22.1.12

All'ultimo respiro


di Cioccio

Ragazzi, che partita ! Che vittoria! Che gioia!

Un pomeriggio strano. Un viaggio paradiso-inferno andata ritorno! La partita sembrava essere sui binari giusti. Nel primo tempo il dominio del City è netto e le occasioni fioccano. Aguero ostacola incredibilmente Dzeko che mette fuori, Silva conclude a lato su imbeccata del Kun, Aguero conclude sul portiere un bel cross di Richards, che aveva rubato palla sulla trequarti. Si va al riposo e l'inattivo Hart comincia ad informarsi sul prezzo del bilgietto. Nella ripresa dal 56° al 64° accade di tutto. Silva imbecca Nasri con uno splendido passaggio in verticale ed il francese fa partire una fucilata, che si insacca sotto la traversa. Ancora Nasri batte il calcio d'angolo su cui si avventa Lescott, che sradica il pallone dai piedi di Parker e va letteralmente in meta entrando in porta col pallone.



Sembra finita e invece Savic sbaglia un intervento di testa e lascia passare Defoe, che salta Hart in uscita e riapre la partita. Poi Bale riporta il match in parità con uno splendido tiro sotto l'incrocio dei pali. Tutto in 8 incredibili minuti. A questo punto l'inerzia psicologica è tutta degli Spurs! Si arriva al 90° e vengono annunciati 4 minuti di recupero. Al 91° ancora lo spaesato Savic sbaglia l'intervento a centrocampo, che consente a Bale di servire Defoe, che incredibilmente sbaglia a porta vuota. Infine l'apoteosi: Supermario si procura e traforma il rigore che decide la partita!



David Platt riferisce di un Mancini furioso nello spogliatoio: "Le parole di Roberto sono state pesanti anche se non ha gridato. Era molto arrabbiato per il regalo fatto in occasione del primo goal e del calo di concentrazione, che ha permesso agli Spurs di rientrare in partita così presto dopo il doppio vantaggio. E' stata comunque una incredibile partita e una vittoria meravigliosa per noi. Un minuto prima stavamo perdendo la partita e quello dopo l'abbiamo vinta. Comunque sono solo 3 punti. Il campionato è ancora lungo"

Redknapp, che nell'arte del moralismo e del lamento assomiglia sempre più a Wenger, si lamenta di un fallo, a mio avviso del tutto involontario, di Balotelli su Scott Parker: "Non mi piace chi colpisce glia avversari in testa sul campo da gioco. Che motivo aveva di colpire Scott? Certi gesti sono sbagliati. Non mi piace vedere dei giocatori che reagiscono in questo modo alle sfide. Sono molto sorpreso che non sia stato espulso."

Purtroppo i cugini di campagna non mollano, sono passati per 2 a 1 sul campo dell'Arsenal e non possiamo godere pienamente di questa vittoria last minute. La corsa è ormai a 2 ed è più che mai avvincente. La Premier quest'anno si gioca a Manchester! 
 




8 commenti:

Dario ha detto...

Redknapp è molto confuso, poverino. Sono dieci giorni che si è iscritto al partito dei gufi ed oggi è uscito da Etihad con una sconfitta che un minuto prima poteva essere un trionfo assoluto. Capisco quindi che sia frustrato e che veda un fallo di espulsione inesistente. Si consolerà contro lo United, magari....
Vittoria magnifica, emozionante ed importantissima. Peccato per la vittoria dello United.

ro_ve ha detto...

vincere al 94' è sempre uno spettacolo! atleticamente stiamo migliorando ma gli ultimi 20 minuti la squadra non ha più corso; anche secondo me balotelli non andava espulso però non credo che lo zio di lampard vada crocifisso.

Anonimo ha detto...

Scusate volevo dire che mi ha fatto molto piacere vedere Jones dello Utd uscire in barella ieri me lo ricordo mentre faceva sì con la testa quando hanno espulso Kompany. Adesso facciamo noi sì con la testa. Rednap è 'mbriaco dalla sera alla mattina e je rode er culo! Ciao Alex

alakai ha detto...

no questo no dispiace sempre quando un giocatore esce in barella anche se dei cugini dispiace piu che wenger ci ha messo del suo ieri.cmq lo utd dimostra di essere una grande squadra. pero il city puo solo perderlo da solo il campionato. ora pensiamo a merc insisto ce la possiamo fare sono poco il liverpool il nome è altisonante tt qua basta che non giochi il cvane randagio

Dario ha detto...

Alex, mi dissocio TOTALMENTE dalle tue parole. Lasciamo la volgarità a chi ce l'ha nel proprio codice genetico: il Man U. Non abbiamo bisogno di augurare il male a nessuno. Battiamoci con le nostre forze e basta. Ti pregherei di non scrivere MAI PIÙ cose del genere sul nostro blog. Grazie.

Daniele ha detto...

Allora il caro Redknapp chiede la testa del Balo per il colpo in testa all'avversario.Innanzitutto impari a pagare le tasse e non a fare l'italiano in Inghilterra e poi caro Mr.Redknapp sappia che il Balo ha colpito deliberatamente in testa il suo giocatore quindi e' inutile che faccia tante storie,lo sappiamo tutti che il Balo e' colpevole.Pero' a noi non ce ne frega un tubo.L'importante sono i tre punti presi se poi per prenderli dovevamo scippare una vecchietta mentre faceva la spesa al mercato....va be' si faceva anche quello,non c'e' problema.Era troppo importante vincere.Adesso ci mancherebbe solo che squalifichino il Balo x 4 giornate e lo stesso 4 giornate x Lescott per la gomitata.Significherebbe che nella FA esistono due pesi e due misure.Si vedono talmente tanti falli in Premier che dovrebbero squalificare meta' dei giocatori,ma la cosa che mi affascina e' che i giocatori inglesi incassano botte su botte senza fare una smorfia,se la botta in testa il Balo l'avesse data a Cassano o Milito o Totti ecc ecc avremmo visto scene di dolore e di sofferenza che ci voleva Madre Teresa di Calcutta a lenirli e curarli,ma per piacere.

Noodles ha detto...

Concordo con Dario. Anche io trovo decisamente volgare l'intervento di Alex. Dobbiamo essere eleganti e signori, come la nostra società. Che non raccoglie mai, e dico mai, le continue provocazioni provenienti da dirigenti e tesserati di società che continuano a non farsene una ragione sul fatto che il Manchester City si è accomodato al tavolo dei pretendenti ai titoli con tanto appetito e senza chiedere il permesso. Una curiosità: ma a chi avremmo dovuto chiederlo questo permesso???? Sono certo, che alla fine se ne faranno una ragione. Spero anche che Arsene Wenger, paladino di sopracitata categoria, dal basso dei suoi 18 (DICO 18!!!!!!!!!!) punti d distacco,la smetta di sentirsi un diretto concorrente ed inizi a preoccuparsi dei denari dei vari Newcastle, Stoke City, Swansea etc. etc. Con il massimo, massimo, massimo rispetto per queste meravigliose società citate, solo per fare un esempio.

Dario ha detto...

Ciao Daniele, concordo con te sull'importanza della partita, su Redknapp e sui sospetti a proposito della FA. Su Balotelli invece no. A meno che la tua non sia ironia! ;-)