4.2.13

Rosso negativo


di Cioccio

Il Liverpool ferma il City che si salva dalla sconfitta solo grazie a una uscita folle di Pepe Reina e ad un'opera d'arte del Kun, sempre sia lodato. Il video del pareggio di Agüero sarebbe da esporre al Museom of Modern Art: l'opera del Kun farebbe sfigurare quelle di Picasso, Van Gogh e Kandinsky! Al 78° minuto il nostro eroe ha superato il portiere del Liverpool, inspiegabilmente uscito al limite della sua area, e ha insaccato da posizione defilatissima con un destro a giro indimenticabile. A parte questa perla il City non ha prodotto molto: solo il goal del vantaggio di Dzeko, imbeccato da Milner, e un tiro di Silva in apertura di partita. Il Liverpool è sceso all'Ethiad per vincere, non ha fatto le barricate, ha giocato a calcio e anche bene. Se i Reds fossero tornati a casa con i 3 punti oggi non avrebbero rubato nulla.

Una prestazione sotto tono quella dei nostri ragazzi. Silva ha dimenticato la bacchetta magica a casa. Il centrocampo era in stato confusionale: Javi Garcià è apparso spaesato e Barry lento e senza idee. Anche Zabaleta ha sbagliato molto e, nonostante il solito impegno, non è stato quello delle sue ultime uscite. Il solo Milner è stato all'altezza. La difesa non è stata impeccabile. Hart ha interrotto la sua imbattibilità che durava da oltre 500 minuti, subendo 2 reti da tiri dalla distanza. Le conclusioni di Sturridge e Gerrard erano potenti e precise ma i due Reds hanno potuto tirare colpevolmente indisturbati. Mancini ha provato a rimescolare le carte, giocando anche con un centrale in meno quando ha sostituito Nastasic con Kolarov e a dare un'iniezione di fantasia inserendo Nasri per Barry. La sostituzione di Silva con Maicon mi è parsa il cambio della disperazione. Ovviamente le squadre in campo erano 2 e la prestazione dei nostri ragazzi è stata anche determinata da una partita perfetta del Liverpool, macchiata solo dalla folle scelta di Reina di rincorrere il Kun al limite della sua area.

Le buone notizie sono 2 ritorni: quello al goal dei nostri attaccanti e quello a Manchester di Yaya Touré. La Costa d'Avorio è stata infatti sconfitta dalla Nigeria per 2-1 ed è stata eliminata ai quarti di finale della Coppa d'Africa. Non torneremo a perdere il nostro centrocampista per la manifestazione continentale africana fino al 2015.

Il ricordo di Neil Young è stato un momento toccante all'Ethiad. Al minuto 10, 10 come il numero di maglia di Neil, lo stadio ha ricordato un pezzo importante della sua storia con un lungo applauso, ignorato peraltro da Massimo Marianella, impegnato a contare i lustri di Jamie Carragher.

Si fa dura. Siamo a 9 punti dallo United e i cugini di campagna non sbagliano un colpo. Questo weekend non è incoraggiante ma noi continuiamo a crederci, perché questi ragazzi ci hanno già dimostrato di essere capaci di rimonte impossibili e di non mollare mai. L'unico che non se n'è accorto probabilmente è Marianella che evidentemente lo scorso hanno si è dedicato al calcio asiatico. Secondo il giornalistino di Sky il City "è una squadra con poca personalità". La quadra campione d'Inghilterra non avrebbe personalità. La squadra che ha rimontato 8 punti allo United non ha personalità! La squadra che negli ultimi 5 minuti dell'ultima partita ha segnato 2 goal per prendersi il titolo è senza personalità. Deve essersi confuso col suo Arsenal.

Buona notte Citizens!
   

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Giorgio,

come promesso, ecco il mio commento "tennico" da tifoso dei rossi del Merseyside:

come hai detto tu, i 3 punti per i Reds ci stavano tutti, anche se va detto che il (gran) goal di Sturridge nasce da un evidente fallo di Agger su Dzeko (a proposito, il nostro centrale danese ogni volta che saltava, accoppava uno dei vostri, incredibile come non figuri neanche ammonito a fine gara). Già da come sono entrati in campo i ragazzi di Rodgers prevedevo un risultato positivo, che stava per materializzarsi se non fosse per la solita idiozia del solito Reina (cosa volesse fare con quell'uscita non mi è ancora chiaro). Vabè, 2-2 all'andata e 2-2 al ritorno, la differenza tra i nostri rispettivi beniamini sono i punti in classifica, ma tant'è! Non posso che augurarvi un mega-recupero di punti sugli Scumbags, non è facile, ma la Champions League è un impegno che toglie energie, quindi niente di impossibile, credeteci.

Visti da avversario, i migliori dei vostri ieri sono stati Dzeko (implacabile sotto porta, anche se Enrique nell'occasione dormiva) e Aguero (Reina è uscito a c*zzo di cane, ma trovare la porta da lì non è facile), gli autori dei due goal, e non è un caso, visto che se avete trovato il pareggio, dovete ringraziare la bravura dei vostri fuoriclasse e non il vostro gioco corale (in questo siamo stati migliori noi).

Permettetemi di spendere due parole per i miei "local lads": un 35enne Carragher ieri non ha fatto passare niente, ed un 33enne Steve Gerrard che può anche concedersi di sbagliare praticamente tutti i passaggi, per poi fare un assist e soprattutto un gran bel goal.

Buon proseguo di campionato, Citizens! E salutatemi i Fratelli Gallagher!

You'll never walk alone
ScouserDanny (Daniele)

Anonimo ha detto...

vi lascio un link a riguardo di sky italia...
http://www.offertesky.eu/sky-notizie/sky-potrebbe-perdere-la-premier-league/

magari finisse così...

Alex Bevilacqua - MCTID

Anonimo ha detto...

La partita di ieri francamente non mi è piaciuta. Intensità buona ma poche idee. I reds con un buon possesso di palla ma con una tattica tutta difesa e contropiede veloce. anno del ricambio e si vede, come la loro posizione in classifica.
Il City già dai primi istanti di gioco mi è sembrato con la testa altrove, anche dopo il vantaggio. Più che senza personalità mi è sembrata senza mordente. Dall'anno scorso abbiamo perso "quell'istinto omicida" in ogni reparto del campo. Per me mancini ha finito le idee. Mettere ciccio Nasri a 7 minuti dalla fine nn ha nessun senso...
I rags quest'anno hanno chi butta il pallone in rete, sperare che perdano punti nell'ottica Champion League è da principianti.
Non abbiamo fame quest'anno.
Questa è la differenza...

Alex Bevilacqua - MCTID

Citizen 89 ha detto...

Sky è la peggiore emittente televisiva che ci sia in giro; il costo dell'abbonamento è follemente alto e in cambio ti da sempre meno.

I telecronisti non mi sono mai garbati, basti sentire la vergognosa cronaca di Caressa del posticipo di ieri sera: 90 minuti di elogi a Balotelli che oltre al gol (casuale) e al rigore non ha fatto niente di speciale.

Per non parlare del presunto (per usare un eufemismo) fallo da rigore subito da El Shaarawy, dove la coppia Bergomi/Caressa ha tentato in modo patetico di sminuire l'episodio con delle tesi assurde, quando, sia l'immagine in diretta, che i vari replay avevano ampiamente dimostrato il corretto intervento del difensore.

Molto meglio lo streaming, almeno le cronache in Arabo o in Russo evitano di comprendere le scemenze sparate dai telecronisti

Ben vengano gli arabi, la ruota gira e adesso anche Sky rischia di prenderlo nel c..o dopo che per anni ha fatto il bello e cattivo tempo a discapito degli appassionati.

Anonimo ha detto...

forse balotelli aveva bisogno di una grande squadra come il milan x rendere al meglio.

Lele ha detto...

Balotelli aveva bisogno di tornare a casa. Aveva un gran potenziale, ce l'ha ancora. Partite come quella di ieri, ben giocate, ne ha fatte anche qui. Ora forse riuscirà a trovare continuità, e maggiore serenità. Io glielo auguro francamente.

ManchesterCity.it ha detto...

Che il Milan sia una grande squadra e il City no è un discorso che poteva filare qualche anno fa. Adesso semplicemente fa ridere.
Balotelli potrà far valere meglio le sue "qualità" in Italia perchè si sente più a suo agio a casa sua e soprattutto perchè la Serie A è di un livello decisamente inferiore alla Premier League.

Anonimo ha detto...

scusa ma non puoi paragonare il milan col city. il milan nonostante il periodo di crisi del calcio italiano riesce sempre a fare buoni colpi di mercato.. Vedi ibra, el shaarawy, balotelli. Il city spende tantissimo senza combinare nulla in champions.. Tutti i giocatori del milan anche quando se ne vanno hanno nostalgia; vedi ibra, thiago, scheva. Vedi invece balotelli, o aguero e tevez che sono stufi e hanno chiaramente manifestato la volontà di andare via... Questa é la differenza tra il milan e il city..