6.9.11

I dolori del giovane Carlos


Due mesi fa avevo scritto "Trattenere Tevez sarebbe il nostro più grande acquisto". Poi, dopo la sua richiesta di cessione e "l'offerta" del Corinthians, mi ero abituato all'idea di perderlo. Avevo persino scritto il post di addio, un misto tra riconoscenza e delusione. Poi è arrivato il Kun Aguero e ho pensato che la sua permanenza potesse essere un problema. I giorni passavano e la deadline del calcio mercato si avvicinava senza che arrivassero offerte serie per Carlitos. E' così è arrivato il primo di settembre e l'argentino è rimasto un Citizen.
 
Mancini ha cambiato impostazione rispetto allo scorso anno e ha giocato con 2 punte pure supportate da Nasri e Silva, cosa impensabile lo scorso anno. E così la mia paura che fosse di troppo è sfumata. Le partite sono tante e, con un Balotelli che si dimostra sempre meno affidabile, l'attacco non si può reggere tutta la stagione sui soli Aguero e Dzeko. Tevez è stato accolto bene da tutta la squadra e dallo stesso Mancini, con il quale qualche tensione probabilmente in pasato c'è stata. Anche lui ha dichiarato di avere superato i suoi problemi e di essere contento di essere rimasto con noi.

Ma cosa era successo a Tevez? Lo ha raccontato lui stesso in una recente intervista. "Non sono la m**** che hanno scritto che sono. Ho solo avuto grandi problemi personali questa estate. Sono ingrassato più di 5 chili e ho dovuto ricoverarmi in una clinica. Ero depresso e mangiavo e mangiavo... Solo i miei amici e la mia famiglia sanno cosa ho passato" Carlos ha sempre detto che il suo problema era la lontananza dalle sue figlie. Adesso la sua famiglia è a Manchester e speriamo che abbia superato i suoi problemi. Certo è che le sue difficoltà personali non gli hanno impedito di regalarci una stagione eccezionale lo scorso anno. Non oso pensare cosa potrebbe fare quest'anno se fosse sereno.

I presupposti per un'altra grande stagione dell'Apache al City ci sono tutti. Staremo a vedere. Io comunque ho ancora una copia del post di addio che avevo scritto: potrebbe servirmi l'estate prossima...




1 commento:

Dario ha detto...

Troppe volte ci avventuriamo in giudizi sui giocatori senza ricordare che sono persone anche loro, con i loro problemi ed i loro casini. Io a Carlitos sono molto affezionato. Primo perchè è argentino ed io adoro quel paese. Secondo perchè ha lasciato lo United per venire da noi. Terzo perchè è un attaccante fenomenale ed ha sempre dato il 100% con la maglia blue.
Aguante Carlitos!