4.10.14

BPL 7 Aston Villa 0-2 City


Aston Villa: Guzan, Hutton, Senderos, Baker, Cissokho, Delph, Westwood, Cleverley, Richardson (Grealish 71), N'Zogbia (Bacuna 71), Weimann (Benteke 61).
City: Hart, Zabaleta, Kompany, Mangala, Kolarov, Fernandinho (Lampard 56), Toure, Milner, Silva (Navas 83), Dzeko (Fernando 64), Agüero.
Reti: Toure 82, Agüero 88.
Arbitro: Chris Foy
Stadio: Villa Park
Spettatori: 32.964

Alla fine il bunker crolla e portiamo via tre punti pesanti a Birmingham. Grazie alle reti di Toure (82) ed Aguero (88), il City sbanca il Villa Park (2-0) nelle fasi finali di una partita onestamente dominata e si porta a due punti dal Chelsea in attesa del derby londinese. 

Gli uomini di Manuel Pellegrini hanno prodotto un bel calcio oggi pomeriggio, creando molte occasioni ma facendo fatica a trovare il sigillo. La gara era avviata ad un frustrante 0-0 quando Toure, come al solito spettatore non pagante fino a quel momento, ha trovato il pertugio per scassinare il fortino regalandoci il bottino pieno prima dell'acuto finale del Kun.

Un solo commento a caldo: vedere Kolarov in queste condizioni e ricordarlo in panchina (con Clichy in campo) in Champions mi ha fatto venire dolore dappertutto. Sia chiaro: è altamente probabile che non sarebbe cambiato nulla (anche Aleks si sarebbe adeguato allo stile europeo di questo gruppo) ma mi è sembrato stridente il paragone tra la forma del serbo e le fatiche del francese.

Qui trovate la classifica aggiornata di Prediction League: Lino e Lloyd indovinano il risultato e balzano in testa!



11 commenti:

Citizen 89 ha detto...

Nel commento al post precedente mi sono scordato proprio di Kolarov: eccezzionale sia in fase offensiva che difensiva, di gran lunga il migliore in campo!

Emanuele ha detto...

Sono d'accordo su kolarov ma un altra cosa che mi sono reso conto è che mangala ha fatto un ottima partita e ha sfiorato addirittura il gol ma soprattutto che il capitan kompany si trova più a suo agio con mangala che con demichelis...non so se è una mia impressione ma le chiusure difensive specialmente i raddoppi erano più efficaci e più fluidi.

Noodles ha detto...

E così, rientrati in patria, si torna a far la voce grossa. Meglio così, sia chiaro, ma l'incredibile "Dott. Jekyll & Mr Hyde" di questo gruppo, continua a martellarci in testa, anche in belle serate come questa. Tourè torna per un attimo il match winner di sempre, quello chirurgicamente decisivo nei 5trofei vinti negli ultimi 4 anni, e ci consegna 3 punti strameritati. Partita condotta dall'inizio, poi dominata, poi stradominata. Sull'ivoriano, e sul suo rendimento, pesano indubbiamente nei nostri giudizi, il vergognoso comportamento tenuto quest'estate. Perché ci potrebbe pure stare, dopo le mirabilie di questi anni ed un mondiale di mezzo, le prestazioni possano non essere quelle solite straordinarie che ci ha abituato. Ma sono certo, che come nella mia , anche nella vostra testa serpeggi il fortissimo sospetto che lui, in questa squadra, non abbia più voglia di starci. E come conseguenza le scialbe prestazioni. Speriamo che il susseguirsi della stagione smentisca questa "sensazione". Intanto, grazie al suo bellissimo gol, la Premier è ancora viva. Condivido il pensiero su Kolarov. Ma come si è potuto lasciarlo fuori martedì sera?? Ma come si è potuto mettere in campo una formazione così improbabile?? Le continue, inspiegabili delusioni europee pesano, e peseranno certamente sui nostri giudizi. Anche quando, come stasera, la squadra fa per intero il suo dovere. Ma credo non smetteremo mai di porci questa semplicissima domanda. Perché?

Secondo Premio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Secondo Premio ha detto...

Toure come al solito spettatore non pagante mi sembra un giudizio non oggettivo.
Boh...forse ho visto un'altra partita

Maxsince80 ha detto...

Nonostante una vittoria meritata, due goal di straordinaria fattura e un dominio, una pressione in attacco sull'Aston Villa che nessuna altra squadra di PL sarebbe stata in grado di esibire, si ritorna immancabilmente alla partita con la Roma, a Yaya e alle cazzate che ha detto in estate, etc.
Non mi associo al coro di chi ritiene il City una sorta di Doc. Jekill & Mr. Hyde. Già nel significato nascosto di questi due nomi ritroviamo l'essenza anche del calcio. Ci sono momenti in cui puoi "uccidere" l'avversario e in altri dove devi "nasconderti". E' un'ambivalenza che dipende anche dalla forza dell'avversario, di cui non puoi disporre sempre come desideri. Yaya, ieri, ha compiuto un gesto tecnico di alto livello. Il replay l'ha immortalato in modo netto e chiaro ... però ... non ha fatto che latitare per tutta la partita. Giudizio, a mio parere, alquanto ingeneroso. Ogni tanto si sente dire: "quello che ha fatto vale da solo il prezzo del biglietto". Per Yaya evidentemente non vale.
Buona domenica a tutti. Sursum corda! Ieri abbiamo vinto 2-0!

setteblu ha detto...

@Secondo Premio e Maxsince80 - In Europa il City non è ambivalente nemmeno un po': è costantemente mediocre. Che una squadra come la nostra, con i presunti campioni a disposizione, non sia in grado in quattro anni di vincere come si deve una partita contro un avversario forte è segno di debolezza enorme. Non chiedo di "disporre come desidero dell'avversario" ma solo di evitare tre eliminazioni (più una quarta in cantiere) quasi indecenti, sempre rapportandosi al "valore" (teorico) della rosa e degli avversari.

Quanto a Toure: nessuno - sano di mente - discute il suo valore tecnico/atletico ma solo la sua voglia di guardagnarsi lo stipendio. Ignobili le sue prese di posizione estive (compresa quella sul fratello), vergognoso il suo modo di stare in campo di questa prima parte di stagione.

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Cmq sia io, e lo penso solo io, ero contento della reazione complessiva della squadra benchè la differenza del gioco del villa era distante anni luce da quella della roma.

In europa non puoi solamente sfruttare le fasce come tua sola tattica. Ieri sembrava la stessa cosa nonostante i soliti miracoli di Guzman, i due pali, ed errori sotto porta...

Capitolo Yaya. Io lo vedo fuori forma. Dopo un campionato strepitoso finito alla grande e un mondiale sfiancante (per caldo torrido ed altro), una preparazione atletica forzatamente partita in ritardo, io non lo vedo neanche lontanamente in forze.

alakai ha detto...

Io ho molta fiducia nel nostro manager. Voglio aspettare prima di dare un giudizio. Certo che martedì sono rimasto veramente deluso non vedo mai il city con la bava che schiuma rabbia agonistica pensavo di vincere. Cmq aspettiamo io credo che alzeremo trofei anche questo anno. Capitolo Champion. Se siamo meritevoli andremo a prenderci la qualificazione a Roma

Lele ha detto...

Kolarov è un giocatore che a me non piace, non lo considero bravo a difendere e lo trovo presuntuoso in fase offensiva, non ha lo spunto, il dribbling e nemmeno il calcio che sembra pensare di avere, però...merita tantissimi elogi, per come ha giocato lo scorso anno e per come ha cominciato questo. Per come in generale si è ben relazionato con la concorrenza ingombrante di Clichy che invece a me piace molto, anche se forse resto legato al suo primo anno con noi, su quei livelli ci è tornato molto poco. Quindi un gran "bravo" ad Aleks da parte di un suo non-estimatore calcistico (professionalmente mi pare impeccabile). Quanto a Yaya, giocatore per cui nutro una spudorata venerazione, beh qui nel giudizio mi lacero, non riesco a scindere quel che vedo (che non è nemmeno poi così male) da quello che so essere in grado di fare. E lo dico col groppo in gola perchè non so se avremo mai più un centrocampista di tale caratura, a me pare che Yaya di vestire la nostra maglia non abbia più molta voglia, e quest'anno torna la Coppa d'Africa, competizione che grazie a lui ho imparato a detestare! Insomma Yaya rischia di essere un problema, abbiamo bisogno di lui per tenere questo Chelsea forte e cinico e per tentare il tentabile in Europa.

Denis80 ha detto...

Intanto Milner sembra abbia rifiutato un offerta dell'Arsenal per rinnovare con noi! Speriamo sia vero :)