1.1.12

La beffa di inizio anno


di Cioccio

Un capodanno da incubo.

I risultati di ieri ci avevano consentito un brindisi col sorriso: i cugini di campagna superati incredibilmente all'Old Trafford dal Blackburn ultimo in classifica, il Tottenham fermato sul pari dallo Swensea e il Chalsea battuto a Stamford Bridge dall'Aston Villa. E invece a Sunderland va in scena una partita che neanche se fosse stata scritta da un tifoso dello United sarebbe stata così beffarda. Finisce 1 a 0 per i Black Cats, con un goal in palese fuori gioco al novantatreesimo, a 2 secondi dalla fine. I nostri ragazzi stanno attraversando un vistoso calo atletico, ma oggi avrebbero meritato in ogni caso la vittoria. Il pareggio sarebbe stato stretto, figuriamoci una sconfitta. La madornale svista arbitrale non ci consente di tornare solitari in vetta.  

Mancini ha tenuto a riposo Balotelli, Silva, e Agüero in vista dell'impegnativa partita di martedì contro il Liverpol. Non è il City di inizio stagione e si vede. Il possesso palla è quello solito (sarà il 70% a fine gara) ma il ritmo è molto più compassato. Il primo tempo, giocato alla moviola, produce solo un'occasione: la traversa colpita da Dzeko al minuto 34. Nella ripresa entrano il Kun e Merlino Silva. I Citizens giocano sempre al rallentatore, faticano ad andare sul fondo, ma le occasioni importanti da rete arrivano. Agüero fallisce una rete da distanza ravvicinata, Richards manda di testa sulla traversa il tape in sulla respinta di Mignolet, che si oppone ad una conclusione di Siva. Poi l'incredibile epilogo.

Mancini è sconsolato: "Meritavamo di vincere questa partita, penso che sia incredibile non avere portato a casa i 3 punti oggi. Abbiamo tentato in tutti i modi di segnare, abbiamo fatto tutto ciò che potevamo. Oggi non era il nostro giorno e quando è così non c'è nulla da fare. Siamo stati molto sfortunati ma dobbiamo metterci subito questa gara alle spalle, perché abbiamo un match importante da giocare tra 2 giorni."

In una stagione credo che ci stiano anche sconfitte come queste. Non ci sono squadre che non cadono mai. Le grandi squadre sono quelle che si rialzano subito. Adesso bisogna guardare al Liverpool, che ci farà visita mertedi all'Ethiad Stadium. Loro avranno 4 giorni di riposo avendo giocato venerdì, noi solo 2. Anche il calendario, oltre alla sfortuna, è contro di noi in questo periodo. Cerchiamo di limitare i danni a gennaio. Quando ci riprenderemo fisicamente torneremo a volare!



8 commenti:

Dario ha detto...

Una partita difficile da raccontare a chi non l'ha vista. Condivido l'opinione di Cioccio: siamo meno brillanti (molto meno) del solito ma oggi meritavamo la vittoria. Larga, anche.
Indegno il telecronista che ha appena detto del palese fuorigioco che ci ha condannati. Dopo il furto di Stamford Bridge, questa decisione conferma che non è il nostro momento.

Francesco ha detto...

Ciao a tutti. Continuo a ripetere e a pensare che uno Ya Ya Tourè in queste condizioni sia deleterio e inutile per la squadra. Vuole fare il fenomeno, ma in questo momento va al rallentatore (come tutta la squadra) e paga dazio in mezzo al campo. A questo punto meglio che parta per la Coppa d'Africa, così almeno il Mancio ne mette uno migliore...

Luciano-Rocco ha detto...

Caro Francesco, riguardo a Yaya Tourè con me sfondi una porta aperta. Va comunque detto che da un paio di partite qualcosa non funziona vuoi per un calo fisico di alcuni interpreti e vuoi anche per la cocciutaggine di Mancini a voler con loro insistere. Mi duole dirlo ma ci sono anche calciatori che chiamati a dimostrare qualcosa di buono -Kolarov- il più delle volte sono deludenti.Oggi bisognava vincere a tutti i costi per poter poi anche non farlo con il Liverpool mercoledì. Così purtroppo con loro non si può sbagliare. Ciao.

ro_ve ha detto...

è un momentaccio... la squadra cammina è evidente, in più ci si mette anche la sfortuna; secondo me il mancio non ha colpe, forse poteva gestire meglio le energie con milner e de jong che hanno riposato per 1 mese senza motivo, ma non sarebbe cambiato nulla

erni ha detto...

scusate la mia ignoranza,ma qualcuno di voi puo' illuminarmi su come e' organizzato il calendario della Premiere League andata/ritorno?

Dario ha detto...

In Premier League non c'è un vero e proprio ordine di andata e ritorno come in Italia. Solo alcuni blocchi di partite sono ripetuti secondo una sequenza. Quindi capita di affrontare una squadra per due volte nel giro di qualche settimana.
Quanto al resto: anch'io non ho capito il motivo per cui alcuni giocatori - su tutti AJ e de Jong - siano stati quasi messi da parte negli ultimi tempi. Yaya è stanchissimo ma lui, Silva e il Kun sono per Mancio quasi intoccabili. Accettiamo le scelte di chi allena tutti i giorni i giocatori, sono certo che il manager abbia la situazione in mano. Cerchiamo di tener duro, il momentaccio passerà.

Dario ha detto...

A Luciano Rocco: Yaya è molto giù di forma, da un mese ormai. Ma davvero Mancini lo considera il cuore della squadra, basti pensare al ruolo che gli ritagliò l'anno scorso. O alla folle somma spesa per portarlo ad Eastlands. È un po' il suo allenatore in campo. Quindi non sorprendiamoci se non lo toglie mai. Concordo con te sulla sfida contro il Liverpool ma dubito che riusciremo a vincere, date le nostre condizioni.

Dario ha detto...

A Francesco: mi sa che non abbiamo un giocatore migliore di Yaya, in quel ruolo e con quelle caratteristiche. Piuttosto speriamo che non torni disfatto dalla Coppa d'Africa.