9.11.14

BPL 11 - QPR 2-2 City


QPR: Green, Isla, Caulker, Dunne, Yun, Vargas, Sandro (Barton 46), Henry, Fer, Austin, Zamora.
City: Hart, Sagna, Demichelis, Mangala, Clichy, Fernando, Fernandinho (Dzeko 64, Lampard 68), Navas, Toure, Aguero.
Reti: Austin 25, Aguero 32, 83, Demichelis aut 75
Arbitro: Mike Dean
Stadio: Loftus Road
Spettatori: 25.000

L'ennesima maiuscola prestazione del Kun Aguero non basta al City per espugnare Loftus Road: i blues pareggiano 2-2 a Londra contro il QPR e vedono allontanarsi sempre di più la vetta, dopo che il Chelsea ha vinto ad Anfield nel primo pomeriggio.

Priva di Kompany, la squadra ha tenuto i ritmi del match ma è apparsa fuori condizione in tutti i suoi reparti. I difensori non si sono dimostrati all'altezza: Clichy gira a vuoto da un po', Mangala è scomposto in modo così plateale da far trattenere il respiro tutte le volte che è inquadrato nello schermo della tv, Demichelis ha i suoi pregi e i suoi difetti, Sagna appare il cugino di quello ammirato all'Emirates. 

I due Fernandi sembrano sempre in ritardo del famoso centimetro (quello che fa la differenza tra recuperare un pallone o fare fallo) anche se si sono battuti al meglio delle loro attuali forze. Toure continua nella sua campagna negativa, Navas corre ma è impalpabile, Nasri non corre nemmeno troppo. 

Spendo due parole in più per il Nostro Eroe Argentino: è un vero peccato in questa stagione così altalenante non riuscire a sfruttare la forma pazzesca del Kun. Sostanzialmente, segna sempre, in tutte le partite. Il primo goal è stato da antologia (e che si fotta il commentatore che parla di rete chiaramente irregolare per via di un alluce avanti di un millimetro). Non credevo personalmente che Sergio riuscisse ad avere questa continuità in termini di disponibilità e forma fisica: dopo i malanni della scorsa stagione, chi si poteva immaginare un avvio così continuo?

Peccato anche perchè il campionato - già in salita - pare essersi chiuso, se parliamo di titolo. Il favorito Chelsea non perde un colpo e noi siamo complessivamente fuori dai giochi, a meno di incredibili rimonte. Credo che una fotografia corretta del nostro momento sia quella del minuto 64: Manuel Pellegrini sguinzaglia Edin Dzeko in luogo di Fernandinho per provare a segnare il goal del vantaggio, il bosniaco si fa male dopo due minuti e lui che fa? Fa entrare Lampard, cioè un centrocampista come Fernandinho. Il tutto in 4 minuti. 



4 commenti:

Alessandro Bevilacqua ha detto...

we ragazzi, mettiamola così:
Ieri giocavamo con le riserve in difesa. E' un momento no come l'anno scorso. Pari pari. Giocatori totalmente fuori condizione (secondo me sempre a causa del mondiale in brasile... vedi de michelis, silva, toure, kompany, mentre hart non lo considero in questo caso...).
I nomi di cui sopra, fateci caso, sono i "pezzi fondamentali" dei nostri reparti. Discorso diverso per Aguero. iniziato il mondiale infortunato, gioca qualche partita per poi fermarsi ancora. praticamente una vacanza. combinazione l'unico in piena salute!
Questa pausa capita a pennello.
Kompany, Silva e Kolarov saranno fuori convocazione, spero vivamente che milner (abbastanza stanco ultimamente) sia risparmiato...

Tengo a precisare una cosa. Clichy, Navas, Jovetic e Mangala (ancora colpevole sul gol preso 1-0, a quanto siamo arrivati con questo?) non hanno la caratura per le nostre ambizioni.
Non capirò nulla di calcio? si forse ma a mio avviso la cosa è abbastanza palpabile... sono stati semplicemente soldi regalati... unendo i soldi di questi acquisti se ne poteva fare uno di livello top star (e potremmo pure discutere del nome da pescare tra quelli di nuova generazione).
Per me le scelte del board non sono sempre state azzeccate. Per un Aguero, Kompany, Yaya, Silva presi a peso d'oro ma giocatori a 5 stelle, quanti Rodwell, Sinclair, J. Garcia, Savic, presi e costati un botto?

cambiare allenatore? non credo sia il caso. I nomi poi? Guardiola, che sta costruendo un Bayern ricco sfondato di soldi? non credo...
Klopp? un conto è il campionato tedesco, uno quello inglese... un conto è farlo con dei giocatori giovani cresciuti in casa, un conto è imporsi con giocatori "affermati"...
De boer, un fallimento totale...
poi dicevano Koeman, ma vediamo di non scherzare proprio...
Meglio tenerci Pellegrini, sentite a me...
Più che altro fornirsi delle alternative tattiche decenti al solito modulo (unico modulo!) messo in campo... che poi tra l'altro è una semplice modifica di quello del Mancio...
Tenendo sopratutto conto che abbiamo (noi!) capito che Aguero funziona benissimo come unica punta e che il resto va adeguato ad esso!

mah vabbè, basta così... buona domenica a tutti noi!

Emanuele ha detto...

Concordo con te Alessandro ma secondo me pellegrini debba andar via non perché non sia bravo ma per il fatto che non riesca a dare più le motivazioni giuste ai ragazzi della squadra e penso sia meglio cambiarlo...ho letto il nome klopp perché è in rotta con il BVB ma avevo letto il nome di Simeone e sinceramente vorrei quest'ultimo che con il suo carattere riesca a dare un ottimo gioco alla squadra perché l unica cosa che ci serve è un IDEA DI GIOCO!!!

Noodles ha detto...

Aggiungerei Nastasic, pagato a peso d'oro, poco più che ventenne, praticamente considerato un ex giocatore. Sconcertante. Quanto al resto....mai, dico mai, ho visto un City ridotto così per ben due volte in 4 giorni. Dobbiamo andare alla stagione 2008-09, con Pinotto Hughes. Pellegrini totalmente fuori dalla stagione, pancia piena più dei suoi giocatori. Sarebbe da sostituire certo, ma cambiare lui per tenersi il gruppo non avrebbe alcun senso. Quindi, vediamo di rimetterci in carreggiata. Vediamo di essere dignitosi, da qui alla fine della stagione. Poi, chi dovrà decidere, speriamo sia più lungimirante del recente passato. Una lode al Kun, immenso, immenso, immenso. Tolgo Hart, forse Fernando, ma il resto della truppa è, chi più chi meno, in condizioni fisico mentali raccapriccianti.

Marco D. ha detto...

E intanto Tottenham e Arsenal sembrano farci molto volentieri compagnia, mal comune mezzo gaudio?