7.2.12

Money, Money, Money

di Cioccio

Che il City sarebbe stato attivo soprattutto in uscita nella finestra di mercato di gennaio, lo sapevamo. Mancini era stato chiaro fin da subito: "Prima si vende e poi si vedrà." Il pezzo da novanta, Carlos Tevez, non è stato venduto e quindi il nostro manager ha potuto fare fronte solo in parte alle presunte carenze di organico da lui denunciate. E' arrivato in prestito gratuito il solo Pizzarro, di cui ho già parlato nel mio post precedente (Who's that boy). Sono partiti invece Wayne Bridge e Nedum Onuoha, che insieme a Tevez componevano il terzetto dei bocciati da Mancini.




La telenovela Tevez riprenderà in estate. Tutti sono rimasti fermi sulle loro posizioni. Il giocatore continuava a rifiutare qualunque destinazione diversa dal Milan. I rossoneri lo volevano senza sborsare un euro fino a giugno e senza nemmeno dare garanzie su un futuro acquisto. Il City ha voluto precisare che a Manchester sono abbastanza ricchi da fare giocare a golf Tevez con un lauto stipendio e non così scemi da regalarlo a Galliani, che si è dimostrato più fotogenico che abile sul mercato. La permanenza dell'Apache ci costerà 250.000 sterline a settimana fino a giugno, circa 7,5 milioni di euro. Credo poco all'apertura di Mancini che ha dichiarato: "Tevez può tornare utile, ma solo se è in forma.", senza poi includerlo nella lista UEFA. A me smbrano parole più finalizzate alla battaglia legale che sta per scatenarsi tra la società e il giocatore, che al reintegro dell'argentino in squadra.

   
Whayne Bridge si è accasato in prestito al Sunderland fino a giugno. Ci liberiamo per i prossimi 6 mesi di un ingaggio di 90.000 sterline a settimana, con un risparmio di più di 2,5 milioni di euro. A giugno se ne riparlerà visto che, grazie a quel genio di Mark Hughes, il difensore ha un contratto con noi che scadrà alla fine della prossimana stagione, a giugno del 2013.


Nedum Onuhoa, come ho già scritto in un post (Good night and good luck, Nedum) a suo tempo, indosserà la maglia del QPR: ha firmato un contratto che lo legherà ai londinesi per 4 anni e mezzo. Il City ha ottenuto due milioni e mezzo di sterline. A bilancio vanno anche le 40.000 sterline a settimana risparmiate sull'ingaggio di Onuoha, circa 2,5 milioni di euro all'anno.

Aspettiamo l'estate per il mercato col botto e magari con un altro shopping in casa Wenger...


2 commenti:

Dario ha detto...

Non sono sicuro che il City paghi Tévez se l'argentino continua a passare l'estate a casa sua; se il calciatore non adempie agli obblighi contrattuali i soldi non li prende.
Risparmiare due dindi su Bridge è ottimo, aver venduto Onuoha meno.
Galliani più fotogenico che abile è una battuta meravigliosa!
Quanto alla prossima finestra di mercato, io comprerei giocatori dell'Arsenal solo per il gusto di vedere la faccia del sacerdotino gallo :-)

ro_ve ha detto...

galliani e joorabchian hanno fatto i conti senza l'oste, però bisogna dare atto a mister cravatta gialla di averle provate tutte e quindi non ha colpe se la proprietà del milan non ha stanziato il denaro per il cartellino di tevez. mi pare che l'apache guadagni 198 mila sterline a settimana ai quali andrebbero aggiunti gli eventuali premi legati ai titoli vinti, ma concordo con dario sul fatto che al momento non credo che carlitos percepisca lo stipendio.