24.5.13

Alla fiera dell'Eastlands



di Cioccio

Il campionato è finito e il mercato apre i battenti. Le voci si rincorrono e il City, data la grande disponibilità economica, è associato alle più improbabili operazioni di mercato. Su questo blog non daremo spazio alle tante strampalate ipotesi che leggiamo, come già facciamo da qualche anno, ma ci limiteremo a riportare fatti accertati sulla base dei quali proveremo ad azzardare le nostre previsioni. Vediamo quanto accaduto in questi ultimi giorni.

Manuel Pellegrini lascerà il Malaga come ha dichiarato lui stesso: “Professionalmente sto vivendo le mie ultime ore in questa città  e domenica guiderò la squadra per l’ultima volta al “La Rosaleda”. Sarà molto emozionante e spero di lasciare una qualificazione in Europa League. Il mio amore per questa città e questa squadra sarà eterno. Non lascio per motivi economici ma per seguire un progetto che mi soddisfi pienamente.“ Nasri ha praticamente dato il benvenuto al manager cileno: “Ha dimostrato il proprio valore al Villarreal e al Real Madrid, per non parlare del Malaga. Tutte le sue squadre giocano un bel calcio.” Anche Zabaleta si è espresso a riguardo: “Ha un modo fantastico di fare giocare la squadra, vediamo cosa succederà.” Direi a questo punto che non è certo un azzardo prevedere Pellegrini alla guida dei Citizens il prossimo anno. A breve credo che avremo la conferma definitiva. L'arrivo dell'ormai ex-tecnico del Malaga aumenterebbe le possibilità di vedere il suo pupillo Isco all'Ethiad l'anno prossimo. Ma queste per il momento sono solo voci.

Il sempre sia lodato Agüero non lascerà Manchester. Il General Manager Ferran Soriano ha messo una pietra tombale  sulle voci insistenti di un flirt tra il Kun e il Real Madrid: “Ci tengo a sottolineare è che non abbiamo mai pensato di vendere Agüero. Il Kun sarà felice di stare con noi anche il prossimo anno.” Questa notizia farà piacere a tutti i tifosi della parte blue di Manchester. E’ vero che si tifa per la società e non per i giocatori, ma Agüero ci ha regalato la gioia più grande della nostra vita di tifosi del City. Champagne!

Falcao non è un obiettivo del City, lo ha comunicato sempre Ferran Soriano:  “Tutto falso, non è mai stato nella nostra agenda." Il General Manager ha smentito quindi quanto riportato dal Mirror che aveva scritto dell’intenzione del City di versare l’intera cifra della clausola di rescissione (54 milioni di pound) nelle casse dell’Atletico Madrid per assicurarsi le prestazione del Tigre.

Edison Cavani sembra essere invece il nostro vero obiettivo. Per arrivare all'uruguagio il City sarebbe disposto al sacrificio di Edin Dzeko. La trattativa è avviata, come ammesso da Aurelio De Laurentis: "Ho chiesto al d.s. Bigon di negoziare l'attaccante bosniaco col club inglese e di capire fin dove si può arrivare per Edinson". I bookmaker scommettono su Cavani in blue. Ieri la quota è passata da 2,25 a 1,80 e di conseguenza anche la quota di "Dzeko partenopeo" è scesa da 4.00 a 1.80.

Fernandinho-City, sembra essere amore. Il centrocampista brasiliano ha chiesto espressamente di giocare all'Ethiad il prossimo anno: "La Premier League è un campionato importante. Credo che giocando nel City le mie possibilità di essere convocato per la Coppa Del Mondo aumentino. Il Brasile non guarda molto al campionato Ucraino." Questo flirt ha infastidito non poco Lucescu, allenatore di Fernandinho allo Shakthar Donetsk. Il tecnico rumeno sta cercando di ostacolare la trattativa: "Se vogliono Fernandinho dovranno pagare interamente la clausola di 50 milioni di euro. Non abbiamo la minima intenzione di rafforzare club rivali. Andiamo incontro solo a club superiori al nostro e non mi risulta che il City lo sia." La strada per trovare chi giocherà al fianco di Yaya davanti alla difesa è ancora lunga.

Kolo Touré, arrivato al City nel 2009 per 16 milioni di sterline, ci lascerà: il suo contratto è in scadenza e non verrà rinnovato, decretando così la fine di un coro tra i più belli della storia, quello che dagli spalti dell'Ethiad si alzava in onore dei fratelli Touré (per sentirlo andate cliccate sul  link http://www.youtube.com/watch?v=Hsbg9NiMRzk). Il Liverpool è in pole position per assicurarsi le prestazioni del difensore ivoriano il prossimo anno. Servirà un difensore per sostituire Kolo. Si è fatto il nome di Pepe del Real Madrid ma per ora sono solo voci.

Da quanto mi è parso di capire, il City è alla ricerca di un difensore, un centrocampista, un attaccante, un fantasista e un esterno d'attacco (fino ad una settimana fa si faceva il nome di Jesus Navas ma da qualche giorno tutto tace e non ho più sentito parlare dell'esterno del Siviglia). I bocciati dovrebbero essere secondo me, oltre ai già citati Dzeko e Kolo Touré, anche Javi Garcia, Nasri e Sinclair. Resta da vedere quale sarà il futuro di Carlitos Tevez.
   

9 commenti:

Giovanni ha detto...

Sarebbe un grande City. Il tutto a conferma che gli spagnoli preparavano una squadra diversa con un allenatore diverso. Perché non sforzarsi già lo scorso anno, quando Mancini aveva chiesto rinforzi? Ho l'impressione che sulla testa dei tifosi durante l'ultima stagione si siano giocate strategie non proprio lineari. Comunque sia, stiamo a vedere e speriamo.

Dario ha detto...

Da ciò che dice Soriano, Mancini non era considerato il manager giusto per fare "il passo successivo", anche e soprattutto dal punto di vista del gioco. Vedremo cosa succederà. Il CEO ha detto più volte nell'intervista di due giorni fa che vuole vedere un calcio spettacolare; a me pareva che il City giocasse già molto bene.
Grazie Giovanni, torna a trovarci!

Lele ha detto...

Un paio di pesanti perplessità:
1) a quanto sembra di capire, si cercano le stesse cose che si cercavano l'anno scorso e che non sono state prese, però alla fine è il manager a non essere giusto per fare il "passo successivo"?
2) se non era giusto, perchè il rinnovo quinquennale? Allora forse era giusto? E non lo è diventato quest'anno?
3) il City ha imparato a giocare bene, anzi molto più che bene, ce lo ha dimostrato lo scorso anno, splendidamente fino a natale, eppoi di nuovo nelle ultime 8/9 partite, non poche cmq. Il calo generalizzato c'è stato quest'anno, calo di prolificità, di determinazione, di cattiveria, molto più nei giocatori chiave che nel manager.

Condivido il punto di Giovanni, ho anche io l'impressione che sulla pelle dei tifosi durante l'ultima stagione si sia giocata una partita che non doveva giocarsi, e che ci è costata la FA Cup, tanto per cominciare, cosa che a me non va per niente giù, e nessuno mi toglie dagli occhi la prestazione di svariati undicesimi di quella partita.

Detto ciò, viva Mancini, viva Pellegrini, viva il City sempre e cmq. Quello che serve a questa squadra lo sanno anche i sassi, e quanto valgano alcuni presunti top player anche, al di là dei soldi spesi per portarli qui, che quelli non vogliono dire nulla.

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Quando parlavo di società presente giuro non mi rifierivo alle ultime uscite ,,Ferran Soriano che mi parla di almeno un trofeo per anno( sottolineando che un'anno senza trofei ci può stare) e ancor più grave mi parla di bel gioco?? Lo scorso anno eravamo tanta roba altro che palle...sto gioco a sputare nel piatto mi ha rotto davvero,prima emuli o SPERIAMO migliori,poi dai aria alla bocca..

Citizen 89 ha detto...

L'altro giorno su Sportitalia 24 hanno detto il Napoli, con l'arrivo di Benitez, punterebbe all'acquisto di David Silva..........Ecco la mia reazione:"AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!!!!"

Alberto ha detto...

@manciomao
LA notizia a cui ti riferisci dovrebbe essere questa


si è cambiato un mister che aveva gìà queste medie e si è buttato via una FA cup x dissapori interni (ne sono convinto anche io) e quale può essere il motivo? Beh ragazzi, mi espongo con la mia tesi indecente: per avere un mister scelto dai 2 dirigenti spagnoli che permettano loro di fare un mercato in cui abbiano pieno controllo decisonale ed economico, in modo da curare i loro interessi, i loro favori e le loro % sui trasferimenti.
Una cosa impossibile col vecchio staff che aveva le sue idee di mercato e chiedeva giocatori in base ad altre esigenze e che ultimamente non è stato più accontentato.
Ho fiducia nella proprietà grazie alla quale siamo tornati a livelli impensabili pochi anni fa, ma continuo a nutrire tutti i sospetti di questo mondo sull'operato dei 2 manager spagnoli.
Clamoroso che abbiano cambiato l'area tecnica per porsi gli stessi obioettivi che stavano già ottenendo.
Sarà bene fargli sapere che "Accà nisciuno è fesso"

Alberto ha detto...

..manca la notizia:
"Un ottimista Ferran Soriano traccia la via per il futuro del suo Manchester City. L'amministratore delegato degli inglesi ripone grande fiducia nel tecnico Pellegrini e dopo l'amichevole vinta col Chelsea ha detto: "Penso che la prossima stagione sarà molto meglio dell'ultima, ne sono convinto. Non significa che stiamo per vincere uno o due titoli, ma nel grande schema delle cose, se guardiamo i prossimi cinque anni, l'obiettivo è vincere cinque trofei nei prossimi cinque anni. Questo vuol dire che possiamo permetterci di finire un anno senza vittorie, ma in media, voglio un trofeo all'anno, tra la Champions League, la Premier o la FA Cup".

http://www.tuttomercatoweb.com/altre-notizie/manchester-city-soriano-cinque-trofei-nei-prossimi-cinque-anni-451233

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
@Alberto
Esatto,mi riferivo proprio a questa intervista....io dico non ci resta che aspettare e vedere,non credo sia semplice vincere ogni anno ma con giusta programmazione può anche accadare....detto questo ,con la pagina dei tifosi per ringraziare il Mancio ,questa mattina sulla Gazzetta dello sport,io sono contento così...un bel messaggio in un mondo del calcio sempre più malato.....

Lele ha detto...

E' accaduto che un giocatore comprasse una pagina di un giornale per salutare i tifosi, non so se è mai successo che lo facesso un allenatore, ma mai (che io ricordi) è successo che a comprarla sono stati i tifosi.
Bellissimo

http://www.gazzetta.it/Calcio_Estero/Premierleague/28-05-2013/manchester-city-tifosi-ringraziano-mancini-comprando-pagina-gazzetta-20469582365.shtml