1.5.14

Multa in arrivo?


Sono molte le voci che circolano in questi giorni circa la probabile sanzione che il City riceverà dall'UEFA in merito all'infrazione delle regole del Fair Play Finanziario. Non c'è nulla di ufficiale ma ormai tutti i media riportano con certezza che le sanzioni si tradurranno in una limitazione del monte salari dei giocatori della rosa iscritti alla lista UEFA per la Champions League 2014/15 ed in una possibile limitazione anche del numero di giocatori che potranno far parte della rosa stessa. 

In sostanza, invece di iscrivere alla lista europea 25 giocatori (come gli altri club) potremmo essere costretti ad iscriverne un numero inferiore (ancora non definito) per un totale del monte salari limitato. Tipo: il City potrà far giocare in coppa solo 22 giocatori e il monte stipendi complessivo di questi 22 non potrà superare una certa cifra. A ciò, si aggiungerà una probabilissima multa che il board dovrà pagare. Cioè Platini, per evitare che il City spenda troppo e si rovini, obbliga Mansour a versargli una bella cifretta sul conto corrente UEFA. Nei prossimi giorni dovrebbe essere ufficializzata la decisione.

Questa serie di sanzioni è parte di una sorta di "proposta di patteggiamento" che l'UEFA ha fatto al City (al PSG e ad altri club) e che il City può accettare dichiarandosi colpevole oppure non accettare; in questo secondo caso, la questione andrebbe poi discussa da una Commissione Giudicante che potrebbe anche - stando ai rumours - inasprire la pena escludendoci dalla prossima edizione della coppa. 
Se il City accetterà la punizione, è possibile invece che l'Arsenal o l'Everton ci facciano causa per i supposti danni.

L'aspetto divertente è che l'UEFA considera queste limitazioni un aiuto ai club per permettere loro di rientrare nei parametri del FFP nei prossimi anni. Ogni club può permettersi perdite di 45 milioni di euro (£37 milioni) nelle ultime due stagioni considerate. Il nostro club ha invece registrato perdite per £97.9 milioni nel 2012 e di £51.6 milioni nel 2013 anche se da questo conto totale devono essere tolti i soldi spesi per gli investimenti nel settore giocanile e nella nuova City Academy che sta nascendo accanto all'Etihad Stadium.

Detto ciò, io torno a concentrarmi sulle ultime tre partite della Premier League, a cominciare dalla sfida di Goodison Park.


Nessun commento: