6.6.11

Il punto



Ciao a tutti amici del Blog.

La Premier League ha chiuso i battenti. Finisce per noi tifosi dei Citizen una stagione memorabile: abbiamo portato a casa la FA Cup, interrompendo un digiuno lungo 35 anni e abbiamo chiuso il campionato al terzo posto, che ci permetterà di essere ammessi alla fase a gironi della Champions League senza dover passare dai preliminari. Questo ci consentirà di gestire una preparazione estiva più equilibrata e di non correre rischi ad agosto: non essendoci più teste di serie nei sorteggi per gli abbinamenti dei preliminari, è meglio non sfidare la sorte.

Il quarto posto lo lasciamo all’Arsenal di Arsene Wenger al quale mostriamo le nostre terga dall’alto dei 3 punti in più in classifica. Complimenti al nostro amico per la sua ennesima stagione senza titoli. Meglio che cominci a pensare alla sua squadra anziché alla nostra.

Chiudiamo la stagione con gli stessi punti del Chelsea, che ad inizio stagione sembrava irraggiungibile. Insieme al Birmingham e ai cugini di campagna siamo l’unica squadra che ha aggiunto un trofeo alla propria bacheca quest’anno. E già, Sir Alex porta a casa un trofeo come noi quest’anno, niente Champions League. Ne approfitto per ringraziare il Barcellona che ha ridicolizzato lo United in finale. E’ sempre un piacere vederli perdere :-). Grazie Pedro! Grazie Messi! Grazie Villa!

Molto è stato fatto. Il miglioramento rispetto allo scorso anno è notevole. Siamo davanti a Tottenham ed Arsenal, a pari punti col Chelsea e a 9 punti dallo United, che non sono poi così tanti. La squadra è competitiva e va rafforzata, non stravolta durante questa sessione di calcio mercato. Sarà difficile trattenere Tevez, bisognerà trovare un sostituto all’altezza. Serviranno poi solo 2 o 3 innesti di peso, di quelli a cui lo Sceicco Mansour ci ha abituato, tanto per capirci…

Mi sarei aspettato che la dirigenza annunciasse un paio di colpi appena finita la stagione, mi sto abituando ad essere ricco :-). Forse i dissidi tra il Mancio e e i vertici inglesi, Garry Cook e Brian Marwood, hanno provocato una battuta di arresto alla nostra campagna acquisti. O forse il fair play finanziario ha cominciato a farsi sentire.
Noi aspettiamo fiduciosi. Chi vivrà vedrà.


Nessun commento: