27.10.12

Cuore e Batticuore


di Cioccio

Il City taglia il traguardo del trentaquattresimo risultato utile consecutivo all''Ethiad: 31 partite vinte e 3 pareggi tra le mura amiche. Una vittoria tutt'altro che scontata quella di oggi pomeriggio. I nostri ragazzi erano chiamati a reagire dopo l'ennesima delusione europea. Non era semplice, non era scontato, ci sono riusciti. E' stato un match dai 2 volti: in grande difficoltà i ragazzi in blue nei primi 45 minuti, decisamente meglio nella ripresa.

Siamo scesi in campo con il solito 4-2-3-1. In difesa Mancini ha preferito Nastasic a Lescott mentre ha confermato Clichy, Kompany e Richards. Lescott ha pagato la pessima prestazione di Amsterdam, mentre sono convinto che il nostro manager avrebbe volentieri punito le ultime infelici dichiarazioni di Richards ma è stato obbligato a schierarlo, vista la contemporanea indisponibilità di Zabaleta e Maicon. In mezzo al campo Yaya e Barry erano scelte obbligate, essendo Milner squalificato ed infortunati tutti gli altri centrocampisti. Dietro a Tevez, schierato come punta centrale, il Mancio ha scelto il Kun, sempre sia lodato, Nasri e Kolarov.

Il primo tempo è stato decisamente il peggiore dell'era Mancini: squadra lenta, nessuna traccia di movimento senza palla, una marea di passaggi sbagliati, il gioco offensivo affidato ad incomprensibili lanci lunghi per saltare il centrocampo aggressivo dei gallesi, neanche una palla goal, un solo tiro in porta comodamente bloccato da Vorm. Solo una miracolosa uscita su Michu di Joe Hart, santo subito, ha impedito allo Swansea di andare al riposo in vantaggio.

 
Al rientro in campo Balotelli ha preso il posto dell'inconcludente Kolarov. Qualcosa è sicuramente successo negli spogliatoi, perché i Citizens hanno giocato con ben altra intensità, creando più grattacapi a Vorm nei primi 2 minuti della ripresa che nell'intera prima parte di gara. Pressing alto e ripartenze veloci ci hanno consegnato il centrocampo. Le occasioni da rete sono fioccate anche se Hart ha trovato il tempo di salvare un'altra volta il risultato. Poi al 61° Tevez ci ha portato in vantaggio con una splendida conclusione da 25 metri. Obiettivamente dopo avere segnato non abbiamo rischiato nulla, nonostante i quasi 13 minuti di recupero che hanno fatto della partita di oggi la più lunga della storia della Premier League.


Soffriamo ancora tanto in questo periodo. Il momento è difficile, in Europa ci prendono a pallonate e al di qua della Manica siamo ancora l'ombra della macchina da goal dello scorso anno. Arriveranno tempi migliori, ne sono sicuro. Nel frattempo le buone notizie sono che abbiamo portato a casa 3 punti importantissimi, che Hart ha concluso la partita illibato per la seconda volta in questa stagione e che domani potremmo goderci in poltrona la sfida tra il Chelsea e i Secondi Cugini: almeno una delle due contendenti non terrà il nostro passo. Concludo facendo i migliori auguri a Vorm e Richards, emtrambi usciti in barella. Speriamo di rivederli presto in campo. Purtroppo pare che il nostro difensore starà fuori per un mese.

Buona notte Citizens!

11 commenti:

Maxsince80 ha detto...

Grazie per la sintetica e precisa analisi. Sono contento per i 3 punti e in minima parte anche per la reazione della squadra, soprattutto sul piano nervoso, nel secondo tempo. Non giochiamo bene, ma teniamo egregiamente, almeno in Premier, il passo nei primi posti e questo è, al momento, tanta roba. In merito ai tanti goal subiti, leggevo ieri sul Times una statistica che mette in risalto come le squadre, oggi prime in classifica, siano in percentuale più perforate rispetto ai campionati passati. Secondo me ha ragione Mancini quando afferma che è cresciuto il potenziale di alcune squadre di medio livello, in attacco e nella manovra. Ciò, naturalmente, non giustifica le difficoltà della nostra difesa in questa stagione.
In questi giorni, fra polemiche (Richards e la difesa a 4) e critiche varie a Mancini, anche noi ci siamo esposti in commenti più o meno plausibili. Questo può avere un senso se accompagnato da un presupposto fondamentale: il nostro Tecnico non può essere diventato all'improvviso un incompetente . Chi c'era sulla panchina il giorno in cui abbiamo vinto il titolo? o la FA cup? Ieri, ad esempio, a me è sembrato che nel secondo tempo non ci sia stato solo l'ingresso in campo di Balotelli a dare profondità alla squadra, ma anche lo spostamento di Nasri sulla destra e questa mossa, a mio parere, ha aperto il gioco e permesso uno sviluppo della manovra più veloce. Questo accorgimento tattico lo addebito a Mancini.
Buona domenica a tutti.

ManchesterCity.it ha detto...

Ciao Max. In genere quando le cose vanno male il primo imputato è il manager, soprattutto al City. Dico così perché il fatto che la società sia ricca e capace di prendere grandi giocatori espone Mancini - quasi per diritto divino - all'obbligo di vincere e giocare bene.
Il problema non è leggere critiche più o meno condivisibili in un blog di tifosi ma in un giornale vero o nel sito di un giornale vero. Io sono un tifoso e ho pure diritto a volte di farmi prendere dallo sconforto e scrivere critiche negative dettate dalla passione. I pennivendoli dovrebbero essere persone più competenti, razionali e precise. Se date un'occhiata ai siti dei quotidiani inglesi trovate un "tiro al piccione" contro Mancio e lo staff. Ridicoli.
Buona domenica anche da parte mia.
Dario

Kuspide ha detto...

Ragazzi mancini negli utlimi 2 anni ha scritto la storia di questo club, non scherziamo, ha dato un volto e una fisionomia di squadra ad un mucchio di giocatori arrivati da mezzo mondo con le tasche piene di soldi, ha dato un gioco preciso, aggressivo, divertente, e alla fine anche vincente, ha gestito alla grande diverse beghe interne, tipo Tevez e Balotelli. Chiedere il suo esonero ad ogni partita persa, per quanto giocata vergognsamente, è davvero un delirio. Una società seria gestisce le situazione a mente lucida e programma il futuro con criterio, il tiro al'allenatore facciamolo fare agli zamparini e ai preziosi.
Detto questo, la situazione è difficile e la squadra non gira, secondo me anche ieri per quanto abbia fatto poco, Hart è stato comunque il migliore in campo. La squadra è lenta e disunita, certe dichiarazioni denotano del nervosismo e della tensione che acuiscono, invece di risolvere i problemi, i europa facciamo figuracce. Mancini lo scorso anno lo davamo per esonerato quando era finito a 8 punti dalla vetta dopo un girone di andata dominato. E' riuscito a non perder la calma, ha unito e motivato il gruppo consentendogli dai fare quel miracolo che ancora oggi festeggiamo, sono sicuro che sia in grado di fare altrettanto per correggere la rotta in questo inizio di stagione. E poi ripeto: se non sarà stato in grado di farlo lo valuteremo a fine stagione, a mente fredda.
Per il momento è fondamentale tenere il passo dei nostri avversari, non ci dimentichiamo che lo scorso anno all'andata lo UTD sembrava in crisi nera, aveva mezza squadra in infermeria, faceva fatica a tenere il nostro passo, prendeva 6 gol nel derby e poi ha perso la premier per differenza reti! La stagione è lunga....

ILSAPO ha detto...

Giochiamo male ma penso sia normale dopo le fatiche di coppa, sopratutto in virtù del fatto che il ns manager non ha potuto fare causa infortuni tutti i cambi che voleva!!
Ragazzi visto che lo criticate ogni volta diamo merito al sig. Mancini di aver avuto il coraggio di lanciare Hart, 2 anni fa quando era stato preferito a Given qualcuno aveva "storto il naso", ora credo che sia uno dei migliori portieri al mondo.

P.s.: sono Fabio vi seguo sempre e oggi ho deciso di scrivere per la prima volta, se mi permettete vorrei dirvi che a volte siete un po' troppo.....come dire critici nei confronti di team e manager, non si puo sempre vincere e vi ricordo che in primis siamo dei TIFOSI!!

Anonimo ha detto...

giusto siamo tifosi il sapo ma il discorso è un po piu complesso. vedon scrivere che mancini ha sbagliato una partita sola non è vero monaco a pallonate napoli a pallonate o quasi real a pallonate e neanche la fortuna sfacciata che abbiamo avuto è riuscito a non raddoppiare su ronaldo lasciandolo uno vs uno con zabaleta dopo e maicon prima e non sto parlando di un attaccante qualsiasi ma del numero uno o due del mondo ad amsterdam pallonate per non parlare di oporto lisbona kiev in europa è un disastro totale. mancini ha fatto un gran lavoro pero parliamoci sinceramente chi è che ha la squadra del city? forse solo il real e io credo che ha il dovere non di vincere ma di evitare figure ignobili come negli ultimi 2 anni anche ieri ma come si fa a subire un tempo intero lo swansea non il barcellona ma una simpatica valida squadretta gallese che tutta la squadra non vale tevez non ci siamo ragazzi un po di obbiettivita non guasterebbe. non cè giustificazioni al fallimento europeo il terzo incluso l europa legue del primo anno. mancini è il capo e deverispondere in prima persona,

Maxsince80 ha detto...

@Dario innanzitutto, colgo e apprezzo il "quasi per diritto divino". Leggo con discreta continuità gli articoli sul City che la stampa inglese e non propina quotidianamente. Non mi sfugge ne il "tiro al piccione" ne la ricerca della polemica a tutti i costi, a volte dettata dall'invidia o dal timore che il City possa soppiantare altre realtà calcistiche che si considerano, loro, irraggiungibili per diritto divino. In quanto alla passione dei tifosi e alle loro libere esternazioni mi trovi del tutto d'accordo.

Kuspide ha detto...

Ciao anonimo hai ragione a dire che certe figure in europa sono ormai frequenti e ripetute e non possono essere tollerate a lungo, sicuramente Mancini è l'allenatore e dovrà assumersi le sue responsabilità. Quello che intendevo è di prendere le dicisioni analizzando le situazioni a 360 gradi e a mente lucida, non sill'onda delle emozioni dopo le figuracce. Dopo il QPR della scorsa stagione Mancini non è diventato un genio, nè l'allenatore a vita del City. Però allo stesso modo dopo amsterdam Mancini non è un brocco e non lo mando via un minuto dopo. La società ha avviato un progetto, sceltyo una guida e raccolto dei risultati importanti. Se nel proseguo di questo progetto le cose non dovessero andare come si pensava si faranno le dovute considerazioni, tra cui anche un cambio guida, probabilmente. Io però non metterei in discussione Mancini a metà del guado, primo perchè credo che meriti rispetto e fiducia per come ha lavorato, secondo perchè penso sia in ogni caso controproducente per la squadra.
Ripeto, sono d'accordo con te, certe figure in europa non sono accetabili, non più, secondo me. Purtroppo faccamo ridere oltremanica da 3 anni. Se qualcosa non cambia nei prossimi mesi, e se anzi la situazione dovesse peggiorare anche in campionato, di sicuro si dovranno fare dell scelte pesanti. ma fino al 94 minuto dell'iltima giornata di Premier io non farei rivoluzioni :-)

MANCIOMAO ha detto...

Ieri partita dura difficile ma con tre punti molto importanti per il morale,spero.sono andato a rileggere post del passato e onestamente devo dire che siamo cambiatiTUTTI parecchio,prima c'era la fiducia il sogno l'aspettativa ora,forse ,sottolineando IO PER PRIMO,abbiamo un palato proteso ai grandi risultati roboanti con il limite delle troppe critiche e cadute in depressioni varie,ragazzi ripeto ho sempre amato la cultura del calcio inglese dove il manager veniva fatto lavorare per anni,trovare valutazioni di cambio mister e altro un po' mi deludono,segno di troppa italianita.ricordo il tempo perso a segare i vari Bellamy ADE Robinholavoro che ha tolto tempo prezioso al nuovo lavoro .Oradopo quasi tre anni e dopo tre trofei se al secondo anno usciamo dalla champions pensiamo già al sostituto? Non sono in sintonia con questo pensiero,il manager come la squadra sta' migliorando parecchio e credo ci voglia del tempo lungo per tutto,anche per l'Europa.se proprio ci sarà un funerale europeo( al quale ancora non partecipò) credo sia interessante fare strada in Europa league) OPPURE A NOI NON INTERESSA PERCHE' SUPERIORI????i?Provocazione....buona domenica a tutti..

Dario ha detto...

Io penso che sia inevitabile essere critici. Partecipiamo a questa discussione perché abbiamo voglia di esprimere il nostro parere, no? Ed il nostro parere è a metà tra l'essere tifosi e l'essere il più possibile razionali. Non ci vedo nulla di male. Sono anni (ed anni) che tifo City e devo ammettere che fino al 13 maggio mi sono spesso fatto prendere dalla frustrazione e dallo sconforto nei miei commenti. Scrivendo a volte anche cose che non pensavo proprio a causa dello stato d'animo post-partita. Basta leggere le mie risposte ai vari commenti dopo la sconfitta all'Emirates la scorsa stagione.
Ora la vedo diversamente: siamo i Campioni d'Inghilterra e dato che non è possibile pensare di vincere tutte le partite e tutti i campionati mi fermo e dico che dobbiamo avere pazienza, che questo gruppo di giocatori e questo manager hanno fatto benissimo perché oltre a vincere abbiamo spesso giocato alla grande nelle ultime due stagioni. Se ora non gira tutto come vorremmo ci saranno dei motivi ma io ho fiducia che alla fine della stagione saremo lì a giocarcela con tutti. Non so se vinceremo ma a dirla tutta non mi interessa nemmeno: non è che siamo diventati il Real Madrid. Mi interessa essere competitivo il più a lungo possibile: qualcosa porteremo a casa nei prossimi anni.
In Mancio & the players I trust.
Vi abbraccio.
@Fabio Ilsapo: benvenuto, torna a commentare!

Lele ha detto...

@Dario

"Non so se vinceremo ma a dirla tutta non mi interessa nemmeno: non è che siamo diventati il Real Madrid. Mi interessa essere competitivo il più a lungo possibile: qualcosa porteremo a casa nei prossimi anni.
In Mancio & the players I trust."

Da scolpire nella pietra, oltre che nella memoria.
100%

diggio ha detto...

Tanto sono convinto che tutti i pseudotifosi che criticano mancini a fine anno se dovesse rivincere la premier saranno tutti felici e contenti...Non è la prima volta che espongo il mio pensiero sul tecnico e che prendo le sue difese, per me mancio è intoccabile, è un allenatore molto preparato ha vinto sempre ovunque è stato, e cacciarlo solo perchè in due anni che il city partecipa alla champions non riesce a passare il girone mi sembra da folli... sono sicuro che tanto se arrivasse ai quarti e uscisse direste sempre la stessa cosa...Visto che non siamo il barcellona o il real madrid che vincono tutte le partite che giocano o quasi (e forse qualcuno se l'è dimenticato) per me essere secondi ad un punto dalla prima mi sembra un buonissimo risultato fino ad ora...Vincere non è facile ma confermarsi è ancora più difficile, se dovessimo rivincere la premier x me sarà un grandissimo risultato...C'Mon city!! Non molliamo mai..