27.6.13

Adìos Carlos



di Kuspide

E' il momento degli addii pesanti, di quelli che fanno male, almeno a me personalmente. Carlitos Tevez ci saluta, ha sostenuto e superato le visite mediche a Torino e la Juventus ha ufficializato il suo acquisto per nove milioni di euro più tre, eventuali, di bonus. Al nostro ex Apache, in scadenza di contratto nel 2014, andranno cinque milioni e mezzo di euro circa all'anno, più diversi bonus legati alla vittoria dello scudetto, alle presenze in campo, ai gol segnati e ad eventuali risultati importanti in Champions League.

Personaggio difficile, Carlos Tevez. Ho visto la squadra vincere e perdere, giocare bene e male, con voglia e con apatia, ma soprattutto ho visto il campione argentino dare sempre l'anima, correre a perdifiato ed impegnarsi sempre al massimo. Perfino nel rifiuto storico di entrare in campo due anni fa, comunque ingiustificabile, ci vidi attaccamento alla maglia, voglia di esserci e lottare, difficoltà ad accettare ruoli non di primo piano ma per indole guerriera, più che per manie di protagonismo.

Cresciuto nella periferia di Buenos Aires, non si può dire che non abbia lasciato il segno ovunque: inizia a giocare seriamente nel Boca Juniors, dove esordisce in prima squadra a 17 anni e vince tutto quello che c'era da vincere, compreso il pallone d'oro sudamericano. Nel 2004 passa al Corinthians, e in breve tempo riesce a conquistare anche il cuore degli scettici tifosi brasiliani, vincendo il campionato e il terzo titolo di miglior giocatore del sudamerica. Lascia la squadra brasiliana da capitano per accasarsi al West Ham. E' di questo periodo la nascita del sodalizio professionale con Kia Joorabchian ed il suo fondo d'investimento MSI, titolare di parte del cartellino del giocatore. Gli Hammers verranno poi pesantemente multati dalla Football Association Inglese perchè il regolamento vieta che il cartellino di un calciatore possa appartenere a soggetti diversi da una squadra di club.

Nel 2007, dopo aver segnato il gol salvezza per il West Ham all'ultima giornata contro i Red Devils, viene acquistato proprio dal Manchester United, con il quale l'Apache vince tutto quello che si può vincere e gioca due finali di Champions consecutive. Nel 2009, ai ferri corti con Mastrociliega, decide di cambiare aria, ma la scelta è di quelle che faranno discutere. Viene ufficializzato infatti il suo passaggio sulla sponda Blue di Manchester. Con i Citizen segna a raffica (43 reti in 66 partite), vince una FA Cup, è capitano della squadra e finisce in cima alla classifica marcatori della Premier League.

Tutto sembra andare alla grande fino al quel fatidico 27 settembre 2011: Mancio sembra aver rivisto le gerarchie in squadra, lo ha fatto giocare col contagocce ad inizio stagione e anche quella partita di Champions contro il Bayern Monaco il nostro Carlitos la sta guardando dalla panchina. Sul due a zero per i tedeschi e a pochi minuti dal termine l'allenatore lo invita ad entrare e l'Apache si rifiuta di farlo. Mancini dichiarerà alla stampa poco dopo che Tevez non avrebbe visto più il campo finchè lui fosse rimasto l'allenatore del City.

In realtà, dopo 5 mesi di tribuna ed un passaggio al Milan sfumato a gennaio, la frattura si ricompone a marzo 2012, in tempo perchè Carlitos, in forma decisamente diversa rispetto alle stagioni passate, possa dare il suo contributo allo storico titolo vinto dal City quell'anno.

Siamo ai titoli di coda, la nostra storia insieme finisce qui. Continueremo a vederlo spesso perchè giocherà in Serie A, ma, nonostante gli errori e le intemperanze, avrei preferito continare a vederlo combattere ad Etihad.

Adìos Carlos, e in bocca al lupo da tutti noi!



17 commenti:

Lino1672 ha detto...

Nonostante le sue intemperanze e' un grande giocatore e ,quasi sempre,la sua presenza in campo si sentiva.
Personalmente mi spiace vederlo andare via...ma avremmo rischiato di perderlo il prossimo anno a parametro zero.
Adesso spero solo che la squadra si muova seriamente per acquistare una terza punta che possa fare la differenza ....io gradirei Lewandoski !
Non Gomez...grande calciatore ma forse ormai un po' bollito !
Sarebbe un peccato ripetere gli errori di mercato dell' anno scorso che sono costati il posto al Mancio .
A presto.

Anonimo ha detto...

ho letto sul web che volete vendere anche dzeko x lewandosky... Ma ne vale la pena vendere anche lui? Io dzeko non lo venderei mai... X me lui vale lewandosky solo che da quando fa panchina il suo valore sembra diminuito..

Anonimo ha detto...

Già, gli errori che sono costati il posto al Mancio.
Vorrei proprio vedere, se succedesse ancora, se pagherà Pellegrini.

giovanniM

Lele ha detto...

Addio Carlos, personaggio discutibilissimo ma...uno che sapeva certo farsi amare, in primis per la voglia di lottare sempre e cmq (qualità che ha fatto la differenza quest'anno, in negativo, in molti dei signorini che hanno cmq preso la loro lauta paga), ma anche per la grande qualità che sapeva mettere sul tappeto verde. Ho sempre pensato che giochi bene o giochi male, se esci con la maglia fradicia per me siamo più che a posto. E Carlos ne aveva da insegnare a tanti in questa squadra. Lo avremmo perso a zero, andava ceduto, siamo andati vicini a separci da lui altre volte in passato, grazie a dio è rimasto e il suo nel titolo 2012 c'è stato. Il nostro attacco lo scorso anno partiva con troppi bicchieri mezzi vuoti, Dzeko decisivo solo a partia in corso, Sergio sempre sia lodato ma un pò appannato (cmq l'unico indiscutibile), Mario reduce da quell'Europe faceva sognare ma poi è sbocciato (e continuerà, vedrete) a Milano, e Carlo perennemente Carlos, un pò matto, un pò in declino (quest'anno ha segnato molto poco, come tutti del resto) e con la valigia pronta in mano. Il nostro attacco, così forte e versatile sulla carta, in realtà non lo era, andavano fatte delle scelte, le stanno facendo. Aspetto le prossime. E a Carlos solo un grande grazie, nonostante Monaco, nonostante la richiesta ufficiale di cessione l'anno prima, che cmq non dimentico.

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Tutto vero ....Monaco,la mancata cessione e un po' di malessere tipo la famiglia ,l'Argentina ecc ecc.....
MA QUANTO HO GODUTO!!!!!?????
GRAZIE CARLOS.......RICORDI INDELEBILI PER ME....
Chi si compra ora?????

fabio_che ha detto...

in bocca al lupo a carlitos grande guerriero ci mancherai!

ciccio ha detto...

A me non manchera' per niente.E' sempre stato un rompiballe,uno di quei soggetti che non vorresti mai in squadra perche' sfascia lo spogliatoio e non fa squadra.E' solo un individualista,dovrebbe giocare a tennis o a golf.Gli sport di squadra non sono per lui,non e' umile,non lavora,non si imoegna.Prevedo casini con Conte il quale non mi sembra un tipo malleabile.E' stato Tevez a far fuori Mancini,minando la sua stabilita' nello spogliatoio e iniziando una opera di demolizione che e' arrivata dove e' arrivata.E poi avra' fatto qualche gol ,ma quanti se ne e' mangiati!!!!Per me e' un sopravvalutato,un tipaccio da periferia di Baires di quelli che se li incontri di notte ti viene un colpo.

Stefano ha detto...

Penso che sia stato un affare per entrambe le squadre: per il City che lo avrebbe perso il prossimo anno a parametro zero e che comunque ci ha ricavato qualcosa da poter reinvestire (non che abbiano di questi problemi), per la Juve che finalmente può dire di avere un attaccante degno di questo nome.
Concordo con chi dice che si portano in casa un giocatore piuttosto instabile, però per l'organico della Juve dubito che farà panchina quanto ne faceva al City e quindi penso non ci saranno molti problemi.
Ora l'unico problema per me sarà fare attenzione quando attraverserò la strada a Torino perché conoscendo le sue doti di guidatore si rischierà ancora di più.

MARCO SCH. ha detto...

Scusate l'off topic, ma avete visto ieri Navas? A me ha fatto una buona impressione

Marco D. ha detto...

Condivido molte cose, non sarà un pezzo di pane ma a me non è mai dispiaciuto sul campo , fuori onestamente un po' meno. Non credo comunque ci fossero dubbi sul fatto che venderlo ora era necessario (volendo monetizzare). Bravo MARCO SCH. ad anticiparmi su J. Navas, anche per me buona prestazione ieri sera , uno dei pochi in "rosso". C'è anche da dire che Silva invece...
Ora sotto col nuovo bomber, almeno uno davanti ci serve, sopratutto se parte anche Dzeko. Dopodichè io un pensierino alle parole di Pallotta su De rossi lo farei...
Ora una domanda la faccio io, Real e City si contendono Isco a suon di 22-25 milioni (per poi lasciarlo a loro) mentre Alcantara , svincolabile con clausola da 18 è ancora impantanato a Barcellona , mi sono perso qualcosa?

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
@Marco D
Ciao...stesso interrogativo per me....De rossi può essere buono ma Alcantara costa la metà di quelli spesi per Fernandinho....giovane e spagnolo...inoltre ex Barca....dai cavolo e' ottimo per noi...con Rodwell( senza problemi) Yaya,Fernandinho, Barry ,Milner ecc ecc avremmo un centrocampo di quantità e qualità non male direi.....

Citizen 89 ha detto...

Fin da quando giocava nel Boca, ho sempre avuto una particolare ammirazione per Tevez nonostante fossi, da sempre, un tifoso del River :-).

Quando fu ufficializzato il suo trasferimento al City ero al settimo cielo, e l'Apache ha mantenuto tutte le mie apettative facendomi vivere momenti di godimento puro! Cazzo, questo si inventava ogni tipo di gol; era semplicememte inarrestabile!

Poi qualcosa si è rotto e nell'ultima stagione si era capito che Carlos voleva cambiare aria, ma nonostante i pochi gol segnati, in campo ha sempre dato tutto per la nostra maglia, e questo non lo dimenticherò mai!

Ciao Carlitos, guerriero di mille battaglie!!!!!!!

p.s. Proprio la Juve dovevi scegliere??? Mannaggia a te :-)

p.s. 2- Anche a me ieri Navas ha fatto un'ottima impressione; veloce, scattante e sempre pronto a saltare l'uomo, speriamo..........

Noodles ha detto...

Carlos Tevez rimarrà un calciatore da ricordare. Un indimenticabile. Certo, due anni fa la fece grossa, ma per il resto professionista staordinario e attaccante straordinario. Lo abbiamo visto vincere delle partite da solo,ma veramente da solo. E poi...quel suo cartello dedicato a mastro durante la parata...
Graziemille Carlitos, in bocca al lupo per il futuro....anche se non vai a giocare in una squadra di simpaticoni......

gobbo dna ha detto...

Ciao mi chiamo antonio e sono un gobbaccio bianconero. Vi seguo con simpatia e vi faccio i complimenti per averci rifilato questo trentenne scassamaroni che il citu manco in ritiro la voluto e la gente anche in piaxxa misteri della crisi....in ogni caso ho fatto un giro sul sito ufficiale ma vi rendete della squadra che avete???? Favolosa poi i 2 acquisti mi sembrano ottimi vi serve solo un attaccante io punterei su cavani o torres anche se michu e intrigante ma non da city. Guidetti come 4 punta e ottimo. 4 3 3 e sara un gran city. E poi finalmente senza il sopravvalutato mancini buono ma non certo da champion o da cicli. Un saluto e a presto magari nello stesso girone.

alakai ha detto...

Intanto benvenuto sai che sei juventino quindi purtroppo una razzaccia:-). Pero mi trovi d accordo x gioco mi sono messo a buttare giu un 4 3 3 e siamo discretocci...credo che lo saremmo con ogni modulo. Hart(caballero) zabaleta(maicon) kompany(richard) nastasic(lescott) clichy(lescott) fernandigno(j.garcia) toure(milner) rodwell(barry) cavani(navas) aguero(dzeko-guidetti) silva( nasri) niente male naturalmente con mille varianti....va be c e da prendere cavani e convincere alcuni a fare panca cmq niente male. D accordo con te sul valore e su mancini questa squadra non ha niente da invidiare a nessuno speriamo che con il cileno giochiamo un calcio come si deve. Ciao e grazie dell idea naturalmente juve rubentus:-) scherzo ciao

alakai ha detto...

Clichy( kolarov)

Dario ha detto...

Ciao Gobbo Dna, grazie della visita. Credo che sarai felice di avere Carlitos dalla tua parte, vedrai!
Ci aggiorniamo e torna a trovarci,