17.4.12

L'ora dei rimpianti o l'ora della speranza?


di Cioccio

Carlitos Tevez conferma che il suo valore sul campo non si discute. Così come non si discute la sua follia comportamentale fuori dal campo. In ogni caso tra Tevez e City se non è pace almeno è tregua: "Non è stato facile tornare ad allenarmi e a giocare, ma il City mi ha supportato e lo staff tecnico è stato fantastico con me. Apprezzo davvero tanto l'aiuto che mi hanno dato. Sono davvero felice per aver giocato bene e per aver segnato, voglio ringraziare i miei compagni per il supporto che mi hanno dato. Possiamo ancora vincere il titolo. Ovviamente dobbiamo mettere pressione sullo United. Abbiamo solo bisogno di continuare a giocare nel modo in cui stiamo giocando adesso e abbiamo buone possibilità."  
 Gli fa eco Mancini: "Ciò che è accaduto oramai fa parte del passato: non ci sono problemi né in allenamento né nello spogliatoio. Alla fine della stagione vedremo in che condizioni saranno i nostri giocatori e faremo le nostre valutazioni. Ora concentriamoci sulle prossime quattro partite."  
 Tutti uniti fino al 13 maggio. Poi si vedrà.

 

Il City sembra tornato quello di inizio stagione. Bisogna mettere pressione sullo United e sperare. Fino a questo momento i cugini di campagna hanno dimostrato di reggere più di noi la pressione. Si sono "rilassati" la settimana scorsa col Wigan dopo avere raggiunto 8 piunti di vantaggio grazie ad un'incredibile serie di risultati. Dopo la battuta di arresto si sono immediatamente ripresi, rifilando 4 reti al Villa, che probabilmente avrebbero superato anche senza il consueto aiutino arbitrale. Io sinceramente continuo a crederci poco, ma la speranza è sempre l'ultima a morire. In ogni caso sono contento che la reazione ci sia stata. Mi sarebbe dispiaciuto molto concludere questo campionato crollando. Siamo Ancora lì! E i cugini di campagna devono sudarsela fino alla fine questa Premier!

7 commenti:

Luciano-Rocco ha detto...

Caro Cioccio,con il dovuto rispetto, io non parlerei di rimpianti.Il City ha fatto un campionato esemplare e sono uno United stratosferico fuori casa potrà alla fine relegarci al secondo posto. Ripeto una Premier League eccezionale da parte dei nostri e la ciliegina sulla torta sarà sicuramente la vittoria nel derby, poi vada come vada sempre forza City.Ciao amico.

Lele ha detto...

Se fai (come probabilmente farai) più punti di quanti ne bastarono lo scorso anno per vincere il titolo con 9 di distacco, se a 4 dalla fine la terza in classifica non ti può più prendere, se oggi hai il miglior attacco e la miglior difesa, non puoi avere rimpianti. In 38 gare i punti persi sono ovunque, la squadra (calciatori e allenatore) ha espresso qualità e limiti, personalmente mi ha impressionato di più la qualità espressa per tanti mesi e ritrovata in queste due giornate, non pensavo se ne potesse costruire così tanta (e corale, non individuale) in così poco tempo, sui i limiti io credo (non da ora e non vale solo per il City) che occorra tempo, non tempo fine a se stesso, ma tempo da passare ai vertici, a contendersi trofei, a giocare partite pesantissime, a sopportare pressioni e ad imparare a gestirle. Resto convinto che la strada sia più che giusta, al punto che vorrei ricominciarla domani questa stagione, con tutti gli stessi effettivi, Carlos e Mario compresi. Ma serve tempo anche per questo. E serve tempo anche allo United. Vincerà, certo, forse, ma non è ancora il tempo, noi ci siamo ancora, quando vogliamo, maledettamenti belli come nessuno ha saputo essere in questa Premier. Ho tanto la sensazione che per i diavoli si debba festeggiare piuttosto in fretta perchè da quel momento in poi, per loro e per altri, non ci sarà più tempo. Se non ragoniamo di pancia, il futuro ci appartiene, e il presente deve fare i conti con noi. 4 vittorie, ragazzi, QUATTRO, proviamoci, eppoi vediamo come sarà andata a finire!

PS - scusate ma sto a mille ;)
ci credo ancora, maledetto masochismo

Giacomo ha detto...

Pienamente d'accordo con Lele nei concetti e nei modi in cui li ha espressi.

Dario ha detto...

Effettivamente è impossibile darti torto, Lele....

ro_ve ha detto...

secondo me la squadra che detiene il miglior attacco e la miglior difesa è senza dubbio più forte delle altre (anche in virtù dell'1-6 nello scontro diretto con i cugini di campagna), e se alla fine il city non arriverà 1° è giusto avere dei rimpianti e porsi qualche domanda. ogni campionato fa storia a sè, lo scorso anno lo united ha totalizzato "solo" 80 punti perchè ha disputato un'infinità di partite, arrivando in fondo a quasi tutte le competizioni. mastro ciliegia ha gestito le energie in campionato, cosa che ha permesso ai red devils di arrivare fino alla finale di champions league. ora ci vogliono 12 punti e poi incrociamo le dita.

Anonimo ha detto...

Come ho già detto se dovessimo fare 12 punti(non semplice per carità) secondo me saremmo campioni! Se ciò non dovesse avvenire avremmo cmq fatto 89 punti, quindi un campionato incredibile e solo la tenacia dello United e 5/6 punti rubacchiati ci avrebbero impedito il successo della Premier. Mancio forever

Anonimo ha detto...

Decisamente l'ora della speranza Cioccio...ho appena puntato sulla vittoria della Premier.. Ci davano a 5 ed ho voluto punirli:-) offrirò da bere a tutto il forum dovessi avere ragione!
Mancio forever