23.10.12

ECL - Ajax preview



di Kuspide

La terza giornata di questa edizione della Champions League ci propone nuovamente uno scontro inedito: domani sera infatti saremo di scena al mitico Amsterdam Arena, dove affronteremo i padroni di casa dell'Ajax, squadra che, nonostante stia vivendo un periodo piuttosto buio della propria storia, non ha certo bisogno di presentazioni.

Basta qualche numero per rinverdire un blasone che la piazza di diritto tra le squadre più titolate al mondo: oltra ad avere il maggior numero di titoli vinti (ben 31) nel campionato nazionale, infatti, ha conquistato 18 Coppe e 7 Supercoppe nazionali. E' stata per ben 4 volte campione d'Europa, con addirittura 3 titoli consecutivi dal 1971 al 1973. Ha vinto 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Uefa, 2 Supercoppe Uefa e 2 Supercoppe Intercontinentali, conquistando il treble (3 titoli di campione del proprio paese, del continente e del mondo) per ben 2 volte.

Giù il cappello, quindi, perchè per quanto diroccato e fatiscente dal punto di vista degli ultimi risultati sportivi, stiamo comunque per entrare in uno dei templi del calcio mondiale. La società ha sempre praticato una politica di valorizzazione dei giovani, facendo diventare la squadra di Amsterdam una vera e propria fucina di talenti. La lista dei campioni usciti dalla scuola dei "Lanceri" sarebbe interminabile, basti citararne uno per tutti: Johan Crujiff.




Inutile dire che abbiamo bisogno di 3 punti per tenere aperto il discorso qualificazione. Con un punto solo conquistato nelle prime due uscite europee, non possiamo permetterci altri passi falsi. Da parte loro i nostri avversari stanno messi peggio di noi: sono stati infatti sconfitti in entrambe le sfide disputate finora, con 1 gol segnato e 5 subiti in 180 minuti di Champions. Pesante la sconfitta per 4 a 1 in casa ad opera del Real Madrid, nella seconda giornata.

Nonostante il 4° posto in classifica a 5 punti dal Twente capolista i Lanceri non hanno ancora mai perso nelle 9 giornate di campionato fin qui disputate. Segnano molto (secondo miglior attacco) ma prendono anche molti gol, sarà importante quindi prestare molta attenzione alla fase difensiva e cercare di evitare i blackout che hanno caratterizzato, ad esempio, l'ultima uscita di campionato.




Abituati a ben altri nomi, fa un po' effetto leggere la formazione dell'Ajax; tra gli undici titolari gli unici noti (almeno a me) sono l'ex Juve Poulsen e l'eterna promessa del calcio olandese Ryan Babel, al rientro in patria dopo una sfortunata parentesi al Liverpool e all'Hoffenheim. L'uomo da tenere d'occhio sembra essere Christian Eriksen, giovane talento danese classe '92, titolare nella nazionale del suo paese e al centro delle attenzioni dei maggiori club europei. A quanto si apprende avrebbe rifiutato anche una maxi offerta del City la scorsa estate, per la delusione di Mancini che stravede per il giocatore.

Queste le probabili per la sfida di domani:

Ajax (4-2-3-1): Vermeer; Van Rhijn, Alderweireld, Moisander, Blind; Poulsen, Eriksen; Sana, De Jong, Boerrigter; Babel.  
Manchester City (4-2-3-1): Hart; Richards, Kompany, Lescott, Clichy; Yaya Toure, Barry; Milner, Aguero Nasri; Dzeko.




6 commenti:

Dario ha detto...

Avanti tutta!

diggio ha detto...

C'mon cityyyyy....stasera voglio 3 punti a tutti i costi!

Landon ha detto...

madonna siamo davvero indegni di giocare in champions.. e chiudiamola sta partita dai, almeno oggi.. non voglio emozioni da 90o minuto come al solito..

MF ha detto...

L'abbiamo chiusa sì...!
Lescott Barry... La Champions non la dovrebbero neanche guardare...!

alakai ha detto...

vergogna

Landon ha detto...

imbarazzante..