17.4.14

City 2-2 Sunderland


City: Hart, Zabaleta, Kompany, Demichelis, Kolarov, Javi Garcia, Fernandinho (Rodwell 86), Nasri, Milner, Negredo (Dzeko 67), Aguero (Jovetic 55). 
Sunderland: Mannone, Vergini, Alonso, Brown, O'Shea, Cattermole, Colback, Larsson (Giaccherini 67), Johnson, Borini (Scocco 67), Wickham.
Reti: Fernandinho 2, Wickham 72, 83 Nasri 88.
Arbitro: M Atkinson
Stadio: The Etihad
Spettatori: 47046

Un City stanco, svuotato e giù di giri pareggia contro il Sunderland (2-2) e dice addio, con ogni probabilità, alle speranze di vincere la Premier League. Non è bastato il goal fulmine di Fernandinho per indirizzare la gara visto che il Sunderland ha giocato meglio per lunghi tratti dell'incontro e si è trovato addirittura in vantaggio a pochi minuti dalla fine grazie alla doppietta di Wickham. Un sussulto, tipico della nostra squadra, nelle fasi finali del match ha portato in dote il pareggio di Samir Nasri ed una colossale occasione sempre per il marsigliese ma il Piccolo Principe ha sparato alto il pallone della vittoria. Nota di merito per Pablo Zabaleta, capace di restare in campo dopo un contrasto mostruoso con Alonso alla fine del primo tempo. Lunedì riceviamo il West Brom e spero che i ragazzi trovino il modo di non buttare all'aria il buon lavoro fatto fino ad oggi, onorando le ultime cinque gare e, più importante, la nostra adorata maglia.


12 commenti:

Noodles ha detto...

Ora è finita sul serio. Personalmente ho smesso di crederci alle 16,30 circa, di domenica 13 aprile. Partite come quella di Anfield, con andamenti del genere ( 74' e 78' minuto...), spesso sono una sentenza. Ma ancor prima di me, ahinoi, hanno smesso di crederci loro. E questo è un pochino grave. Gruppo scarico ( squadra e manager), svuotato mentalmente. Ma anche scarichi e svuotati, in casa con l'ultima in classifica (toh...il Sunderland!!)si dovrebbe vincere. Dopo un primo tempo ignobile, ti aspetti una squadra diversa, che ha recepito il pericolo e ne trae le conseguenze. Nulla di tutto questo è invece accaduto. Bilancio.....In un anno, buttate nel cesso 2 F.A. Cup e la possibilità di lottare per il titolo fino alla fine. Ma che razza di gruppo è questo? Vale la pena insistere quando è ormai chiaro che più di tanto non può e non potrà fare? Discorsi teorici. Credo che la rosa sarà in gran parte confermata. E continuerà a dimostrare limiti di tenuta mentale fatali, per avere grandissime ambizioni. La coppa di Lega è meglio di niente. Ma è tanto, troppo poco, rispetto alle grandi, ma a conti fatti, ingiustificate aspettative. Un abbraccio a Pablo Zabaleta, meraviglioso e indomito guerriero. Nella nostra tifoseria, già un indimenticabile. Avanti un pezzo a tanti nomi altisonanti, ma di ben più mite temperamento.

Lele ha detto...

Concordo, delusione atroce ieri, davvero non me l'aspettavo. Continuo a pensare che non è finita finchè non è finita, ma oggi questa mi appare come un mero esercizio di stile aritmentico che non una sentita convinzione. Mi aspettavo altro da questa stagione, devo essere onesto, mi aspettavo altro da questa squadra. Accetto il verdetto del campo che è sovrano, ma accetto di perdere ad Anfield inchinandomi se vogliamo al cinismo e alla durezza che il calcio sa dare più che ad una pur non così evidente superiorità dell'avversario, ma non posso accettare quanto visto ieri come non potei accettare quanto visto un anno fa a Wembley.
Ritengo questa stagione per certi aspetti peggiore di quella passata, ma...anticipo i soliti temi...non ne faccio una questione Mancini Pellegrini, anzi sul "banco degli imputati", se proprio devo metterlo, il manager lo metto per ultimo. Manuel ha fatto quello che poteva e che doveva e lo ha fatto anche bene. Poteva fare meglio? Senza dubbio c'è una sua corresponsabilità nella scarsa personalià che questa squadra dimostra in tanti troppi frangenti, ma questi giocatori sono in buona parte quelli capaci di mettere in scena lo scempio di Wembley appena un anno fa. E allora forse il cerchio si restringe. Se non posso avere 11 Carlos Tevez, se Yaya Tourè è uno solo, allora lunga vita a James Milner e Pablo Zabaleta, che Silva e Nasri sono gli Xavi e Iniesta che vorrei ma non posso.
Con gente alla Milner e Zabaleta delle squadre ci vinceranno la PRemier, o la Liga o la Champions. Tanti presunti fenomeni escono dalle competizioni e siedono a casa davanti alla tv.

PS - oddio povero David, nemmeno se lo merita, però il concetto spero sia chiaro, troppa qualità presunta e troppo poca quantità reale.

setteblu ha detto...

E' chiarissimo, Lele. Condivido ciò che scrivi ma non mi spingerei a paragonare David Silva a Nasri. Per rendimento, qualità, impatto e personalità il canario è anni luce avanti al marsigliese. Mancini ebbe lo stesso problema con il quale oggi fa i conti Pellegrini: la nostra è una rosa piena di ottimi giocatori ma pochi hanno il temperamento e la mentalità del grande campione. Manuel è seduto da un anno circa sulla nostra panchina ed il progetto è stato impostato per cinque anni: vediamo di analizzare bene ciò che non è andato e cerchiamo - UEFA permettendo - di migliorare. A questo proposito sarà interessante dibattere non tanto sulla preparazione atletica quanto sulla gestione sanitaria di troppi calciatori: io penso che se giocano sempre gli stessi arrivare distrutti mentalmente a fine stagione sia inevitabile.

Anonimo ha detto...

La nostra squadra saprebbe resuscitare anche i morti: abbiamo pareggiato con una squadra che aveva ottenuto un solo punto nelle ultime nove partite (l'ultima vittoria risale a metà febbraio) e che non segnava almeno due gol da due mesi e mezzo. L'attaccante Connor Wickham, ieri autore di una doppietta, non segnava in Premier League dall'11 ottobre 2011, quando realizzò il suo primo ed unico gol con il Sunderland in tre stagioni. In pratica ne ha messi dentro più a noi in sei minuti che in campionato in tre anni.
L'unica nota positiva è che il Sunderland l'anno prossimo non ci sarà, almeno non perderemo i sistematici 3/4 punti che contro di loro perdiamo ogni anno.

Anonimo ha detto...

Comunque mi sembra inaccettabile che, con la rosa stratosferica che ci possiamo permettere, abbiamo vinto tanto quanto lo United nella sua peggiore stagione degli ultimi 25 anni.

setteblu ha detto...

Caro Anonimo, impossibile darti torto sul primo commento. Davvero assurdo lasciare 4 punti ad una squadra come il SAFC e meno male che almeno abbiamo recuperato a Wembley. Per quanto poco sia però, la Coppa di Lega è PIU' di ciò che lo United ha vinto quest'anno perchè la Charity Shield io non la considero nemmeno se la vinciamo noi.
PS. Ti costa così tanto firmarti???

Giovanni ha detto...

Ciao. La Premier non è ancora persa, sono calate tantissimo le percentuali ma secondo me abbiamo ancora un 10% di possibilità di vincerla (60 Liverpool, 30 Chelsea).
E' comunque incredibile che non si vinca una Premier scarsa come quella di quest'anno, che vede in testa un Liverpool buono ma non certo eccezionale e un Chelsea coi cerotti e Samuel Etò.
Evidente il limite di personalità, che può essere supplito solo con la grinta dell'allenatore. Il nostro fa giocare benissimo le sue squadre, ma alla fine raccoglie poco o nulla.
Sulla partita col Sunderland vorrei invitarvi a riguardare più volte la papera di Mannone sul nostro pareggio: se ci sta il primo errore, quando non trattiene la palla, è incredibile come non riesca a riprenderla prima che entri in porta. Se fosse il campionato italiano se ne sarebbe discusso a lungo.In ogni caso, dobbiamo sperare sino a quando loa matematica non lo impedisce.

Anonimo ha detto...

Setteblu, se vuoi mi firmo anche: sono Luca. Comunque, caro Giovanni, per quanto riguarda la papera di Mannone, mi sembra stupido anche solo pensare che il suo errore sia stato volontario, soprattutto perchè il Sunderland si sta giocando la permanenza in Premier League e due punti in più gli avrebbero fatto molto comodo. Probabilmente, quando si è accorto che il pallone che non aveva colpevolmente trattenuto stava entrando in porta, si è buttato a capofitto per salvarlo e ha perso l'equilibrio. Succede.

Anonimo ha detto...

Per quanto riguarda i risultati, credo che otterremo un solo punto tra Everton e Crystal Palace, e sette punti tra WBA, Aston Villa e West Ham, chiudendo il campionato a 79. Considerando che il Liverpool già sabato molto probabilmente vincerà e si porterà ad 80 e che il Chelsea cinque punti in quattro partite li fa, credo che chiuderemo al terzo posto.

Noodles ha detto...

Dissento sulla Premier scarsa. Perché scarsa? Da dove lo deduci? Liverpool-City è stata una partita meravigliosa, per chi non era coinvolto. Perché il Liverpool è "solo" buono? Non si è "solo" buoni se si vincono 10 partite consecutive in un campionato così combattivo ed equilibrato. La stagione passata lo United vinse con distanza abissale su di noi. Terzo il Chelsea, staccatissimo. Era una Premier scarsa? Due anni fa la terza staccata di due giri. Era una Premier scarsa? Poi senti chi dice che la Liga è scarsa, la Bundesliga scarsa, etc etc. Un solo fatto è certo, a mio modo di vedere. Il campionato italiano è scarso!!

Luca G. ha detto...

Squadra senza carattere.......e senza Merlino e Yaya non c'erano le geometrie in attacco.....Peccato per quest'anno ma io ho una grande fiducia in Pellegrini e nei petroldollari dello sceicco...

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Vi avverto, sto in paranoia...
La butto lì... Per me è tempo di processi.
Per voi Dzeko andrebbe riconfermato? come rincalzo o come titolare? O andrebbe presa una punta di spessore da affiancare al Kun?
Per l'ultima direi di si...

Si dovrebbe dare una ulteriore chance a Nastasic e Jovetic?
Si per il primo, prestito secco x il secondo

Leggevo di in un interesse dell'Inter per J.Garcia, aggiungerei un bel magari...

MCTID