6.2.14

Squadra speciale


La sconfitta contro il Chelsea è stata dolorosa ma mi compiaccio della reazione che tutto il nostro ambiente ha avuto dopo lunedì sera. Anche nel nostro piccolo, in questo blog, ho letto commenti di tifosi decisamente maturi (concordo con Noodles) che ancora una volta hanno dimostrato la nostra natura di supporter appassionati a prescindere dai risultati. Nessuno ha fatto drammi o peggio. Abbiamo tutti la netta consapevolezza che serve equilibrio, calma e razionalità: abbiamo perso una battaglia ma la corsa verso il traguardo è lunga e piena di opportunità da cogliere.

L'obiettivo è vincere la Premier League 2013/14 e restano 14 partite da giocare. La sfida contro il Barca di Champions League è molto affascinante e va giocata al meglio delle nostre possibilità ma oggettivamente non credo che il City abbia qualche possibilità di portare a casa il massimo trofeo continentale. Sarebbe meraviglioso eliminare i catalani, sarebbe importante non fare figuracce ed accrescere la nostra autostima con partite degne di una squadra di caratura europea. Detto questo, io vedo il campionato come obiettivo principale e fondamentale (pure vincere una coppa nazionale non mi dispiacerebbe affatto, visto che in una siamo già in finale). 

Il calendario ci offre almeno 4 gare ad alto livello emotivo e ad alto coefficiente di difficoltà: le due gite a Liverpool, il derby fuori casa e la visita all'Emirates probabilmente decideranno la nostra stagione. Sta alla squadra rendere importanti queste sfide facendo del proprio meglio per vincere le altre partite o almeno la quasi totalità di esse. Non sarà facile perchè negli ultimi tre mesi le partite sono diverse da inizio stagione, il campionato entra nella fase decisiva e tutte le squadre sono pronte a dare la vita per ogni singolo punticino; già a Norwich non aspettiamoci rose e fiori.

La mia speranza è che Manuel Pellegrini possa giocarsi il torneo avendo tutti i suoi giocatori a disposizione: finora la squadra è stata falcidiata dagli infortuni ed alcuni uomini chiave (Kompany, Aguero, Silva, Nasri) hanno saltato una considerevole parte di stagione. Ora anche Fernandihno non è disponibile e non possiamo permetterci di "regalare" agli avversari giocatori del genere in un momento come questo. Il Chelsea non ha vinto perchè mancavano questi giocatori ma senza dubbio con almeno il Kun in campo ho il legittimo sospetto che sarebbe andata diversamente, senza nulla togliere alla grande prestazione dei londinesi.

Il titolo ormai è una gara tra noi, il Chelsea e l'Arsenal; le dichiarazioni del portoghese sulle prospettive del Chelsea di vincere nei prossimi anni sono l'ennesima dimostrazione dello spessore dell'uomo. Mi chiedo che se ci creda veramente: intendo…mi chiedo se pensa davvero che qualcuno dia un briciolo di credibilità a ciò che dice. E allora, perché lo dice? Sul serio pensa di innervosire gli avversari con queste idiozie. Mah. Lui vive in un mondo tutto suo ed io sono felice che non sia il nostro.

Il nostro mondo è Manuel Pellegrini. Ho letto che questa squadra dovrebbe vincere tutte le partite 10-0. E' l'ennesima dimostrazione di ciò che penso da tempo: la tecnologia ed il mondo virtuale hanno rovinato molti cervelli in giro per il mondo. Ho letto che abbiamo perso per mancanza di personalità. Anche questa non è male se pensiamo al fatto che avevamo vinto 18 delle ultime 20 gare, battendo Arsenal, Liverpool, Newcastle e sdraiando senza pietà il Tottenham in due occasioni. 

La realtà è che questo manager ha la sventura di non essere adatto a questo ridicolo mondo del calcio che divora tutto e tutti in pochi secondi. Se vinci il campionato, non conta perchè bisogna vincere la Champions. Se sbaragli il campo per tre mesi e poi perdi una gara contro una super squadra non hai le palle e sei stato sopraffatto da un manager che ne ha da vendere di personalità (anche se aveva fatto 0-0 in casa con il West Ham, da noi ampiamente umiliato in più occasioni). Tant'è: oggi tutti possono dirsi esperti di calcio. Sia chiaro, io non mi sento tale ma posso dire, data la lunga esperienza da spettatore di partite, che la squadra è allenata alla grande e gioca divinamente.

Un dubbio ce l'ho anch'io, eccome: la storia del calcio ci insegna che squadre così offensive e maramalde non vincono i campionati perchè troppo deboli nella fase difensiva, troppo sbilanciate e troppo poco equilibrate. Riusciremo a vincere sfatando questa verità storica? Se penso che al minuto 24 della sfida di lunedì QUATTRO giocatori del Chelsea si sono trovati in contropiede fronteggiati dal solo Kompany direi di no (che bisogno c'era????) ma se penso al nostro potenziale offensivo mi dico: sì, non ci sono dubbi!

Vi lascio con una certezza: la società ha voluto, fortissimamente voluto questo manager per impostare questo tipo di squadra, questo tipo di filosofia di gioco e questo stile, in campo e fuori. Se non vinceremo non potremo certo dire di avere dei rimpianti sul modo scelto per farlo.


11 commenti:

Lino1672 ha detto...

Bravo Dario, concordo su tutto ed inoltre penso che la società si sia resa conto della ns leggerezza difensiva (anch'io quando ho visto quel contropiede sono rimasto attonito)
ed infatti voleva acquistare Mangala e Fernando.
Sono convinto che quest'estate lo faranno.
Possiamo farcela con un po'di fortuna dal punto di vista infortuni.

ciao.

Lele ha detto...

Concordo.
E aggiungo, Manuel Pellegrini a me piaceva prima di venire e mi è piaciuto che la scelta sia caduta su lui, anche se non avrei cambiato o anche se, potendo scegliere avrei scelto Pep, poi forse Rodgers o altri prima di arrivare a lui, ma questo poco conta, la scelta è stata chiara e unidirezionale, e io ne ho sempre condiviso la direzione, poi chi viene scelto per condurci lì è altra storia, e di quello risponderà il tecnico, la società, i risultati etc. Ma la direzione è giusta, vinciamo rischiando, vinciamo segnano, e soprattutto vinciamo giocando. Poi a fine anno faremo i conti, se avremmo vinto con valanghe di reti o se avremo perso con valanghe di piccoli/grandi rimpianti. Preferisco questa strada perchè se impari a giocare per vincere e non a vincere a qualunque costo, nasci magari squilibrato, offensivo, non compatto, scalcinato anche, ma se sai lavorare, poi l'equilibrio lo trovi, ed è quello che stiamo facendo a ben guardare. Se invece scegli un Mourinho scegli l'opposto, scegli la guerra, in campo e mediatica, i mezzucci, i sotterfugi, le dita negli occhi, i fallacci, le simulazioni e tutto quanto di peggio il calcio sappia offrire. Intendiamoci, il ridicolous-One è anche un ottimo allenatore, e forse il più straordinario motivatore che ci sia, sa di calcio e lo sa fare, ma lo dimostra troppo poco e troppo raramente perdendosi dietro a tutto quel marcio che mette in piedi pur di raggiungere successi che poi sbandiera come personali ancor prima che della maglia e dei colori con cui li ottiene.
Nossignori, non è quello il calcio (e lo sport in generale) che io amo, e siccome spesso ho avuto mooooolta paura che Mou fosse destinato a sedere sulla nostra panchina...beh io tiro un sospiro di sollievo, e allora lunga vita a Manuel, anche perchè per quanto mi riguarda, è un apprezzamento e una fiducia che si sta meritando.

Kuspide ha detto...

Per una volta concordo su tutta linea, eccetto il discorso su chi dovrebbe credere a Mourinho. E' chiaro che le baggianate tipo "il Chelsea è costruito per vincere tra 3 anni" hanno l'obiettivo di scaricare i giocatori dalle tensioni e le aspettative intorno a loro, non serve che ci credano gli avversari. Per quanto riguarda Pellegrini e la squadra da 3 mesi stiamo insegnando calcio a tutta Europa, e la sconfitta contro il Chelsea non toglie nulla a quanto di buono (fantastico) sta facendo l'allenatore. Mi arrischio a ripetere ciò che dissi prima dell'esonero di Mancini (altro mister che non apprezzavo particolarmente all'inizio ma che mi ha conquistato col tempo), non vincere nulla a fine stagione sarebbe grave, ma se questo è il gioco della squadra e se questa è la classifica alla fine dico che sarebbe giusto proseguire con questo progetto e con questo allenatore, memore del fatto che i milioni non assegnano i trofei in automatico e che Ferguson, per citarne uno, fece attendere 4 anni i suoi tifosi prima di vincere qualcosa.

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Da subito chiarisco che accetto le vostre opinioni Ma non mi unisco completamente al coro....Confermo la piena fiducia nell'allenatore già da ora,comunque vada l'annata perché credo nel lavoro e nei progetti a lungo termine ,cambiare nuovamente Manager sarebbe ancor più grave di qualsiasi sconfitta,però sappiamo che gli investimenti ENORMI sono stati fatti per VINCERE.... Quindi siamo onesti ,fai 180 goal e non vinci la Premier e non ti girano le palle a elica???? Non credo ,proprio perché abbiamo dimostrato di che pasta e squadra stiamo parlando che ,non posso essere d'accordo con la chiusura del post...Ragazzi non vincere la Premier sarebbe un passo falso enorme,parlo di Premier e non di champions...in Premier siamo i più forti e come giustamente scritto abbiamo dato lezioni di calcio a destra e manca,però e ripeto però ,non mettiamo le mani avanti perché se si chiude al terzo posto nessuno penserebbe da subito alla bella squadra che siamo ma più al fatto di rendere 10 goal fatti per avere un punto o due in più in classifica,,e aggiungo che questo e' il segreto del calcio,riuscire a fare combaciare bel gioco e vittorie cosa peraltro riuscita storicamente a poche squadre...io dico che la società ha scelto un manager dallo schema offensivo e spettacolare,bene mi piace e mi va' bene,però senza la Premier,pur contento del bel gioco mi resterebbe il rammarico per la mancata vittoria finale.....poi posso identificarmi nella linea educata e signorile ma ,ripeto a mio parere,il dispiacere sarebbe grande e probabilmente la linea tracciata sarebbe ancora da rivedere,perché l'equilibrio in campo E' FONDAMENTALE..,,,,chiedo,secondo voi il manager non rischia se non vince la Premier???? Ricordiamoci che la proprietà non darà mai 4 anni a nessuno,come a Mastro Ciliegia ,però altri tempi e inoltre questo ultimo pensiero potrebbe a breve venir risolto....

setteblu ha detto...

Sono stato frainteso: non vincere sarebbe una grande delusione ma la società non avrebbe comunque rimpianti perché la scelta di questo manager è stata progettata e realizzata con grande volontà. Hanno voluto proprio lui. E ne conoscevano pregi e difetti. Poi concordo: se ne facciamo 180 e non vinciamo le palle girano ad elica, questo è certo :-)
Sono sicuro che Manuel non rischi nulla, in qualunque caso

Citizen 89 ha detto...

Ragazzi che sorpresa!!!! Oggi mi è arrivata la tessera del club!!!! GRANDISSIMI!!!!!!!

setteblu ha detto...

Ma che grandissimi, siamo in ritardo mostruoso! Mi scuso con tutti e grazie della pazienza :-)

diggio ha detto...

Mi associo a quello che è stato detto da tutti, aggiungo però che a me le palle mi girano ad elica da lunedi sera ore 23. Apprezzo molto il fatto che voi abbiate digerito così bene (molto meglio di me) la sconfitta dell'altra sera, io ancora sto nervoso e non sono riuscito a mandarla giù, sarà perchè era una partita decisiva, sarà perchè contro c'era mourinho, sarà perchè con una vittoria si metteva davvero alla grandissima, per carità non sto dicendo che tutto quello che si è fatto non ha valore e anzi sosterrò con ancora più forza questo mister e questa squadra, ma il bruciore è ancora tanto (forse mi ero abituato troppo bene negli ultimi 2 mesi). Leggere quello che avete scritto negli ultimi 2-3 giorni mi ha sicuramente fatto riflettere molto e perchè no tirato anche su di morale :-) Ora non è tempo di piangersi addosso ma sicuramente è il momento di spingere forte sull'acceleratore, la classifica ci permette di continuare a sognare e il mio desiderio più grande è quello di avere la rosa al completo fino a fine stagione, per non avere poi rimpianti se non dovesse arrivare qualche trofeo pesante. Una parola sul manager la vorrei spendere anche io: grande persona e sicuramente grande tecnico, a prescindere dal risultato finale!!

Marco D. ha detto...

Anche a me brucia non aver approfittato dell'occasione lunedì sera ma siamo sinceri, hanno meritato alla grande, molto più giusto sarebbe stato non perdere all'andata, e ora avremmo lo stesso 3 punti più di loro. Una battuta d'arresto ci può stare, peccato aver dato in contemporanea 3 punti al volpone Mou.
Io ammiro Pellegrini, sono felice per il gioco a larghi tratti di stagione dimostrato, ovviamente in cuor mio conto di poter mettere in bacheca un'altra premier dopo di 2 anni fa, visto che siamo attrezzati a proposito.
Anche da me arrivate le tessere, anche se temo ne manchi una...

setteblu ha detto...

@Diggio: la partita di lunedì era importantissima ma non decisiva...ne mancano ben 14! Contenti di averti tirato su!
@Marco: ti riferisci a quella del piccolo? Quest'anno ci hanno mandato solo "tessere adulti"...cioè quelle che paghiamo. Anche le mie figlie sono rimaste senza :-)

Marco D. ha detto...

No problem, Dario, contentissimo uguale. Grazie per il chiarimento.