24.10.11

Sei volte City


Una partita così non l'avevo mai neanche sognata. Sei goal uno più bello dell'altro. Balotelli segna, guadagna l'espulsione di Evans e poi raddoppia. Silva esegue magie con una facilità straordinaria, ispirando tutte le azioni dei Citizens e festeggia il ritorno al goal. Dzeko, entrato per concedere la standing ovation a Supermario, mette a segno una doppietta e irride i cugini di campagna alzando al cielo le sei dita. Il Kun segna, come sempre. Milner distribuisce assist come noccioline. Tourè e Barry sono una diga insuperabile. Clichy e Richards sono padroni delle fasce. Lescott e Kompany chiudono puntualmente ogni speranza a Rooney e compagni. Hart fuma un paio di pacchetti di sigarette, annoiandosi mortalmente tra i pali del City.

Non starò a fare la cronaca della partita, perché tra i goal e le occasioni che abbiamo avuto scriverei un libro, non un post. Preferisco raccontare della faccia incredula di Mastro Ciliegia, che aggiunge euforia alla nostra gioia dichiarando: "E' il giorno più brutto della mia vita." Preferisco ricordare la sentenza della vigilia di Nani: "Batteremo il City." e quella di Flatcher: "Ricorderemo al City chi siamo." Credo che tutte le dichiarazioni spocchiose rilasciate a più riprese dai giocatori dello United dal giorno nero dello Shield ad oggi ci abbiano caricato a mille. Da parte nostra nessuna risposta sui giornali, ma tanta rabbia covata dentro e tirata fuori oggi. A partita ormai decisa i nostri ragazzi non hanno mai cercato di addormentare il match ma sono sempre ripartiti quando recuperavano la palla. E' in quella voglia di segnare ancora, di umiliare l'avversario che c'era la risposta alle provocazioni di Caino Giggs e Rooney dei mesi scorsi.

Mancini non ha infierito. Neanche una parola fuori posto. Come sempre si sono alzati per lui i cori dagli spalti. Ha fatto un gran lavoro, per una volta diamo ragione a Mastro Ciliegia. Ha recuperato Balotelli che sembrava perso, ha fatto accettare la panchina a gente come Dzeko, Nasri e Johnson. L'unico che non è riuscito a recuperare è Tevez. Ma si sa, il solo che fa miracoli a Manchester è Merlino Silva :-)

Per noi tifosi del City è stato il giorno del riscatto. Dopo tutti quei derby persi all'ultimo minuto, dopo la rimonta subita in Community Shield. Non siamo più i poveri, come tanto tempo fa, o i ricchi scemi, come ai tempi di Huges. Siamo i padroni di Manchester. E a questo proposito vorrei concludere riportando il post che un anonimo tifoso dello United ci ha lasciato il 28 febbraio scorso, dopo che avevamo perso  per 2 a 1 l'ennesimo derby: "Non meritate altro che di essere sfottuti perchè ancora una volta ve la siete presa in quel posto, your players make money, our players make history!!! " Beh, a quanto pare i nostri giocatori fanno goal. Sei per la precisione!

Cioccio
 

2 commenti:

ro_ve ha detto...

una partita perfetta!!!!!!!

Michele Motta ha detto...

Clichy sempre in anticipo su Nani Lescott e Kompany 2 muri Milner cavalcava la fascia e sfornava cross a ripetizione SILVA MOSTRUOSO Barry e Touré insuperabili Balotelli apre le danza con un colpo di biliardo Agüero e Dzeko timbrano il cartellino mettendo la loro firma... Che dire è stata una gioia immenza vedere irritati sbigottiti, arrabbiati e frustati i cugini americani che al 70° già facevano ritorno a casa con la coda tra le gambe e MASTROCILIEGIA MASTICARE AMARO INCREDULO... Dopo i tuoni di ieri il MONDO sa chi comanda a MAnchester e presto in Europa e nel Mondo... GRANDE PROVA DI CARATTERE, MATURITA' e RABBIA AGONISTICA. Grazie City.. Il cielo è sempre più Blue...