4.8.11

Questa settimana ho letto che...

               
Ho letto che secondo Forlan “Per Aguero era meglio il Chelsea” e ho pensato che per Forlan era meglio stare zitto.

Ho letto che a Balotelli piacerebbe tornare in Italia, perché a Manchester non sta molto bene, e mi sono chiesto: “Lontano da casa, anche se mi dessero qualche milione di euro per giocare a pallone, sarei infelice anch’io?”; poi mi sono risposto di no!

Ho letto che Balotelli ha trovato una cassa di pesce marcio sulla sua Maserati e prevedo che ora Manchester gli piacerà ancora meno.

Ho letto che Cantona ha affermato che “Un calciatore dovrebbe pensare alla sua carriera e non al posto dove vive” e, mio malgrado, gli ho dovuto dare ragione.

Ho letto che Cantona ha proclamato di essere stato molto bene a Manchester e ho immaginato che sarà stato perché lì ha potuto dedicarsi al suo hobby di prendere a calci in faccia i tifosi del Cristal Palace.

Ho letto che Adam Johnson ha dichiarato "Resterò e lotterò per un posto in squadra” e ho desiderato che tutti nostri giocatori fossero così.

Ho letto che quest’anno Balotelli potrebbe andare al Milan in prestito e non ho capito se certi giornalisti ci credono idioti o sono idioti.

Ho letto che Cantona ha sentenziato “Il City non sarà mai forte come lo United, lo United lavora a lungo termine” e ho sorriso al pensiero dello stato del suo fegato.

Ho letto che tra i cugini di campagna c’è qualcuno che considera la Community Shield un’amichevole e ho capito che hanno paura di perderla.

Ho letto che il Real Madrid non offrirà più di 5 milioni di euro per Adebayor e mi ha fatto piacere che i 25 milioni di sterline spesi per comprarlo non fossero miei.

Ho letto che Cristiano Ronaldo non vuole Adebayor a Madrid e ho concluso che se rifiuti tre squadre importanti e poi ti ritrovi ad allenarti con i ragazzini, un po’ te la sei cercata.

Ho letto che Paul Lake… e mi sono commosso.

 

Nessun commento: