26.9.11

Bayern v City preview


Champions League 2011.12, Group A, Game 2
Bayern Munchen v Manchester City
Data: 27.9.2011
Ora italiana: 20.45
Stadio: Allianz Arena, Munchen

Che onore! Cominciamo ad assaporare il vero clima da Champions con la prima trasferta europea della stagione. Scendiamo in Germania per affrontare la squadra più titolata del paese teutonico ed una delle più prestigiose del panorama europeo, il Bayern Monaco. Prosegue la squalifica di Balotelli e così Mancini dovrà scegliere tra Dzeko, Tévez e Aguero davanti. Adam Johnson ha una caviglia in disordine e non sarà del match. Vedremo domani sera cosa avrà scelto il Mancio. Proviamo a sintetizzare quali possono essere le chiavi del match.

La difesa del Bayern. Tutti siamo ammirati dalla linea d'attacco dei biancorossi perché non molte squadre si possono permettere il lusso di schierare Frank Ribery, Arjen Robben, Thomas Muller e gli altri ma la vera differenza tra la scorsa stagione e questa è senza dubbio la difesa: gli uomini allenati da Jupp Heynckes non subiscono goal dal 7 agosto (nella prima partita di Bundesliga) ed hanno la rete inviolata da 9 partite (ben 883 minuti). Certo noi abbiamo un attacco atomico ma i nostri funamboli dovranno giocare una gara di altissimo livello se vogliamo interrompere la striscia di clean sheet dei bavaresi.

La coppia centrale difensiva. Anche qui dovremmo forse rivedere qualche convinzione diffusa. La coppia al centro della difesa è formata da due giocatori non troppo considerati in giro per l'Europa e cioè Holger Badstuber e Jerome Boateng...vale a dire il punto debole della nazionale tedesca negli ultimi mondiali ed un nostro apparente scarto. I due in realtà stanno giocando benissimo, in particolare Badstuber - restituito al suo ruolo preferito, là in mezzo piuttosto che spostato sulla fascia sinistra - è valutato come il miglior difensore del campionato, stando alle statistiche. Ha la febbre ma sono certo che giocherà. Boateng semplicemente non si è ambientato a Manchester ma è un ottimo giocatore e non solo in prospettiva.

Fermiamo il loro SuperMario. Certo che Ribery e Robben sono campioni con una fama internazionale più importante ma il vero spauracchio è Mario Gomez, meno famoso di loro. Dopo una prima stagione sotto tono, forse condizionata dall'enorme aspettativa creata dopo il suo acquisto dallo Stoccarda per ben 30 milioni di euro, alla sua seconda stagione SuperMario Gomez ha siglato ben 28 goal e nella prima parte di questa stagione non pare cullarsi sugli allori; è già a quota 8 reti (anche se 7 sono state siglate in due sole partite, contro Friburgo e Kaiserslautern)

Il modulo. Il vecchio santone Jupp Heynckes schiererà molto probabilmente uno schieramento con due giocatori davanti alla difesa - Anatoliy Tymoschuk ed il monumentale Bastian Schweinsteiger - e tre funamboli alle spalle di Gomez.

Allianz Arena. Non credo che troveremo un bell'ambientino domani sera all'Allianz Arena; anzi, se non ho capito male, le regole di quel frustrato di Platini impediscono di denominare lo stadio con il nome dello sponsor nelle gare europee (Mansour, ti fischiano le orecchie?) e dunque saremo di scena al Bayern Munchen Stadium! Noi rappresentiamo tutto ciò che i vecchi tromboni del Bayern disprezzano: la ventata di novità contro il conservatorismo che i tedeschi incarnano così bene. Detto questo, il Bayern è una grandissima squadra....io firmo alla grande per un punticino!












5 commenti:

Cioccio ha detto...

Sarà durissima. Per noi ma anche per loro. Anche io firmo per un pareggio ma ce la giochiamo!

Noodles ha detto...

Sono preoccupatissimo per questa trasferta. Anzi, di più. Noi siamo sempre comunque dei quasi debuttanti per questa platea. Loro sono carichi di medaglie, prestigio ed esperienza. Starei guardingo, abbottonato. E' una di quelle partite da interpretare come molte la passata stagione. Sono preoccupato, però è quello che abbiamo sempre sognato!

Kuspide ha detto...

Aanalisi con i fiocchi. Ero convinto anche io che Boateng fosse un gran giocatore e lo sta dimostrando.
I tedeschi sono davvero in forma e motivatissimi. Gichiamo nello stadio della prossima finale, quindi saranno motivatissimi e l'ambiente sarà molto caldo.
Credo che siamo cresciuti ed è ora che ci confrontiamo con le grandi del calcio europeo.

daniele ha detto...

No raga non sono d'accordo.Se vogliamo diventare "GRANDI" sono queste le sfide da affrontare a viso aperto consapevoli della nostra forza.Se partiamo con l'obbiettivo del pareggio stiracchiato non andiamo da nessuna parte.Si va per vincere,altro che storie.Poi puo' andare bene o male,sara' il campo a decidere,ma la mentalita' deve essere quella della GRANDE squadra.
Pensate che il Barcellona affronti una squadra forte per pareggiare?

Anonimo ha detto...

Be non esagerare adesso... il city è una grande squadra però non puoi fare il paragone con il barca perchè è di un'altra categoria