21.10.12

Cuore e Follia


di Cioccio

L'urlo liberatorio di Dzeko è stato accompagnato da quello di tutti noi, quando in pieno recupero il bosniaco ha segnato il goal della vittoria del City, la terza consecutiva in Premier League. Una partita fantastica quella giocata dai nostri ragazzi che, pur in inferiorità numerica per tre quarti di gara, hanno impartito ai Baggies una lezione di calcio. Siamo riusciti a rimanere a quattro punti dal Chelsea, appaiati ai Secondi Cugini. I londinesi hanno superato 4-2 superato il Tottenham a White Hart Lane mentre lo United si è liberato dello Stoke all'Old Trafford con lo stesso punteggio.

Ma andiamo per ordine. Mancini comincia l'incontro con il solito 4-2-3-1, schierando davanti ad Hart la coppia Kompany-Lescott al centro, Clichy a sinistra e Richards a destra; Milner e Barry sono gli interditori; Nasri, Balotelli e Yaya supportano Tevez punta centrale. Dopo 5 minuti prudenti, i Citizens prendono in mano le redini della partita. La svolta arriva però al 23° minuto: Capitan Kompany in fase di impostazione, pur avendo due compagni liberi da servire, si va inspiegabilmente ad infilare in una gabbia di 3 avversari, tenta un dribling folle e perde palla. I Baggies ripartono velocissimi, Milner stende Long involato verso Hart e l'arbitro estrae giustamente il cartellino rosso.


Mancini arretra Yaya e lascia solo Nasri e Balotelli a supportare Tevez. A cinque minuti dalla fine del primo tempo Super Mario, lascia sul posto due avversari, entra in area dalla sinistra, saltandone altri tre, e conclude ma Foster ci mette una gamba compiendo il miracolo. Balotelli ci mette tanta volontà e si muove molto e bene. La sua prestazione è positiva anche se prende un cartellino giallo per un fallo inutile e rischia di lasciarci in nove quando fa il  bis. Al riposo lo 0-0 ci sta stretto nonostante l'inferiorità numerica. 

Nel secondo tempo Mancini inverte Nasri e Yaya, schierando il primo davanti alla difesa al fianco di Barry e il secondo dietro Tevez al fianco di Balotelli. la squadra gira ancora meglio. Solo un altro miracolo di Foster impedisce a Tevez di portarci in vantaggio. Balotelli e Yaya non concretizzano incredibilmente due ghiotte occasioni. Il City è padrone del campo, pressa, fa girare il pallone e la testa degli avversari in superiorità numerica. Tevez, Clichy e Richards sembrano avere il dono dell'ubiquità; Barry e Nasri pressano, filtrano e impostano; i difensori centrali sono impeccabili; Hart si annoia. Yaya e Balotelli sono quelli dei tempi migliori. Nonostante l'uomo in meno, il possesso palla dei Citizens sarà del 56% a fine gara. I nostri ragazzi sembrano poter passare da un momento all'altro e invece andiamo sotto. Odemwingie trova un passaggio filtrante tra Lescott e Capitan Kompany per Long che trafigge il nostro portiere.

Il momento è difficile: in svantaggio e in dieci.  La squadra dopo qualche minuto reagisce e riprende a macinare gioco. I ragazzi dimostrano di avere classe, condizione e attributi. Mancini a dieci minuti dalla fine inserisce Aguero, sempre sia lodato, per Balotelli e rischia facendo entrare Dzeko al posto di Barry. Siamo in inferiorià numerica e con Tevez, il Kun e Dzeko in campo contemporaneamente. Il bosniaco ripaga però come al solito la fiducia del suo manager, andando a segno 75 secondi dopo il suo ingresso in campo: su un cross di Tevez, Foster sbaglia l'uscita e Dzeko va in cielo e lo anticipa mettendo alle sue spalle.


Mancini riequilibra la squadra inserendo Kolarov per Tevez. A questo punto la partita diventa apertissima: entrambe le squadre vogliono vincere. Odemwingie è una spina nel fianco della nostra retroguardia. Richards, colpisce di testa da distanza ravvicinata ma Tamas salva sulla linea.. Lo stesso fa Lukaku, dimenticato da Lescott, ma  Hart non si fa sorprendere. Si arriva al recupero, Lucaku conclude in acrobazia con una splendida rovesciata ed Hart devia in corner con una parata da campione. Il WBA batte l'angolo, la squadra è tutta in avanti. Kolarov recupera la palla e lancia Aguero per una ripartenza velocissima. il Kun serve magistralmente Dzeko che dal limite dell'area batte Foster con rasoterra a giro sulla sua sinistra e poi regala un topless sotto la tribuna che ospita i tifosi del City


Un piccolo aneddoto personale. Appena vedo la palla varcare la linea di porta telefono a Dario (Setteblu). Il nostro urlo ad unisono sembra annullare i 400 chilometri che ci separano. Siamo al 92° e Dario, da Citizen esperto, si riprende subito e dice: "E' ancora lunga". Ed infatti non è finita: Clichy al 94° ferma sulla linea un tiro di Lukaku che ci ha fatto tremare.

Concludo con due osservazioni. Il nostro manager ha letto in maniera perfetta la partita. Ha gestito benissimo la squadra in inferiorità numerica ed ha azzeccato tutti i cambi: 2 reti di Dzeko, assist di Aguero e lancio di Kolarov per il Kun nell'azione che ha deciso la gara. La prestazione della difersa, croce di questo inizio di stagione, è stata positiva. Due errori in 80 minuti perfetti. Purtroppo li abbiamo pagati cari: un'espulsione e un goal. Gli ultimi 10 minuti abbiamo ballato ma tutti gli schemi erano ormai saltati e ci si battteva all'arma bianca. Un po' di stanchezza era anche lecita dopo tre quarti di gara giocata in dieci.

C'mon City! E buona notte a tutti.

21 commenti:

Dario ha detto...

Vittoria meravigliosa! Dominare in 10 al The Hawthorns non era propriamente scontato.
Alla fine abbiamo ballato e a volte i disimpegni dei due difensori centrali sembrano inspiegabili.
Ma i ragazzi hanno dimostrato di avere la giusta voglia di rialzarsi quando prendono una scoppola.
Avanti City!
PS. Cioccio, questa volta ti perdono: di solito telefoni per brindare un po' troppo presto, ieri era lecito!
;-)

Noodles ha detto...

Ma come lo perdoni????? Recidivo per la settantesima volta, Lukakau ormai segna e tu lo perdoni????? E se Lukaku segnava mentre eravate al telefono??? Incorreggibile Cioccio.....
Che emozione ragazzi, che pathos!!!! Certo che quello scarsone di Dzeko non sta facendo malissimo. Male la coppia centrale, non basta far bene 80 minuti (troppi....) per poi essere i soli responsabili di due gol subiti ed altrattanto sventati da Hart nei restanti 10. Il vero problema per me è il capitano. Lui, Lescott se lo porta dietro, nel bene e nel male. Inammissibile l'errore di ieri. Questa squadra ha una capacità di reazione con pochi raffronti. E' la settima volta che recuperiamo un risultato, quattro di queste sette lo capovolgiamo proprio. Fantastico. La classifica si sta sgretolando, anche l'Arsenal di rosicone Wenger ha salutato la compagnia perdendo ignobilmente a Carrow Road. Siamo rimasti in tre, e lo si sapeva. Il Chelsea di Roberto Di Matteo (complimenti per lo stile, la bravura, e l'inglese)va che vola, prossimo week end scontro diretto con lo United. Noi bravi a rimanere in scia tra mille difficoltà. Peccato non potersi godere più di tanto questo strepitoso sabato. Mercoledi all' Amsterdam Arena c'è un dentro o fuori senza appello. Buona domenica a tutti.

alberto spanu ha detto...

sempre tutti a criticare dzeko e poi ogni volta entra dalla panchina a 15 minuti dalla fine e ti salva la partita anche se non da solo......

Citizen 89 ha detto...

Sono molto contento per la vittoria, ma sono molto molto molto molto molto molto (...) più felice della prestazione offerta dalla nostra squadra!
L'uomo in meno non si è visto, il City ha tenuto il pallino del gioco per quasi tutta la partita, e la vittoria è strameritata.

Purtroppo la difesa è troppo ballerina; ultimamente capitan Kompany lo vedo molto distratto, mentre Lescott sembrava avere le pietre attaccate ai piedi (lentissimo).
Vorrei porre i miei complimenti al W.B.A. che non si è accontentato del pareggio e ha tentato di vincere fino alla fine (Lukaku è un giovane dal futuro assicurato).
Probabilmente il 90% delle squadre si sarebbe arroccata in difesa tentando di portare a casa un punto prezioso.

Il City è in costante crescita, e non dobbiamo fare altro che continuare su qesta strada, attendendo l'inevitabile calo del Chelsea!

Maxsince80 ha detto...

Grande vittoria. I tre punti meritatissimi. Il Wba e' un team di buona caratura tattica e ciò impreziosisce la nostra vittoria. In un commento che ho postato subito dopo la fine della partita, preso dall'euforia del momento, ho eletto Tevez a migliore in campo. Ovviamente non mi sono dimenticato di Dzeko. Reputo il bosniaco un signor giocatore, serio e concentrato, in qualsiasi momento venga impiegato.
È ora, ad Amsterdam! Con la consapevolezza che anche sul piano della tenuta atletica stiamo crescendo, per quanto riguarda la classe, beh, quella appartiene a noi per diritto divino.
Buona domenica a tutti!

diggio ha detto...

se tre indizi fanno una prova questa è la terza vittoria consecutiva in campionato con tre belle prestazioni...Possiamo dire che la squadra ormai c'è e il futuro sarà sempre piu roseo soprattutto quando puoi avere a disposizione una rosa cosi ampia...ottima e sottolineo ottima la gestione della gara del mancio, non ha sbagliato nulla e spesso sono i dettagli a questi livelli a decidere le partite...C'mon guys avanti cosi!

MF ha detto...

Grande vittoria!!
Anch'io sono preoccupato x i centrali difensivi.. Kompany distratto e Lescott sempre peggio... Per il resto molto bene, solo un altro appunto...
Dario dopo il gol di Giggs al 92 con Cioccio in linea avevi promesso di non rispondergli più! ;-)

Dario ha detto...

Ciao ragazzi! Condivido ogni singola virgola dei vostri commenti, tranne quella su Carlitos: l'Apache mette sempre il solito grande impegno ma non mi pare molto brillante, soprattutto pensando a ciò che può dare.
Edin devastante: la scorsa stagione segnava (quasi) sempre goal inutili, quest'anno tutti decisivi. E manca quello del Britannia....

@MF e Noodles: è vero, avevo promesso di non rispondergli più ma ieri al secondo goal di Dzeko non sono più stato in grado di ragionare!
In realtà Lukaku non poteva segnare mentre eravamo al telefono...ho messo giù prima che ricominciassero a giocare :-) OVVIAMENTE!

Maxsince80 ha detto...

@Dario: la mia su Tevez so essere stata una forzatura, ma è il sacrificarsi per la squadra, cosa che vale anche per gli altri, dare l'anima e se mi è permesso vedersi negare un gran goal da una grande parata di Foster che me l'ha fatto eleggere migliore in campo. Infine devo ammetterlo: nei confronti de l'Apache ho un debole, in senso calcistico, e la convinzione/speranza che possa tornare ai suoi straordinari livelli.

Dario ha detto...

Il suo impegno è fuori discussione, come pure la sua dedizione alla causa. Speriamo possa tornare ad essere letale come due anni fa quando si prendeva la squadra sulle spalle e risolveva da solo un mare di partite. A proposito, Max: la classe per diritto divino! Un capolavoro :-)

Marco D. ha detto...

Mi sento anch'io in dovere di dire qualcosa. Da inizio stagione a oggi secondo me è la prova più convinciente. Ho trovato il WBA un pò meno incisivo di quanto mi aspettassi, ma questo non toglie meriti ai nostri ragazzi. Ho visto praticamente tutti devoti alla causa, nessuno in cerca di ribalte personali. Mi sono incazzato parecchio sull'episodio dell'espulsione perchè certe azioni individuali in quel punto del campo non le vorrei vedere neanche sul 4-0, ma immagino che neanche il Mancio abbia apprezzato. Vorrei sottolineare 2 dei nostri. Micah Richards che è una vera forza della natura ( mi spiace solo x Pablo Zabaleta che era tra i pochi a correre ad inizio stagione) e anche Mario Balotelli che in clima come al solito a lui ostile ( e un pò se l'è voluto col passare dei giorni ) non ha pensato alle vendette personali ma sopratutto a trovare la porta avversaria.
Conto molto su questa partita perchè può essere linfa importante per affrontare la champions senza freni.
FORZA CITY, È ORA DI DARE IL MASSIMO.

P.s.: @tirzan: immagino che tu abbia pensato " chi ultimo minuto ferisce, di ultimo minuto perisce ". Beh, io sono contento per te e x il city, Simona certamente mi scuserà... e ci asfaltera nel prossimo turno di prediction.

tirzan13 ha detto...

Esatto Dario! L exploit di mia moglie come ho già scritto è un fuoco di paglia. Però il " bambino" di Foster su SUPERMARIO grida ancora vendetta. La partita non sono riuscito a vederla però sottolineo il fatto che la squadra non muore mai. Questo mi da ancora più fiducia per il futuro.

KunSnake ha detto...

Bella vittoria secondo me meritata.
Ma qualcuno mi spiega come mai (vabbè io sono un suo fan sfegatato quindi forse vedo solo lui titolare) il Kun non è titolare quando poi ogni volta che entra è decisivo? (E poi XD ho azzeccato la prediction ma se era titolare rischiavo di fare l'en plein!)

Maxsince80 ha detto...

Penso dipenda dagli impegni ravvicinati: nazionale, champions, coppe varie. In questo senso Mancini mi pare riesca a gestire al meglio la situazione e penso che il Kun sia d'accordo. In quanto allo spessore del giocatore non si discute: si rivela spesso fondamentale (terzo gol al QPR docet). Inoltre, ha subito un infortunio già a inizio campionato e, forse, il recupero va fatto con particolare attenzione. Comunque, ad Amsterdam secondo me sarà in campo dal primo minuto.

MF ha detto...

Il ssl Kun aveva giocato due partite in Sudamerica, dubito che Mancio non lo consideri dopo il 13 maggio 2012;-)
Tranquillo KunSnake, il tuo beniamino sarà titolare e farà due gol ad Amsterdam:-):-)

Emanuele Venturoli ha detto...

Sono sempre il solito cretino che tifa lo United (quindi odiatemi pure :)) ma devo dire che è stata una bella partita del City, vinta con cuore e orgoglio da grande squadra, quello che forse mancava fino a qualche anno fa.
Bel match e -se mi posso permettere- parata incredibile di Hart sulla rovesciata. Ha salvato capra e cavoli in un momento strano della partita. Bravo lui, noi abbiamo Campesino DeGea, che è una roba da accendere un cero ogni domenica.

detto questo, sul nostro blog, se volete, abbiamo pubblicato un discreto articolo su Balotelli. Ditemi che ne pensate, se vi va.

Bel blog come sempre ragazzi. Non posso chiudere con c'mon city (anche se farebbe Gallagher) ma i complimenti sono doverosi.

Ciao
Emanuele

Dario ha detto...

Ciao Emanuele! Come già detto l'altra volta sei il super benvenuto!!! È sempre un piacere parlare con tifosi (anche dello United!) che non provocano e non offendono! Leggerò il vostro articolo su Balotelli.
Grazie mille dei complimenti e torna a trovarci!

diggio ha detto...

caro emanuele non è che sotto sotto stai cambiando sponda?? (calcistica si intende ovviamente) Hahahah a parte le battute fa sempre piacere quando un tifoso avversario fa i complimenti per la prestazione del city...domenica vedete di fermare il chelsea, un pareggiotto sarebbe gradito :D...un abbraccio...a presto..Forza city sempre!!

Maxsince80 ha detto...

Ho piacere che Emanuele si sia inserito nel blog pur avendo altra, discutibile, passione. Chi ama il gioco del calcio a prescindere dalla fede calcistica non incontrerà mai difficoltà a riconoscere il valore dell'avversario, anche quello, a volte, più antipatico, gli viene quasi spontaneo. E' una questione di maturità. Solo per fare un esempio, io certamente detesto lo united (lo scrivo minuscolo non a caso), ma data la mia età ho discreti ricordi del campionato del mondo del '66 e della nazionale inglese di quell'epoca. Ebbene, di quella nazionale ho, soprattutto, apprezzato due giocatori: Nobby Stiles e Bobby Charlton.
Detto questo, mi auguro con tutto il cuore che i cuginetti, in primo luogo quelli boriosi, possano a lungo rimpiangere di non avere fatto la scelta giusta nella vita: cantare Blue Moon.
Buona serata a tutti.

whitey ha detto...

Ragazzi,tranquilli,ci penso io ad Emanuele,pian piano lo convincero' a cambiare tranquilli...Pensate che gia' si e' rifiutato di comprare la nuova maglia dello united perche' sembra una tovaglia da pic nic!!!!!Pian piano cambiera'.....
Whitey

Dario ha detto...

Emanuele, se vuoi una tessera del nostro club per te c'è sempre!!!!
:-)