14.6.13

Finalmente!


di Kuspide

Ufficiale: il sito del club ha annunciato l'ingaggio di Manuel Pellegrini come nuovo manager della squadra. Il tecnico cileno (di origini italiane) ha firmato un contratto triennale e sarà operativo a partire dal prossimo 24 giugno.

Nato a Santiago del Cile il 16 settembre del 1953, Pellegrini ha militato a lungo nell'Universidad de Chile, dove giocava nel ruolo di difensore centrale. Appese le scarpe al chiodo, ha intrapreso la carriera di allenatore, ottenendo buoni risultati ovunque si sia trovato ad allenare. Dal 1988 al 2000 pratica molta gavetta alla guida di diverse squadre, tra Cile ed Equador. Nel 2001 approda al San Lorenzo e conquista il primo trofeo internazionale della squadra argentina, la Coppa Mercosur, oltre al torneo di Clausura 2001. L'anno successivo allena il River Plate, con cui conquista il torneo di Clausura 2003

La sua esperienza europea inizia in Spagna, unico paese del vecchio continente dove abbia lavorato finora. Nel 2004 viene assunto dal Villareal, dove contribuirà in maniera determinante all'affermazione del club sia a livello nazionale che a livello europeo. Al suo primo anno alla guida del sottomarino giallo, infatti, Manuel Pellegrini vince la Coppa Intertoto e conquista i quarti di finale di Coppa Uefa. Nel 2005 addirittura ottiene il terzo posto nella Liga, raggiungendo una storica qualificazione alla Champions League seguita, l'anno successivo, da una ancora più storica semifinale persa contro contro l'Arsenal. Al suo ultimo anno alla guida del Villareal la squadra arriva seconda in Campionato, miglior risultato di sempre nella Liga spagnola.




Nel 2009, forte dei risultati ottenuti a Villareal, viene ingaggiato dal Real Madrid di Florentino Perez. A Madrid se la deve vedere col Barcellona delle meraviglie e dopo un lungo testa a testa chiude il campionato secondo con 96 punti, il massimo raggiunto fino a quel momento da una squadra nella Liga. Le statistiche parlano comunque di 31 vittorie su 38 partite e di un distacco finale dai Catalani di soli 3 punti. Eliminato in Coppa del Re al primo turno e in Champions agli ottavi di finale viene esonerato e sostituito da Josè Mourinho.

A novembre 2010, dopo sole tre giornate di campionato, viene chiamato dal Malaga in sostituzione dell'esonerato Ferreira. La squadra termina la stagione un undicesima posizione. Nella stagione successiva porta nuovamente un club nella massima competizione europea per la prima volta nella sua storia. Il Malaga infatti si affermerà come la quarta forza della Liga, conquistando il diritto a disputare i preliminari di Champions League. Nonostante i capricci dello sceicco e la conseguente crisi economica, il Malaga nel 2012-2013 ottiene il primo posto nel girone di Champions ed arriva a disputare i quarti di finale.

Il resto è storia di oggi. Queste le prime dichiarazioni di Pellegrini da tecnico del City: "Sono onorato di accettare questa enorme ed emozionante opportunità -ha dichiarato Pellegrini- Il club ha bene in mente come ottenere il successo fuori e dentro al campo, e sono pronto a dare il mio contributo. C'è tutto perché il City continui a vincere, e sono emozionato di poter lavorare con una squadra ricca di talenti, con la dirigenza e con la proprietà, e ricambiare il supporto dei tifosi".

Abbiamo gioito e pianto, abbiamo polemizzato e discusso, e abbiamo salutato a dovere chi ci ha portato fino qui. Ma la storia non si ferma, ed è arrivato il momento di iniziare un nuovo capitolo.

 

13 commenti:

Ciccio ha detto...

Pellegrini:"C'e' tutto perché il City continui a vincere".Ecco in questa frase c'e' tutta la contraddizione dell'esonero del Mancio.Ma come se il City puo' "continuare" a vincere allora vuol dire che e' un club "vincente".E chi lo ha fatto diventare un club vincente?Chi ha portato il City a vincere dopo mezzo secolo?A me sto' Pellegrini non piace x niente.Non ha vinto un ciuffolo a parte nei campionato cileno ed equadoregno !!! Si sta' riempiendo la squadra di giocatori naniformi in un campionato strafisico come la Premier dove i difensori sono alti almeno 1,90.A Madrid ha fatto la figura del 2 di coppe.Boh,staremo a vedere,spero di sbagliarmi.

alakai ha detto...

Boia non siamo nemmeno a luglio e gia critiche da tutte le parti....vedremo il 31 agosto la campagna acquisti pellegrini non lo conosco ma non e questo il.punto come ho gia detto se 2 persone hanno costruito una delle squadre piu forte di tutti i tempi avranno diritto ad un minimo di credito in fin dei conti guardiola chi aveva mai allenato????. Cmq il city fara la sua storia con o senza mancini. Ps solo un appunto si parla di coerenza? Mancio lo sentito con le mie orecchie dire che dzeko e uno da venti trenta gol e allora perche cazzo non lo faceva giocareeeeeee. Ha perso posto e f.a.cup tenendolo a sedere 90 min contro il wigan avessi detto il bayer dacendo giocare tevez aguero silva nasri 4 giganti.....un saluto ora mareeeeeeee:-)

Citizen 89 ha detto...

Nel post che parla dell'aquisto di Fernandinho qualcuno ha definito ridicolo il campionato Ucraino; ecco io penso sia necessario fare alcune considerazioni:

Shakhtar Donetsk:

-Nel 2008/2009 ha vinto la coppa Uefa.

-Ormai da anni è presenza fissa nella Champions League;squadra tutt'altro che facile da battere, chiedete alla Juventus

-Nella Supercoppa del 2009 il super-barcellona di Guardiola ha avuto bisogno dei supplementari per avere la meglio contro la squadra Ucraina

-Nella Champions del 2010/2011 ha raggiunto i quarti di finale eliminando la Roma agli ottavi, per poi cedere il passo ai futuri campioni del Barcellona.

-Nell'ultimo anno ha passato il turno in un girone comprendente la Juventus, e il Chelsea campione in carica.

Metalist Donetsk:

-Questa squadra semi-sconosciuta nella coppa Uefa 2008/2009 ha vinto il proprio girone (Galatassaray, Herta Berlino, Olimpyakos e Benfica), e ha eliminato la Sampdoria agli ottavi di finale.

-Nel 2011/2012 arriva ai quarti di Europa League dove viene eliminato dallo sporting Lisbona.

Detto ciò, provate a pensare ai risultati delle squadre italiane nelle ultime edizioni delle coppe europee............hanno fatto tanto meglio di quelle Ucraine? Non credo proprio!

Anonimo ha detto...

beh sul fatto del campionato Ucraino non sia un granchè è un dato di fatto,che po lo Shaktar sia na buona squadra è un altro dato di fatto, come mettere il Barca che so nel campionato Svizzero,non vuol dire che poi il campionato svizzero sia un buon campionato...il Porto ha vinto diverse coppe negli ultimi anni,ma non mi sento di dire che è un gran campionato quello portoghese...
su Pellegrini tutto da vedere,la parentesi Real non fa testo,negli ultim 15 anni diverse teste sono cadute,quella di Mou pure...sul duo spagnolo boh...vero che hanno pescato Guardiola, che comunque è cresciuto a pane e Crujiff,ma che squadra non aveva li?

Citizen 89 ha detto...

Si però, per valutare il valore dei campionati bisogna tenere ilconto di molti fattori e, in proporzione, le squadre Ucraine hanno fatto molto meglio di altri team molto più blasonati.

Stesso discorso si può fare con gli allenatori.

Pellegrini non avrà vinto molto, però il Villareal prima del suo arrivo era una squadra anonima, mentre sotto la sua guida è riuscita ad ottenere risultati rilevanti come una semifinale di champions.
Lo scorso anno il Malaga è stato eliminato nei minuti di recupero dal Borussia Dortmund; inutile ricordare che i tedeschi ci avevano presi a pallonate nel girone eliminatorio.

Tutti questi risultati, raggiunti con squadre che non sono dei Top Team, hanno un valore inestimabile.

Un altro esempio è Walter Mazzarri, che ha portato la Reggina alla salvezza in serie A partendo da -15.
Questo risultato, a mio parere, vale più di uno scudetto. Ora è il nuovo allenatore dell'inter dopo che nel suo curriculum compare solamente un Coppa Italia; qualcuno definisce Mazzarri un cattivo allenatore? Io no.

Francesco Guidolin ha portato per tre anni consecutivi l'udinese in Europa (due quarti e un terzo posto in campionato) nonostante le cessioni di alcuni dei giocatori più rappresentativi. Cosa ha vinto nella sua carriera? Una coppa Italia (Vicenza) e basta! Eppure io mi sento di definire Guidolin un grande allenatore.

Tutto questo per dire che gli allenatori non si giudicano solo dai trofei vinti, diamogli fiducia e come al solito sarà il campo ad emettere le sentenze.

Buon Week-end a tutti!

Citizen 89 ha detto...

p.s.-Solitamente quando vengono sorteggiati i calendari della Premier?

Marco D. ha detto...

Il calendario premier viene diramato mercoledì mattina (19 giugno).
Non voglio fare troppi commenti su acquisti e allenatore ma devo ammettere che tiene banco sopratutto il pessimismo e la nostalgia di Mancini. Io non porto numeri a favore di nessuno, ma voglio essere ottimista per il futuro. Tutti ormai ci considerano un top team, anche nel canzonarci non appena un risultato sia deludente, vogliamo forse noi stessi considerarci una provinciale? La mia fiducia vuole essere per il club, mi auguro altri trofei a breve.

Francis Lee ha detto...

Finalmente un grande tecnico, per un grande club e con una grande rosa. Anche se ha alcune pecche nella sua carriera(è stato eliminato per due anni consecutivi in coppa del re da squadre di terza divisione una volta per 5-0 e un'altra per 4-0), Pellegrini fa giocare bene le sue squadre e solitamente in Europa sono molto competitive. Inutile dire che in PL non avremo rivali e che finalemte vedremo un City padrone anche in Europa.
P.S. chissà come mai all' "allevatore" col ciuffo non se lo fila nessuno in Europa...il tempo è stato galantuomo con ciò che dicevo. Saluti.

Anonimo ha detto...

Così come successo all'inter, campione d'italia dopo tempo immemore, così è stato al City.
Il Mancio nn ha quel "non sappiamo cosa" per vincere in europa. Vincere la Premier oramai non conta, basta arrivare nei primi 4 magari si soffre un pochino di più...
La scelta della dirigenza non fa una piega, si vuole vincere in europa bisogna cambiare strada.
Per quanto riguarda Fernandinho io guardo ai vari fallimenti carioca... Robinho, Elano, Jo, Geovanni, Maicon...
Spero che esca uno che duri più di 5 partite giocate bene

Alex Bevilacqua - MCTID

Whitey ha detto...

Ragazzi,una domanda....Ma allora sky non ha piu' la premier?

Citizen 89 ha detto...

@Whitey

Secondo le mie informazioni, i diritti della Premier (dal 2013/2014 al 2015/2016) sono ancora da assegnare

Citizen 89 ha detto...

Ah! Aspettate! Notizia fresca fresca!

http://247.libero.it/focus/25954945/3/premier-liga-e-ligue-1-fox-sports-arriva-in-italia/

Lele ha detto...

"Abbiamo gioito e pianto, abbiamo polemizzato e discusso, e abbiamo salutato a dovere chi ci ha portato fino qui. Ma la storia non si ferma, ed è arrivato il momento di iniziare un nuovo capitolo"

Credo che non si possa ripartire meglio che con questa premessa, sono un Manciniano della prima ora, da quando era giocatore della Samp, fino al giocatore e allenatore vincente e spettacolare della mia Lazio, fino ad allenatore vincente e spettacolare del mio City. Ma il calcio è così, ho sognato, non lo nego, un percorso più lungo, ma non è andata così, l'amore che Roberto ha espresso per questi colori e quello che i suoi tifosi hanno espresso per lui rimangono incancellabili. Come incancellabile rimarrà una l'emozione dello scorso anno, straordinaria e insuperabile per come è arrivata. Intensa come di più non potrà essere. Ha fatto un gran lavoro Roberto, ma è finito, e a proseguirlo sarà uno o più manager. Spero che Pellegrini sia l'uomo giusto, tiferò per lui come per Roberto, la continuità è la mia chimera e lo rimarrà. Abbiamo tutto per continuare a crescere, una passato di storia e un futuro di gloria. Grazie ancora Roberto, e di nuovo benvenuto Manuel, hai una buona base su cui lavorare, e un popolo straordinario che ti sosterrà. Forza Manuel.