15.9.13

Punti di blu: Match Day 4

Mattia on the air

di setteblu 

Il City esce dal Britannia come da tradizione: con un punto dopo una partita ostica e sofferta. Se escludiamo la vittoria in FA Cup della scorsa stagione con rete di Pablo Zabaleta nei minuti finali, i blues non riescono a violare lo stadio dei biancorossi da anni (gennaio 1999, rete in mezza rovesciata di Gerard Wiekens nell'anno della Second Division).

Manuel Pellegrini ha in parte rivoluzionato la formazione iniziale, sia a causa di numerosi infortuni (Vincent Kompany, David Silva, Micah Richards, Gael Clichy e Martin Demichelis) che in vista del debutto in Champions League previsto per martedi contro il Viktoria Plzen. 

I ragazzi hanno prodotto pochissimo ma almeno la raffazzonata difesa con Javi Garcia ancora preferito a Joleon Lescott è riuscita a reggere l'urto con la squadra biancorossa, guidata dal simpaticissimo e gioviale ex Mark Hughes.

Yaya ha giocato da centrocampista difensivo con poche licenze in avanti, nel tentativo di guidare un pressing alto ed evitare di far sviluppare agli avversari il loro gioco preferito, quello sulle fasce. Il problema è che non siamo mai riusciti a sviluppare una trama di calcio offensivo degna di questo nome, nonostante il debutto di Stevan Jovetic. In particolare nella prima frazione il City ha giocato come nelle peggiori partite degli ultimi anni: lento, prudente ogni oltre misura e prevedibile.

In giornate del genere, io mi prendo il punto e torno a casa; lo United ha battuto il Crystal Palace con un rigore (più espulsione a la United e cioè inesistente) ed il Chelsea ha perso a Goodison Park. Se Atene piange, Sparta non ride.

Le parole del post partita

Manuel Pellegrini si è detto moderatamente soddisfatto del pareggio a Stoke:

"Giocare fuori casa non è mai facile ed almeno non abbiamo perso. Non abbiamo lavorato molto con i ragazzi a causa degli impegni internazionali e degli infortuni. Avevamo una difesa completa fuori e pure David Silva. Avremo la Champions in settimana, io credo che questo sia un buon punto.

Ovviamente eravamo qui per vincere e non abbiamo giocato male a causa dei cambi che ho fatto in formazione. Lo Stoke ha giocato bene e noi non abbiamo creato molto"

Mattia Nastasic ha sottolineato le difficoltà difensive:

"Abbiamo cambiato ancora oggi ed in difesa abbiamo giocato io e Javi. Era la prima volta e credo che abbiamo fatto bene. Certamente io posso giocare molto meglio. In difesa non è mai facile quando si cambia costantemente assetto....avremmo bisogno di qualche gara con continuità per migliorare.
E' difficile per tutti giocare qui a Stoke e non siamo diversi. Abbiamo giocato con sei giocatori differenti rispetto alla partita contro l'Hull. Il punto è buono"

A proposito di difesa, martedì in Champions potrebbe tornare in campo il capitano Vincent Kompany, infortunatosi all'inguine nella gara contro il Newcastle. Ecco il manager al riguardo:

"Vediamo se schierarlo in Champions o direttamente nel derby contro lo United"

Infine vorrei sorridere un po' con le dichiarazioni dell'uomo più stupido e frustrato dell'intero pianeta: Mark "Pinotto" Hughes (nulla di strano, è un uomo United). Ecco l'inutile idiota gallese in sala stampa:

"Il City ha una rosa sterminata e bisognerebbe utilizzare le proprie risorse nel modo giusto. L'allenatore deve scegliere la formazione corretta per affrontare le partite e non mi pare che oggi l'abbia fatto. Avendo la Champions League martedì, hanno pensato di poter vincere anche con la formazione di oggi ma si sono sbagliati".

Quando si dice....fallo di frustrazione...



14 commenti:

Lele ha detto...

Simpaticissimo e gioviale ex...
...pinotto...
il meglio della giornata, ahinoi...e non me ne voglia setteblu, è tutto qua. Il resto è mediocrità nella mediocrità, e la classifica rimane corta. Prima o poi arriveremo a quadrare un pò meglio il cerchio.

Giovanni ha detto...

Per quello che al momento mi sembra il più brutto City degli ultimi cinque anni, comincia una settimana decisiva. Se si perdono il primo incontro di champions e il derby, l'atmosfera si farà pesantissima. Bisognerebbe almeno vincere martedì per cercare una svolta, anche nel gioco. Non so voi, a me sembra di avvertire un calo di tensione generale. Poi ha ragione Lele quando dice che è la Premier ad essere la più brutta degli ultimi cinque anni, ma non vorrei che la nostra squadra fosse un po' bollita e un ciclo fosse finito. Non penso che la colpa di questo inizio traballante sia da attribuire all'allenatore, ma avverto un clima strano. Ciao a tutti.

Dario ha detto...

Giovanni, parli davvero di settimana "decisiva"?
Oggi è il 15 settembre.
Ragazzi, non esageriamo....

Lele ha detto...

Giovanni siamo a metà settembre, non scherziamo. Certo ogni punto lasciato per strada non va sottovalutato, alla fine dei conti pesa quanto un punto alle ultime giornate, ma nulla è decisivo ancora. Decisive erano le ultime giornate di due anni fa, lì si non potevi permetterti nulla. Ora hai tutto davanti e se noi non siamo ancora belli, gli altri sono anche brutti. Abbiamo una bella rosa e un bravo allenatore, quadreremo il cerchio, speriamo presto, e intanto siamo lì. Non ci piacciamo, giusto dirlo, ma non di più.

PS - vi confesso che scrivendo "le ultime giornate di due anni fa" ho provato un brivido, la tensione di quel derby contro quelli che sapevano sempre vincere (tralasciando il come) quando devono farlo e poi ancor di più la trasferta da quel Newcastle che in quel periodo non sapeva far altro che vincere...e il modo così autorevole e concreto con cui li abbiamo battuti...brividi, brividi e basta. Ogni singolo componente di quelle emozioni indelebili rimarrà sempre nel mio cuore. Sempre.

Marco D. ha detto...

E' proprio vero Lele, quelle erano Emozioni con la "E" maiuscola, ora il discorso è diverso ma l'amore verso il City rimane invariato. Condivido che è troppo presto per parlare di partite decisive, certo però che la prima di champions, da vincere a tutti i costi, potrebbe mettere tranquillità o pressione a seconda del risultato. E oggi preferirei di gran lunga un pelo di serenità in più. Fiducioso che il gioco arrivi quanto prima, al momento servono sicuramente risultati e se la premier è oggettivamente lunga altrettanto non si può dire del girone europeo. Stendiamo il Viktoria, in qualsiasi modo, e poi guardiamo avanti con maggior convinzione.

Dario ha detto...

Concordo ragazzi, la partita di Champions è molto importante. Vincere sarebbe un toccasana, soprattutto per la fiducia.
Le ultime tre partite del 2011/12 sono pagine incancellabili, speriamo di viverne altre simili ma dubito di poter rivivere le stesse emozioni.

ManUxEver ha detto...

Sparta non ride ,ma almeno vince.Cari cuginetti con questa squadra non andate lontano.Gioco vecchio e prevedibile,siamo all'inizio ed aveta gia' l'iinfermeria piena zeppa.Il vostro grande allenatore sembra avere poche idee e confuse.I vostri giocatori sono irriconoscibili.Sabato vi facciamo un mazzo cosi'.

Gianluca ha detto...

Mi fa piacere la convinzione di ManUxEver,decisione e fermezza nelle sue affermazioni:)Però spiegami come avreste fatto a sbloccare la gara senza quel rigore inesistente ed espulsione...hai ragione grande squadra di tuffi la vostra:)p.s

Lino1672 ha detto...

Sono solo un po' preoccupato per l' atteggiamento
Passivo della squadra .....comunque spero si tratti solo di un problema di ambientamento al nuovo allenatore.
Ma lo utd che vince sempre...quanti punti ha !
Occhio che quest'anno rvp non é quello dell'anno scorso che segnava anche ad occhi chiusi!
Speriamo di vincere domani in ucl per prendere fiducia.
A presto.
C'MON CITY

Lloyd ha detto...

Io penso che giovanni non abbia tutti i torti. Questa settimana è importante, una doppia vittoria ci rilancerebbe, e viste le ultime prestazioni, la valenza aumenta ancor di più.

Anonimo ha detto...

Le partite di martedì e domenica sono due importanti tasselli. Di certo le vittorie in entrambe le partite sarebbero il massimo ma non mi stupirei nemmeno di due pareggi.
E cmq il Salford Yoonited va battuto ad ogni costo. Casa nostra è casa nostra... Ci vogliono le palle e la fermezza di una squadra che si deve ritrovare nonostante gli infortuni... Facciano il loro dovere!

Alex Bevilacqua - MCTID

Anonimo ha detto...

E cmq Hughes ha perso un occasione per starsi zitto...
Magari, ai tempi, vinceva lui con i campioni ke aveva in squadra...
Forse magari è la volta buona che ci leviamo dalle scatole lo Stoke e i suoi 240mila abitanti...
Di buono lì è uscito solo Lemmy \m/

Alex Bevilacqua - MCTID

Giovanni ha detto...

Ragazzi l'aggettivo "decisiva" era riferito non alla stagione, ma al clima che si sta creando attorno alla squadra. La dirigenza ha dato una forte linea di credito ai due spagnoli, accettando di mandare via un allenatore amatissimo dai tifosi e che ha riportato il City a vincere la Premier. E' inevitabile che Mansur bin Zayd Al Nahyan e amici vogliano vedere risultati immediati sotto il profilo del gioco e dei risultati. Se non arrivano vittorie immediate e convincenti, cambierà il loro atteggiamento e si creerà un'inevitabile frattura tra il clan spagnolo e il resto della società. Speriamo che sia un'ottima settimana. Ciao

alakai ha detto...

e tt molto in fase embrionale e una settimana importante x me le vinciamo tt e 2. smettela di risp alle provocazioni di tifosi o pseudotali che anziche parlare della loro squadra vengono.nel ns blog a parlare di mazzo o signor nessuno credo che l unico mazzo l ha fatto il city 6 1 poi tt derby tirati entusiasmanti belli o meno belli. tornando al city non e un mistero che non ero molto contento x il gioco pur vincente del mancio. ecco sono deluso solo x ora da quest ultimo sono amante del calcio mi aspettavo un city all attacco magari meno vincente ma molto piu divertente vedremo....sicuramente faremo bene in cl speriamo un saluto a tutti