1.10.14

Piccoli così


Credo che davvero nessuno possa dirsi sorpreso dell'esito della partita di ieri. Non ci sono molte riflessioni da fare: per l'ennesima volta questo club (società, staff tecnico, giocatori e ieri sera pure i tifosi, direi) si è dimostrato non all'altezza della Champions League e delle proprie teoriche ambizioni. I blues non hanno mai vinto la prima partita in casa delle varie stagioni europee, non hanno mai battuto con prestazione degna di questo nome una squadra forte, hanno sempre lasciato ai posteri dimostrazioni imbarazzanti per il genere di squadra che in teoria dovrebbero essere. La solita moscia dimostrazione di quanto i soldi non comprino la Personalità

Sono cambiati i manager, si sono alternati allenatori con buon curriculum che hanno dimostrato di essere validi professionisti ma senza risultati. Mancini e Pellegrini hanno avuto a che fare con lo stesso problema: il nostro ambiente, forse anche il modo che ha la società di "pretendere" i risultati, non si sono rivelati sufficientemente convincenti per un manipolo di finti campioni, giocatori strapagati capaci di essere leoni in terra britannica quanto conigli bagnati davanti ad un qualsiasi avversario tosto a livello continentale.

I commenti sul fatto che "non si può vincere subito" in Europa sono uno scherzo: questo gruppo non si avvicina nemmeno ad essere decente, se pensiamo agli investimenti ed ai sogni del board. Possiamo pretendere di fare a pezzi il Bayern? Il Barca? Il Real? Forse no ma intanto: siamo mai stati davvero competitivi - in partita secca - contro questi squadroni? Risposta: NO. Non col Real, non con il Barca più spento del decennio, non con il Bayern rimaneggiatissimo di dieci giorni fa.

Il Napoli, il Dortmund, la Roma stessa, l'Ajax sono squadre inarrivabili per i nostri pulcini vestiti di blue? Potevamo sperare di tenere testa a cotante armate? Certo che sono squadre forti o addirittura fortissime come qualità ma la domanda è: perchè mai dovrebbero essere così tanto più avanti di noi? Perchè non siamo mai riusciti a fare una prestazione "vera"? E' inutile che aggiunga i nomi dell'Atletico Madrid o del PSG, vero? Cosa mai dovrebbero avere più di noi? 

Temo che il dilemma sia risolvibile più facilmente di tante chiacchiere: i calciatori che "guidano" lo spogliatoio (HartKompany, Toure, Silva, Nasri, Aguero, Dzeko) non sono campioni a livello di personalità, fame, voglia e statura morale. Se ti affidi a tacchini freddi per la guida del gruppo, sentirai a fine partita un qualunque Jovetic dire: "Dopo il vantaggio ci siamo addormentati". Ecco, la sintesi perfetta. Sono anni che ti fai ridere dietro, finisci di nuovo in un girone di ferro, dovresti mangiarti il campo e, dopo l'ennesima figuraccia, fai queste dichiarazioni. Bene, bravi, bis.

Pellegrini ieri ha schierato una formazione quasi folle (il solo Fernandinho a centrocampo contro 5 leoni affamati ha avuto comprensibilmente qualche difficoltà…visto che Toure sta ancora pensando alle candeline di maggio) ed ha fatto errori di altro genere (Mangala? E il turn over in porta? E un Clichy del genere titolare in due match consecutivi?) ma per me non è il Problema. Finchè non cambiamo il cuore della squadra, non cambierà nulla. Alla faccia dei rinnovi a pioggia.

Possiamo qualificarci? Mi viene da piangere, quasi. Dopo due partite la domanda è: possiamo qualificarci? Potranno i nostri eroi riuscire a sconfiggere squadre tanto più forti del povero City? Riuscirà la nostra armata a sovvertire l'Ordine delle Cose? Potranno fare una Rivoluzione e uscire vincitori contro l'Orco Cattivo? La risposta che sento in giro fa ridere invece: sì, il City è squadra capace di qualsiasi impresa! Sulla base di che? In Europa siamo capaci di qualsiasi impresa? E quando mai è successo???

Il City si qualifica se se se SE riesce a fare tutto ciò che non è MAI stato in grado di fare. Se fa qualcosa di STRAORDINARIAMENTE DIVERSO dal solito. Ce la farà?

PS. 37.000 spettatori ieri: trovo il dato deprimente...forse nessuno la prende sul serio, questa coppa...


7 commenti:

Lloyd ha detto...

Premetto che per i soliti motivi di lavoro, non ho visto la partita per intero, ma solo gli ultimi 15minuti del primo tempo e tutto il secondo.
Non mancheranno le critiche alla squadra, ma voglio essere onesto:
La roma è stata messa sotto, costretta a chiudersi e difendere in 11 e ripartire timidamente in contropiede. Non so cosa sia successo durante la prima mezz'ora di gioco (anche perchè sto evitando come la peste siti e giornali italiani, per non farmi venire un'ulcera).
Ho espresso seri dubbi sulla condizione (fisica, mentale che sia) di Tourè, perchè dopo nemmeno 10 minuti del secondo tempo camminava in campo con l'azione che si svolgeva al suo fianco, e questo NON è, in alcun modo, accettabile. Non metteva agonismo, aspettava la palla, e tentava di giocarla, in condizioni tra l'altro difficili da gestire, vista la difesa stretta a due linee tra centrocampo e difesa della squadra rivale.
Cito Tourè, per non citarne altri 12 (salvando solo Milner e forse Silva), ma lo cito anche perchè è il simbolo di questa squadra Tourè-Centrica.
Dubito fortemente della voglia di quest'ultimo, dopo le vicende estive. L'ho difeso a spada tratta, cercando di non basarmi sulle apparenze, ma evidentemente non ha più voglia di giocare in questo team, e si vede. Dubito tanto di Tourè, quanto di Kompany, e Silva, e Nasri e Aguero, e tutti i senatori della squadra.
Dubito della voglia, della serietà e della tenuta mentale di tutti coloro che hanno fatto perdere una finale di coppa al City per mandare via Mancini. Dubito di questo gruppo di senza palle, appollaiato su un mucchio di quattrini.
La persona in cui credo è invece Pellegrini, vincitore e vincente, e credo nel progetto della società, ambizioso e rivolto verso il futuro. Una partita sbagliata ci può stare, ma non si vince una premier casualmente.
Pongo, societariamente, solo un appunto. Perchè il Bayern compra Benatia a circa la stessa cifra spesa per Mangala, e circa nello stesso periodo, il primo fa il suo esordio in Champions contro di noi, mentre l'altro viene preferito ad un bollitissimo, seppur con esperienza, Demichelis? Pazienza.. Magari passeremo il girone, magari vinceremo la Champions, il campionato, tutte le coppe già da quest'anno. Questo non cambierà il fatto che per l'ennesima volta, è stato fatto nulla di più che un compitino, tra l' altro mal riuscito..
In definitiva sono d'accordo con Setteblu..

Secondo Premio ha detto...

Bellissimo questo post.
Proprio nulla da aggiungere.

Citizen 89 ha detto...

Impossibile non essere d'accordo al 100% con questo articolo.

Noi possiamo tentare di smaltire la delusione, mentre tu devi anche trovare la forza di scrivere l'articolo sulla vergognosa prestazione di ieri. Non ti invidio proprio :-)

Lele ha detto...

Totalmente daccordo su tutto.
Questa squadra può essere capace di fare gioco, farne tanto e farlo bello, sono anni che lo fa, ma non ha il fuoco dentro, ha cuore...sì ce l'ha, quello che ti fa riacchiappare situazioni al limite, ma è quello che deriva dalla disperazione, quando stai per morire sei in grado di un colpo di coda, sì lo abbiamo fatto, non in Europa comunque. Ma il furore, quello che...pronti-via...vedi una squadra che vuole azzannare l'avversario, quello no, non c'è mai stato e, abbiamo il coraggio di dircelo, è ragionevole pensare che non lo vedremo mai. Mi dispiace ma il blocco dei nostri ragazzi non è mentalmente a questo livello, e diciamoci anche questo, a nulla è servito il cambio di manager. Voglio essere chiaro, mi andava benissimo Mancini come mi va stra-bene Manuel, non sto parlando di questo, ma sto constatando che due ottimi allenatori che hanno lavorato per produrre calcio propositivo, non sono riusciti a tirare fuori il carattere necessario da questi signori, e io non credo ci siano responsabilità nel/i manager in questo. E non deve esserci bisogno di avere un Murigno per avere carattere, l'Europa è piena di squadre che schiumano rabbia e agonismo anche abbinato ad un calcio positivo, non sono tutte guidate da pazzi rissosi provocatori. Comincio a trovare gravi lacune nella gestione societaria, o non vengono dati abbastanza poteri al Manager, o non c'è nessuno che appenda questi signori al muro anzichè dedicarsi a fare foto di fronte a rinnovi vitalizi e strapagati.
Possiamo passare il girone e anche andare avanti, ma è una speranza che poggia solo sul fatto che la palla è rotonda e non si può mai dire, il campo ci ha dato un responso ed un feeling ben diverso, e ce lo ha dato proprio forte in faccia. E questo fa male.

setteblu ha detto...

@Citizen89: sono stato costretto da Kuspide a scrivere, io non l'avrei fatto :-)

fabio_che ha detto...

Concordo al 100% é un po' che lo dico fuori dall'Inghilterra facciamo ridere i polli, mi viene da sorridere quando sento alcuni tifosi che parlano di girone di ferro? Cska mosca e Roma 4 fascia sarebbe il girone di ferro mah ragazzi ma che credete di trovare sempre hull city é la Champion league

setteblu ha detto...

La Roma è certamente una squadra molto superiore a tutte le compagini inserite in quarta fascia nell'urna. E pure ad alcune di terza. Basta dare un'occhiata agli altri gironi. Oggettivamente è il girone più competitivo. Soprattutto per una squadra come la nostra.