22.1.14

Cose turche


Roberto Mancini è tornato a parlare della sua esperienza a Manchester in una lunga intervista alla BBC. Ci sembrava interessante riportarne il contenuto per dare la possibilità ad ognuno di noi di dire la propria in proposito. Per chi fosse interessato al filmato dell'intervista e all'articolo originale questo è il collegamento diretto al sito della testata inglese. Com'è nel suo stile il Mancio non le manda a dire:

"Sono molto contento che il Manchester City stia andando bene principalmente perchè sono io che ho costruito quella squadra. I giocatori che stanno andando a segno in questo periodo, cioè Dzeko, Silva, Aguero, Yayà Toure, sono tutti giocatori che ho comprato sotto la mia gestione. Chiaramente penso che Pellegrini stia facendo un ottimo lavoro, ma quello che stanno facendo adesso al Manchester City è quello che abbiamo già fatto tre anni fa quando sono arrivato al City. Sono molto contento di essere stato a Manchester, aver allenato la squadra è stata una fantastica esperienza, i tifosi sono stati fantastici".

A proposito degli aspetti più "in ombra" della sua gestione dello spogliatoio:

"Quando lavori sai che puoi avere dei problemi con i giocatori, è normale, perchè il manager vuole sempre che i suoi uomini lavorino duro e giochino al meglio, e i giocatori dovrebbero capirlo. Cambiare manager può essere una cosa positiva, perchè cambia il modo di lavorare. Dopo 4 o 5 anni un allenatore deve cambiare aria. Ho fatto il mio lavoro, abbiamo costruito una fantastica squadra giocando un ottimo calcio e non abbiamo vinto nell'ultima mia stagione solamente perchè il Manchester United ha comprato Robin Van Persie: lui ha fatto la differenza."




E un'analisi del momento dei cugini di campagna e della Premier in generale.

“L’errore maggiore del Manchester United è stato quello di fallire la campagna acquisti estiva, dove invece City e Chelsea si sono mosse meglio rinforzandosi bene rispetto alla concorrenza. Il Manchester City ha infatti acquistato bene cinque grandi giocatori, il Chelsea ha portato molti volti nuovi a Stamford Bridge per il secondo mandato di José Mourinho. Lo United, al contrario, non si è mosso bene, quando avrebbe dovuto rinnovare la propria rosa dopo diversi anni”.

“Moyes è un bravissimo tecnico, in dieci anni all’Everton ha fatto molto bene. Questa allo United è una grande opportunità lavorativa per lui. Il lavoro di Moyes è comunque molto difficile, perché sostituire un manager vincente e longevo come Alex Ferguson non è mai facile per chiunque, visto che è stato al top per più di vent’anni. Ma soprattutto per Moyes è difficile passare da un club come l’Everton ad uno come il Manchester United, abituato a vincere ogni gara e a lottare per Premier League e Champions League”.



10 commenti:

Alessandro Bevilacqua ha detto...

come non dargli torto. E' stato onesto... quest'anno abbiamo preso Navas, fernandhino e Negredo. Tutti e 3 dopo esser partiti in sordina stan facendo la nostra fortuna.

D'accordo pure sul campionato scorso. Rvp se fosse stato nostro era tutta un altra storia anche se la squadra non lo seguiva più...
Il Mancio è, e rimane, una persona troppo "maldestra" quando siede in panchina...
Io, personalmente, non vorrei mai lavoraci insieme...

MCTID

setteblu ha detto...

Mancio ha ragione: è stato lui a portare i migliori giocatori e a trasformarci in grande squadra. L'anno del titolo segnammo 93 reti in campionato, dando spettacolo per lunghi tratti della stagione.
Se fossimo andati meglio in Champions forse sarebbe ancora il nostro manager.
I problemi con i calciatori li hanno tutti i manager, magari il suo carattere focoso non brilla per diplomazia ma ciò non toglie che Manuel stia raccogliendo anche - eccome - i frutti del lavoro di Mancini.
Molto onesto, tra l'altro, a riconoscere il lavoro di Pellegrini.

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Trovo che sia tutto condivisibile,l'onesta' viene ribadita nell'ottimo lavoro che riconosce a Pellegrini e alla fantastica esperienza inglese con tifosi così speciali...Il metodo di lavoro dei club inglesi,o meglio la professionalità dei giocatori,e' stato spesso origine di discussioni anche di Capello e ANCELLOTTI,birra pub ecc ecc....sarà forse un caso che di nuovi inserimenti INGLESI non se ne vedono??? Non credo....detto questo l'amore per il club e' evidente e che la squadra non lo seguiva più sono gran balle....decisioni di Dzeko forse??? No semplicemente la società ha deciso nelle sue facoltà,di cambiare manager. Oppure non veniva seguito e abbiamo buttato una finale per ribadirlo??? Leggendo interviste a YAYA SILVA AGUERO del mancio non hanno mai parlato male!anzi.....e non sono tre da tribuna ma tre determinanti per noi....detta la mia,in bocca al lupo al Mancio e avanti così qua al City....siamo veramente forti,rosa ampia e di qualità!!!

Citizen 89 ha detto...

In finale con il Sunderland!
I cugini sono allo sbando e casualmente gli "Anonimi" sono spariti da questo blog!
AHAHAHAHAHAHAHA RIDICOLI!!!!!

Difficile non essere d'accordo con le parole del Mancio, l'ossatura della squadra l'ha costruita da solo, partendo dalle macerie della disastrosa gestione Hughes e questo non deve mai essere dimenticato.




Francis Lee ha detto...

hahahahahahahaahahaha ancora parla l'Allevatore del Galatasaray, è così un grande allenatore che dopo esser andato via da noi Real, Barça, Bayern hanno fatto a botte per prenderlo. e visto che non scrivevo da tanto qui, il tempo è stato galantuomo e ho avuto ragione su tutto il fronte riguardo a Manuel Pellegrini.

Citizen 89 ha detto...

@Francis Lee

Attento! Le somme si tirano alla fine!

luca ha detto...

caro francis lee io sono una vedova di mancini e un grande tofoso del manchester city. se quest anno il manchester city dovesse vincere la premier o qualunque altro titolo(spero proprio di si e mi auguro di vincere tutto) io esulto tantissimo perchè sono tifoso del city a prescindere se in panchina cè mancini pellegrini o pinco pallino. la mia domanda è: quando il mancio ha vinto la premier tu hai esultato o ti sei incazzato?

Francesco ha detto...

Complimenti per la vostra onestà nel riconoscere i meriti di Mancini nella costruzione del City vincente (ha dovuto costruire da zero una squadra, un metodo, una mentalità, una storia, un ambiente), cosa che purtroppo non ho riscontrato su Facebook in alcuni gruppi inglesi o nell'altro gruppo italiano di supporters del City, dove un nugolo di bisbetiche "indomate" ha solamente insultato Mancini per questa intervista.


Lloyd ha detto...

In generale, bisogna fare i complimenti ai tre admin del forum, perchè han creato (ancor meglio che mancini :P ) un bellissimo ambiente, costruttivo, democratico ed intelligente.
Cosa, a mio modesto avviso, piu unica che rara per un blog di calcio!

setteblu ha detto...

Grazie mille Lloyd. Tranne qualche caso di idiota vestito da diavolo rosso, tutti i partecipanti si sono sempre distinti per la loro intelligenza (leggasi: rispetto per le idee degli altri).