12.4.14

Con immenso rispetto


Non sarà una partita come le altre, quella di domani pomeriggio ad Anfield. La posta in palio sarà altissima e per la prima volta da almeno 18 anni il Liverpool ha realmente una chance per avvicinarsi ad un titolo che manca dal 1990. Possiamo solo immaginare l'atmosfera che ci attende, l'elettricità che già pervade le strade intorno al tempio dei reds. Uno stadio unico che ho avuto la fortuna di visitare un paio di volte e che trasuda Storia da ogni centimetro quadrato. 

Non ho mai avuto simpatia per gli "squadroni" ma devo ammettere che il Liverpool è un caso a parte: sarà per i manager (Shankly, Paisley), la Boot Room, Anfield, la leggenda degli anni 70-80, una serie impressionante di grandi giocatori, le finali di FA Cup a Wembley contro i cugini dell'Everton, le finali europee, una tifoseria sterminata ed appassionata, una maglia stupenda. Sono certo che molti tifosi rispettino davvero il Liverpool, a differenza di una certa squadra ubicata a Stretford.

Non sarà una partita come le altre, dicevo, perché al significato già importantissimo della gara si aggiunge il 25° anniversario della strage di Hillsborough, il più grande disastro della storia dello sport inglese. Il 15 aprile 1989 ben 96 tifosi del Liverpool persero la loro vita nel Leppings Lane stand poco prima del calcio d'inizio della semifinale della FA Cup contro il Nottingham Forest.


Fu facile allora dare la colpa della strage alla furia degli hooligans ed alla violenza dei tifosi del Liverpool. A meno di quattro anni dall'Heysel, fu un gioco da ragazzi per la stampa britannica scaricare l'orrore delle responsabilità ai ragazzi della Kop, non risparmiando nemmeno coloro che erano morti.
In particolare il Sun condusse una campagna velenosa contro i liverpudlians. Eppure il Taylor Report definì in modo ben preciso, da subito, le responsabilità della polizia locale nella gestione della partita.


Nel settembre del 2012, grazie ad un'inchiesta voluta e condotta dall'Hillsborough Independent Panel, la verità venne fuori ed il governo inglese, presieduto da David Cameron, riconobbe ufficilamente le colpe della polizia del South Yorkshire, scagionando la tifoseria del Liverpool e chiedendo - per quel che conta - scusa ai tifosi ed ai loro familiari "per la doppia ingiustizia: l'incapacità di proteggere le vite dei loro cari e l'imperdonabile attesa per arrivare alla verità".

I media vicini ai Tories cercarono negli anni di sostenere la causa anti-hooligans, sposando la tesi che additava i tifosi come i colpevoli unici del disastro. I politici del Partito Conservatore che sostenevano allora il governo di Margaret Thatcher coprirono ed insabbiarono vergognosamente le responsabilità della polizia, oltre le ragioni della verità. La "signora" odiava profondamente il calcio, i suoi tifosi e, mi permetto di aggiungere, una qualsiasi idea di giustizia sociale. Anfield non mancò di far sapere il proprio pensiero nel giorno della morte della Iron Lady.


Sarà un onore per noi giocare domani ad Anfield ed essere testimoni di una giornata speciale, pur nella sua tristezza. Come ha ben scritto Kuspide nella preview, la partita avrà inizio alle 14,37. Saranno grandi emozioni e sono certo che i nostri ragazzi - giocatori e tifosi - sapranno rendere omaggio nel modo giusto ai 96 angeli che sono saliti in cielo venticinque anni fa. Un abbraccio ai tifosi del Liverpool. Con immenso rispetto.


10 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo articolo, un GRAZIE grande così da un tifoso Red fino al midollo.

YNWA (e buona partita!)

ScouserDanny

Citizen 89 ha detto...

Porca trota! Qeusta proprio non ci voleva, la papera di Kompany potrebbe costarci cara, molto cara!

Comunque onore alle due squadre che ci hanno regalato una partita bellissima, spero che il Chelsea non l'abbia vista altrimenti potrebbe imparare a giocare a calcio!

Un saluto a tutti e vivissimi complimenti ai Reds!

Alessandro Bevilacqua ha detto...

3-2 e finisce qui il nostro campionato. Poi se voi volete ancora a menarla su corsi e ricorsi storici fate pure...
grande Kompany quest'oggi, dodicesimo uomo in campo con i reds.

ma che cazzo... Flanagan e Handerson campioni d'inghilterra, non ci credo nemmeno se li vedo con il trofeo in mano

MCTID

Anonimo ha detto...

MANCIOMAO
Hanno meritato e basta...abbiamo giocato 20 minuti e abbiamo pareggiato,avevamo due risultati su tre e siamo entrati in campo senza carattere e voglia di risultato,ma come si fa'???. Pazzesco...Kompany avrà sbagliato ma a calci nel sedere ne prenderei altri prima di lui...pazzesco...

alakai ha detto...

ci risiamo col pessimismo potremmo essere a meno 1 con 12 in punti in palio per quale motivo dovremmo avere perso il titolo e c e sempre liv mou se poi le vincono tutte complimenti. cmq un titolo si vince anche con gli episodi saro in malafede ma mi sembra che i reds ce l hanno tutti a favore il rigore cambiava il campionato. pero e lunga molto lunga.......vedremo

Citizen 89 ha detto...

Perfettamente d'accordo! Posso capire l'amarezza per questa sconfitta ma dire che il campionato è chiuso mi pare eccessivo, mancano ancora quattro partite e se il Liverpool dovesse vincerle tutte......beh! Potremmo dire di aver perso con la miglior squadra dell'anno!

COME ON CITY!!!!

Matteo9320 ha detto...

Mi spiace dissentire, l'amarezza per aver perso questo campionato é enorme. Si ha proprio la consapevolezza che si sia buttata nel cassonetto una stagione! Kompany, miei cari ragazzina vanificato tutto il lavoro svolto dalla squadra; nella partita più importante, nel momento più importante non puoi commettere certi errori. Inutile sperare, in cosa poi? Nel Liverpool che va a perdere a Norwich? Accettiamo col passare dei giorni questo risultato consapevoli però che i titoli si vincono con gli attributi e non con le svirgolate in area di rigore.

Matteo9320 ha detto...

Mi spiace dissentire, l'amarezza per aver perso questo campionato é enorme. Si ha proprio la consapevolezza che si sia buttata nel cassonetto una stagione! Kompany, miei cari ragazzina vanificato tutto il lavoro svolto dalla squadra; nella partita più importante, nel momento più importante non puoi commettere certi errori. Inutile sperare, in cosa poi? Nel Liverpool che va a perdere a Norwich? Accettiamo col passare dei giorni questo risultato consapevoli però che i titoli si vincono con gli attributi e non con le svirgolate in area di rigore.

Citizen 89 ha detto...

A parte che il Liverpool deve ancora giocare lo scontro diretto con il Chelsea, e poi nel calcio tutto è possibile, qualcuno poteva prevedere il KO del Chelsea contro il Crystal Palace? Non credo!

Noi pensiamo a vincerle tutte poi il resto si vedrà, potenzialemnte siamo a -1 niente è perduto!

MF ha detto...

Non è assolutamente finita... Vincendo le tutte basta un pari del Liverpool col Chelsea.. Non così improbabile come scenario! In ogni caso complimenti a qs grande Liverpool e a Dario per il magnifico post!