4.2.14

EPL 24 City 0-1 Chelsea


City: Hart, Zabaleta, Richards, Nastasic, Kolarov, Yaya Toure, Demichelis, Navas, Silva, Dzeko, Negredo (57 Jovetic).
Chelsea: Cech, Ivanovic, Cahill, Terry, Azpilicueta, Luiz, Ramires, Matic, Hazard (Ba 90), Willian (Mikel 90), Eto'o (Oscar 83).
Reti: Ivanovic 32
Arbitro: M. Dean
Stadio: The Etihad
Spettatori: 47.364

Un fantastico Chelsea ha vinto ieri sera all'Etihad (1-0, Ivanovic) interrompendo una lunga serie di risultati utili consecutivi e bloccando la nostra macchina da goal, sempre a segno in casa da 3 anni. Il risultato è più che giusto: i nostri ragazzi hanno giocato al meglio delle loro possibilità, si sono battuti ma sono stati obiettivamente messi sotto dalla squadra londinese, padrona del centrocampo e portatrice di un pressing incredibile. Abbiamo avuto le nostre occasioni per segnare, loro molte di più compresi tre legni. Ieri si sono dimostrati più forti di noi, sul campo. Vedremo se anche a fine stagione sarà così; intanto la sfida di FA Cup ci darà la possibilità di riscattarci tra pochi giorni. Senza che sia considerato un alibi, le assenze del Kun Aguero in stato di grazia e quella di Fernandihno hanno inciso sulla partita anche se il Chelsea è stato eccezionale e forse avrebbe vinto ugualmente. Anche alcuni cosiddetti rincalzi non erano al meglio (Javi Garcia, James Milner e Jack Rodwell). L'unica nota positiva è stata il buon rientro di Stevan Jovetic, autore di un'ottima prestazione negli ultimi 30 minuti. Prima o poi doveva accadere, peccato sia accaduto proprio ieri sera ma la corsa continua e noi siamo pronti ad andare avanti. Dobbiamo riprenderci subito e sono certo che i ragazzi non ci deluderanno: onore al Chelsea ma forza ragazzi, la Premier non è finita ieri sera.




11 commenti:

Lele ha detto...

Questo è uno di quei momenti.
La sfida di ieri a mio parere non toglie nulla del buono (e tanto) che abbiamo dimostrato sin qui, ma aggiunge semmai valore e caratura al nostro avversario, che personalmente non mi aspettavo così. Ma a noi non toglie nulla. Forti eravamo e forti rimaniamo. Per me i più forti. Oggi come ieri. E una partita non ha la forza di intaccare la convinzione che il mister e i ragazzi mi hanno fatto crescere in questi mesi.
Una partita così può minare qualche certezza, può indebolirci nelle convinzioni, ecco allora che questo è uno di quei momenti chiave della stagione, uno di quei momenti che doveva per forza arrivare. Reagiamo come si deve, abbiamo perso una partita, l'abbiamo persa "bene", l'avversario oggi è stato migliore di noi, ma oggi sul piatto c'erano solo 3 punti, nulla di più. Facciamoci la doccia, riposiamo, ricominciamo a lavorare come fatto fin qui. Non dobbiamo aver paura di cadere o di inciampare, è una maratona, sappiamo di saper correre più e meglio degli altri, abbiamo preso una buca, poco male, ora riprendiamo il passo. Quello che abbiamo dimostrato fino a ieri è tanta roba, non lasciamo che una partita ci faccia venire dei dubbi. Siamo forti, i più forti, la nostra partita si chiude alla fine. E ci saremo.

Kuspide ha detto...

Il campionato è lungo e la partita di ieri è solo la conferma che la sfida andrà avanti fino alla fine, come immaginavamo. Peccato, certo. Speriamo che questa sconfitta serva a riportare tutto l'ambiente con i piedi per terra, per riniziare a macinare gioco come negli ultimi due mesi e magari lavorando un po' sull'equilibrio della squadra e sulla fase difensiva che ieri, secondo me, ha mostrato tutti i suoi limiti.

Per quanto riguarda Demichelis fa quello che può. Non ha neanche sfigurato, direi, anzi forse uno dei migliori, tutto sommato. Mi ha ricordato Edgar Davids nella Juve di Zidane: un mio vecchio amico quando gli tessevano le sue lodi rispondeva sempre:" Davids è così forte che tutte le volte che è il migliore in campo la Juve ha perso la partita".

Stefano ha detto...

Penso sia stata una delle partite più belle della stagione. Squadre concentrate a mille, ritmi forsennati, spazi chiusi, contrasti duri ma puliti, occasioni da gol.
Veramente un piacere da vedere, nonostante il risultato.
Il centrocampo del Chelsea è stato qualcosa di devastante, Matic è rimasto attaccato a Yaya per 90 minuti, Willian correva come un pazzo per tutta l'orizzontale e Hazard non perdeva palla nemmeno se gli sparava un cecchino. Con un Chelsea così c'era poco da fare se non applaudire a fine partita.
Nonostante ciò siamo partiti bene, peccato che il gol di Ivanovic abbia letteralmente tagliato le gambe ai nostri.
Questa partita ha dimostrato che il campionato è tutt'altro che chiuso, come qualche commentatore affermava solo qualche giorno fa, e non può che esser così visto il livello delle squadre.

MF ha detto...

E' andata male ma che gran partita!
Ieri sono rimasto sorpreso quando ho letto Rodwell e soprattutto Milner in panca e De Michielis titolare.. Ora leggo che non erano al meglio ed allora ci può stare... Perché con tutto il rispetto per l'argentino, preferirlo a James non era possibile..
Peccato davvero...andare a più sei sugli avversari più temibili sarebbe stato quasi decisivo ma hanno decisamente meritato..
Sarà dura..Mou, che non sopporto, è bravo e soprattutto un vincente e se arriviamo punto a punto non la vedo bene.. Ma siamo più forti, nonostante loro abbiano un fenomeno come Hazard.. Uno dei miei giocatori preferiti che, a mio parere, se fosse arrivato al posto di Sinclair(!!!) ci avrebbe già fatto vincere una Premier in più... Speriamo non ci faccia perdere qs!

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Una partita non cambia nulla...Ieri abbiamo perso MERITATAMENTE,e sinceramente faccio i miei complimenti a Mou che ha dimostrato una preparazione alla partita perfetta, e parlo di tattica e motivazione non di dichiarazioni o altro...Detto questo onore alle armi ai nostri ragazzi che hanno perso con grande onore provando,nelle difficoltà,a fare il meglio possibile...Non dirò nulla dei singoli n'è tantomeno del Manager...dopo due mesi del genere ogni parola se non grazie,sarebbe superflua...rimango sicuro che siamo i favoriti,nonostante le trasferte da giocare su campi ostici....aggiungo a parte i soliti ,il nome di Matic...che giocatore ragazzi,per me semi sconosciuto e ieri mi ha impressionato ,voi lo conoscevate a questi livelli???......mi rimane il dubbio che con il Kun in campo .................mah.........

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Onore al Chelsea, onore a mourinho. dopotutto su 9 incontri con Pellegrini 8 vittorie e 1 sconfitta.
Il portoghese, non dovendo costruire il gioco (di solito non lo fa mai nei big match) ha utilizzato 8 giocatori in fase decostruttiva/tattico utilizzando 3 soli giocatori (Eto, Hazard e William) per il contropiede.
Il calcio è anche questo, non mi lamento... Anche se contro di NOI Mourinho non è la prima volta che pesca il coniglio dal cilindro (Real-City 3-2 al 92', Chelsea-City 2-1 al 92'...)

Cmq sia sono sicuro del fatto che sabato ritorniamo primi...

MCTID

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Cmq sia mi ritrovo pienamente nel commento alla partita postato sul sito.
Oggi il Chelsea superiore, noi magari lo siamo per tutto il campionato... peccato per lui che alla fine non varranno gli scontri diretti ma e reti fatta e subite...

MCTID

ciccio ha detto...

Sono rimasto sorpreso dalla sconfitta del City nei termini e nei modi.Parliamoci chiaro,con il potenziale che ha il City dovrebbe vincere tutte le pertita 10 a zero.La sconfitta con il Chelsea,per di piu' in casa, e' molto preoccupante.Si e' vista la differenza fra un allenatore capace e un venditore di cozze.La vedo brutta.Va a finire che a ZERO TITULI ci finiamo noi nonostante il potenziale stratosferico.La sola panchina vale tutto l'Arsenal.Ho detto tutto.

Kuspide ha detto...

Prima di tutti non mi risulta che il Chelsea abbia problemi di soldi, non affrontavamo una squadra di poveretti, poi il calcio per fortuna non è solo milioni di euro, ma anche gruppo, personalità equilibrio e diversi altri fattori. Direi che l'Atletico di Simeone è un bello spot di come i soldi da soli non bastino. Dire che dovremmo vincere tutte le partite 10-0 mi sembra più da esperto di Football Manager che di pallone.

Pellegrini, lo dice uno che non impazzisce per lui, ha fatto e sta facendo un gran lavoro al City, la squadra sta disputando una stagione stellare e sta mostrando un gioco fantastico, e non sarà la partita di ieri a stabilirne il successo o il fallimento, soprattutto dopo 18 partite vinte nelle ultime 20. Giusto elogiare Mourinho quando vince, come ieri, ma è corretto anche ricordare che mentre lui settimana scorsa non riusciva ad andare oltre lo 0-0 col WHU in casa noi sbriciolavamo il Tottenham a domicilio con una partita da stroppiciarsi gli occhi, quindi attenzione che ogni domenica è una guerra.

Sono del partito "primo non prenderle", quindi conservo le mie perplessità sul discorso equilibrio e sul fatto che alla fine potremmo ritrovarci a pagare il conto dei gol subiti, ma parlare di "venditore di cozze" è davvero eccessivo e ingeneroso. I conti si fanno alla fine, quando si dovrà assegnare la targa di "zeru tituli"....

Lino1672 ha detto...

Gran bella partita,
complimenti al Chelsea ed in particolar modo ad Hazard è veramente un gran giocatore.
Il Chelsea ha sicuramente meritato la vittoria , tuttavia dobbiamo continuare per la nostra strada con la medesima fiducia e goderci questo bellissimo campionato.
Sicuramente L'assenza di Fernandinho e Aguero si sono fatte sentire .
Speriamo che sabato Liverpool e Newcastle facciano lo sgambetto alle ns avversarie.
Avanti a testa alta e consapevoli della ns forza!

Noodles ha detto...

Bei commenti, ottime riflessioni, intelligenti e razionali . A parte ovviamente quello che da al nostro mister del venditore di cozze. Ma non si può pretendere intelligenza e razionalità al 100%. Non manca mai chi trova il modo di insultare qualcuno. Sono opinioni che mi confortano, e che condivido totalmente. Mi confortano le riflessioni di Lele, uno che mi pare vada spesso vicino al boccino. Ieri sera è stata una sofferenza immane perdere "bene" contro il team di Mou. Grande stratega, grande manager, ma minuscola persona. Dopo aver straparlato per tutta la settimana (ma quelli che se ne intendono dicono che lo fa per mettere pressione agli avversari), ieri sera, sul tardi, ci ha fatto sapere che il suo Chelsea è programmato per vincere fra due tre anni. Per questo preciso motivo ha appena fatto spendere 30 milioni di euro alla sua società per prendere Matic.
Sabato bisogna vincere, e non preoccuparsi di quello che faranno gli altri.