12.5.11

TUTTI GENEROSI CON MANCINI...

Dalla Gazzetta dello Sport...

Londra, 11 maggio 2011 - Un’autorete di Peter Crouch manda il Manchester City “over the Blue moon” (Daily Mail), ma anche “into the promised land” (Daily Telegraph) e “in the big league” (Daily Star). Insomma, in Champions League, che era poi l’obiettivo minimo per questa stagione se Roberto Mancini voleva avere una speranza di mantenere il suo posto in panchina (e adesso si sussurra che sia pronto un rinnovo per due anni). Non a caso, “Job done for Mancini and City”, titola il Mirror Sports, sottolineando le parole dello stesso tecnico italiano. “Quando sono arrivato qui, avevo detto che il City poteva diventare uno dei primi club in Europa – ha spiegato il Mancio a fine gara - e questo è solo il primo passo. Sono molto orgoglioso, perché dopo molti, molti anni il Manchester City potrà giocare in Champions League e questo lo abbiamo ottenuto per merito dei giocatori che volevano la Champions e la meritano. E’ un sollievo averla raggiunta e sono felice perché questo è il nostro primo obiettivo”. Lo Stoke City, prossimo avversario nella finale di FA Cup, è dunque avvisato.

Il regalo di "Crouchie" — Peccato però che sabato a Wembley non ci sarà “Crouchie”, la cui sciagurata gaffe è costata al Tottenham la speranza dell’Europa che conta e che, quindi, per questo è finito alla pubblica berlina mediatica. E se il Guardian preferisce la cronaca (“City finally realise Champions League dream thanks to Crouch own goal”), il Daily Express opta per un gioco di parole con il nome dello spilungone attaccante che si fa verbo (“Spurs crouch at City’s feet”) per indicare il Tottenham ai piedi del City, mentre il “Daily Star” parla apertamente di regalo, spiegando che “Crouchie gifts City a top 4 spot”. E come celebrare al meglio l’approdo fra le grandi se non con un acquisto di quelli che faranno il botto? Detto fatto, ci pensa il Sun a lanciare la “bomba” con quel “Cesc in the City” che oltre a fare il verso alla popolare serie tv ipotizza il passaggio di Cesc Fabregas alla squadra dello sceicco Mansour per 50 milioni di sterline: 15 in più del prezzo fissato dall’Arsenal per lasciar partire il proprio capitano e, pertanto, fuori dalla portata di molti altri club che lo volevano, a partire dal Barcellona

1 commento:

Ace Birth ha detto...

gO mC. I like this kid:
http://www.youtube.com/watch?v=SQhlumVH2MQ