9.1.12

Appello contro la follia: domani sapremo...


di Dario Gigante

E' ufficiale la scelta del City di fare ricorso contro l'imminente ed assurda squalifica del capitano Vincent Kompany per quattro turni a seguito della demenziale espulsione nel derby di coppa. Sapremo domani se almeno la Football Association rimedierà in parte (molto in parte) alla follia dell'arbitricchio Chris Foy, probabilmente un abbonato dello United nei giorni di pausa. Ci sarà una riunione proprio martedì pomeriggio per esaminare il caso e in serata avremo il verdetto. Se i giudici avranno un minimo di intelligenza e di dignità discuteranno cinque minuti della questione, giusto il tempo di rivedere le immagini e attenuare l'insopportabile ingiustizia. Se dovremo rinunciare al nostro capitano per quattro turni (doppia sfida in League Cup contro il Liverpool, Wigan e Spurs), sapremo che per vincere la Premier League dovremo battere anche la stupidità e la malafede, oltre ai nostri avversari. Come dicevo in un commento, Mastrociliegia, Shrek e Rio Ferdinand hanno per l'ennesima volta dato prova della loro boria, della loro arroganza e della loro malafede. Bene, nessuna novità sotto i plumbei cieli di Manchester....

Post Scriptum ore 22:00

Vorrei segnalare a tutti l'opinione di Graham Poll, considerato da molti il miglior arbitro inglese degli ultimi 25 anni, in riferimento all'espulsione di Kompany.
Mr Poll, nella sua rubrica sul Daily Mail, ha scritto quanto segue:

L'espulsione di Kompany è stata severa, agli arbitri si consiglia sempre di evitare di cacciarsi nei guai e di fomentare polemiche. Chris Foy non ha ascoltato nessuno di questi consigli. Vincent Kompany non si sarebbe dovuto tuffare in quel modo ma era in pieno controllo del suo corpo e del suo movimento, non come Frank Lampard autore contro gli Wolves di un intervento molto più scomposto e pericoloso, finito soltanto con un'ammonizione. Si potrebbe dire che quello di Kompany non fosse neanche fallo e Nani non si lamenta, in effetti. Se proprio l'arbitro voleva farsi notare nel giorno del derby, al massimo poteva estrarre un cartellino giallo. Non mi è piaciuta la reazione di Wayne Rooney e Michael Carrick perché hanno creato pressione all'arbitro affinchè buttasse fuori Kompany. In questa partita sarebbero anche serviti i giudici di porta: avrebbero potuto aiutare l'arbitro a rilevare il fallo di Kolarov su Valencia ed il fallo di mano in area di Jones, entrambi episodi da calcio di rigore. Non è stata una buona giornata per la terna arbitrale.

Così...giusto per precisare....
(Non risulta che Graham Poll sia in alcun modo tifoso del Manchester City Football Club)


4 commenti:

Lillo ha detto...

L'espulsione di Kompany,anche se dura da accettare, e' sacrosanta.Il regolamento parla chiaro.Double footage,non si puo' entrare a due piedi,anche se vai sul pallone e non tocchi l'avverasrio,e' vietato e basta.L'assurdita',se mai,e' la pena.4 giornate di squalifica,in quanto recidivo,non le danno neanche a chi ammazza la madre!La gestione di Mancini e' stata eccellente,non a caso dopo i suoi due cambi abbiamo accorciato le distanze e sfiorato il pareggio,il resto sono chiacchiere.Se il Mancio e' antipatico a qualcuno...beh questo e' un altro discorso.

ManchesterCity.it ha detto...

Ciao Lillo, intanto grazie per il tuo commento. Il regolamento è interpretato dagli uomini, da che mondo è mondo. E' evidente a tutti che il modo di arbitrare tipico degli arbitri inglesi è molto diverso da quello degli arbitri continentali. Eppure il gioco è lo stesso. La regola scritta può anche parlar chiaro ma l'arbitro non ha applicato il buon senso comune nel caso di Kompany. Il capitano è entrato in modo deciso ma è arrivato sul pallone un'ora prima di entrare in contatto con Nani. Qualche partita fa ho visto un intervento di Frank Lampard identico ed il centrocampista del Chelsea è stato solo ammonito. In mille altre occasioni ho visto interventi simili che non sono neanche stati considerati fallosi. Soprattutto in Inghilterra. Altrimenti stabiliamo che non sia più possibile entrare in tackle. Definire sacrosanta un'espulsione per un intervento così pulito è un'opinione rispettabilissima ma non condivisibile.

Su Mancini: non so a chi tu ti riferisca quando parli di antipatia verso il manager. A me piace moltissimo e lo ritengo il manager giusto per portarci a vincere. Detto ciò, il fatto che i suoi cambi abbiano portato risultati evidenti nel derby non fa altro che avvalorare quel che penso io: li ha fatti in ritardo, regalando di fatto il centrocampo allo United per quaranta minuti.
Dario

Cioccio ha detto...

Ciao Lillo.
Benvenuto sul nostro blog.
Se il metro di giudizio in UK fosse sempre quello del signor Foy, i secondi tempi delle partite di Premier ricorderebbero il calcio a 5.
Non credi?

PalmaCity182 ha detto...

Haha in effetti... Dai non era neanche fallo, era un entrata decisa, fin troppo forse, ma il takle è pulitissimo.