto Silva colpisce l’incrocio dei pali della porta difesa da Robinson con una girata di sinistro dal limite dell’area. Al 9° Kolarov sfiora l’incrocio da 25 metri. Al 16° Barry gira di testa su calcio d’angolo e Salgado salva sulla linea. Bisogna attendere il 39° per la prima azione dei Rovers: Samba gira di testa su imbeccata di Salgado e sfiora l’incrocio dei pali. Il secondo tempo comincia con un colpo di testa di Yaya su assist di Silva a cui si oppone Robinson con un gran riflesso. Al 50° rispondono i Rovers: Olson manda sull’esterno della rete, girando al volo di sinistro su cross di Emerton. Al 67° Silva conclude di sinistro e sfiora il palo alla destra di Robinson. Al 74° Dzeko,entrato solo 2 minuti prima, conclude di destro una corta respinta della difesa del Blackburn dentro l’area e segna di destro il suo primo goal in Premier League. All’87° Jones manda alto, deviando di testa una punizione di Rochina dal lato corto delle nostra area. Al 91° Yaya non riesce a concludere un contropiede solo davanti a Robinson. Al 93° Hart salva il risultato, deviando una punizione di Olson.

La prestazione

Dopo un primo tempo dominato dal City, la ripresa è più equilibrata. La difesa è,come spesso accade, il punto di forza di questa squadra: Hart, sempre sicuro nelle uscite, compie l’unica parata al 93°. La superiorità a centrocampo, soprattutto nel primo tempo, è indiscutibile. L’unica nota negativa Balotelli che non incide più di tanto. La vittoria è meritata.

Le pagelle

Hart: 7,5 - Sempre sicuro.
Zabaleta: 6,5 - Tutto cuore e pomoni.
Kompany: 7 - Il solito Kompany. Una stagione da campione.
Lescott: 7 - In mezzo non si passa; erige la diga insieme al Kompany.
Kolarov: 6,5 - Una buona partita. Può fare di più.
de Jong: 6,5 - Quando c’è da lottare non si tira mai indietro.
Barry: 6,5 - Dà ordine al centrocampo.
Johnson: 6 - Non è la sua miglior giornata.
Yaya Toure: 7 - Corre meno del solito ma fa comunque sentire la sua presenza.
Silva 7,5: - Semplicemente incontenibile.
Balotelli 5 - Non pervenuto.
Dzeko 7 - Entra e risove.
Vieira - S.v.
Boyata - S.v.

La dichiarazione del Mancio

Sono molto contento per Dzeko perché e un bravo ragazzo; ha segnato un goal molto importante per noi. Spero che continui a segnare. Credo sia un attaccante fantastico. Abbiamo giocato bene soprattutto nel primo tempo. Il Blackburn non ha avuto occasioni da goal, a parte il calcio di punizione nel finale (parato da Hart n.d.r.). Adesso abbiamo 4 punti sul Tottenham, siamo a 5 dall’Arsenal. L’importante è continuare a giocare bene e a vincere.

Blackburn: Paul Robinson, Martin Olsson, Phil Jones, Christopher Samba, Gaël Givet (Mame Biram Diouf, 85), Míchel Salgado, David Dunn (Rubén Rochina, 63), Jermaine Jones, Brett Emerton, Benjani (Nikola Kalinic, 71), Jason Roberts.
City: Joe Hart, Aleksandar Kolarov, Pablo Zabaleta, Vincent Kompany, Joleon Lescott, Gareth Barry, Nigel de Jong, Adam Johnson (Edin Dzeko, 72), Yaya Touré, David Silva (Dedryck Boyata, 90), Mario Balotelli (Patrick Vieira, 84).
Rete: Dzeko 75.
Arbitro: A. Marriner
Stadio: Ewood Park
Spettatori: 23.529


2 commenti:

Blue ha detto...

E' la prima vittoria in trasferta del 2011. Speriamo che non sia l'ultima. Avanti così!

Kuspide ha detto...

risultato importantissimo sia per i punti sia perchè arrivato grazie ad una certa dose dei cinismo da grande squadra!
Adesso è importante mantenere la concentrazione perchè ancora non è finita.