3.3.15

In pillole





Pellegrini: Comunque la si pensi sulla situazione attuale della nostra squadra del cuore, sembra abbastanza scontato che Manuel Pellegrini a giugno lascerà il City. Per evitare il divorzio a fine stagione l'allenatore cileno dovrebbe vincere la Premier, e appare piuttosto improbabile, oppure sovvertire ogni pronostico ed andare avanti in Champions, ma in questo caso si parla addirittura di miracolo. Le ultime notizie danno la società in caccia di un nome di primissimo piano per la prossima stagione, e quindi si parla di Carletto, di Pep, o del cholo Simeone. Il primo sarebbe già stato contattato, mentre per il secondo la questione potrebbe essere agevolata dalla presenza ad Etihad dei nostri amati Gianni e Pinotto, già insieme a Guardiola ai tempi del Barcellona.

Tourè: Attenzione, possibile nuova trovata dei nostri dirigenti. A quanto sembra la società avrebbe offerto un ricco rinnovo a Yaya, indeciso sul da farsi a casua delle lusinghe dell'Inter. Aiutatemi a capire perchè è oltre le mie possibilità: parliamo di un giocatore di 32 anni in scadenza di contratto nel 2017, cioè quando ne avrà 34 suonati, che al momento percepisce circa 11 milioni di euro all'anno ed è al 4° posto tra i giocatori più pagati d'Europa. RICCO RINNOVO? Perchè?

Nastasic: La notizia è che il traserimento definitivo del nostro ex difensore allo Shalke diventa realtà. Il giocatore ha infatti giocato più di 45 minuti per 7 partite e, come previsto da una clausola del contratto di prestito siglato lo scorso anno dalle due società, i tedeschi ora hanno l'obbligo di riscattarlo per la cifra pattuita di 9,5 milioni di euro. Che ci frega tanto noi abbiamo Mangala.

Ljajic: Purtroppo sembra sia più di una voce. Il giocatore sta disputando un buon campionato con la Roma e la clausola rescissoria di circa 25 milioni sul suo attuale contratto avrebbe destato l'interesse di molti club europei, tra cui il City. Del resto per quella cifra noi a malapena riusciamo a prendere un terzo portiere...

P.S.: Vi riporto anche questa, giusto per farci due risate. Qualcuno ha scritto che gli osservatori della Juventus hanno visionato il City per valutare Nasri e Milner. Ma la notizia è che l'inglese non convince del tutto. Non so se fa più ridere la faccia di Marotta quando gli dicono quanto prende Nasri o il fatto che la possibilità di prendere un giocatore come James Milner gratis a giugno non convinca del tutto la società bianconera.




12 commenti:

Emanuele ha detto...

Che vuoi che possiamo dire? Hai ragione sul fatto riguardante toure Milner ljacic(che è un giocatore inutile). L argomento che mi interessa meno è nastasic in quanto non mi è dispiaciuto per niente che se ne sia andato in quanto era costretto a non giocare mai per colpa dell allenatore. Invece l argomento che dovrebbe interessare maggiormente è l allenatore, io personalmente preferirei guardiola non solo per rivedere la lotta con mourinho ma ha vinto tutto in pochi anni senza nulla toglliere a Simeone e Ancelotti

Lloyd ha detto...

Indubbiamente è necessario un grande allenatore per appagare, almeno in parte, la fame europea della società.

Sarebbe bello prendere un alleantore serio, aprire un ciclo, comprare anche un solo giocatore l'anno di alto livello e vederlo sulla panchina per più di due anni.

Come diceva saggiamente il nostro caro campione Marco D. fino a che non si saprà qualcosa di più sul nuovo allenatore, è inutile parlare di tutto il resto.

PS.
Il campionato non è finio, guardate un po', fino alla fine! Io ci credo ancora, la nostra squadra è sufficientemente forte da poter sbaragliare qualunque avversario, sopratutto giocando contro un Chelsea ancora in corsa coppa campioni!

Emanuele ha detto...

Sinceramente non vorrei che vincessimo la premier perché se no la società non caccerebbe pellegrini..e io vorrei uno di quei tre sulla panchina citizen

setteblu ha detto...

PELLEGRINI: non ha speranze, credo. A meno che non eliminiamo il Barca e vinciamo il titolo. Quindi non ha speranze.
TOURE: non è facile la decisione. A sensazione, data l'età, non rinnoverei. Ma il rinnovo serve eventualmente per evitare il parametro zero.
NASTASIC: mi ha detto Noodles che il commentatore di Sky che fa la Bundesliga ha detto che il serbo gioca TUTTE le partite dello Schalke. Quindi NON aveva problemi fisici. Quindi Pellegrini lo aveva veramente preso di mira, pure preferendogli Boyata (di nome e di fatto). Spiace che un ragazzo così giovane come Nastasic abbia buttato la sua carriera in Inghilterra solo per andare a letto con la moglie del manager.
LIAJIC: sarebbe il colpo perfetto per Bonnie e Clyde (Soriano e Begi): buttare altri milioni in un finto campione, senza palle e senza personalità. Tanti i soldi non sono i loro. Bravi, bene, bis.
P.S. Che vadano a fare in culo (op. cit.)

The Blue Mooners ha detto...

Tourè: ok evitare il parametro zero ma a che prezzo? se rinnovi ora significa garantrgli minimo un altro anno alle stesse cifre, quindi circa 11 milioni di euro all'anno. E nell'agosto del 2017 quando entrerebbe in vigore il nuovo contratto avrà 34 anni e 4 mesi... vale la pena?
Nastasic: D'accordo su tutto. la nostra mini rassegna dei centrali buttati vede Boateng campione del mondo, Savic titolare fisso con la fiorentina e Nastasic titolare fisso con lo Shalke 04. Noi con Demichelis e Mangala. Diciamo che avremmo potuto fare meglio...

setteblu ha detto...

Concordo ed aggiungo: ho sentito che il Real Madrid segue Savic.

Lele ha detto...

Premessa: se ne parla anche solo "tanto per..."

Allenatore: Pellegrini è stata una scelta fallimentare e va chiusa. Mi spiego meglio, a scanso di equivoci, avevamo un Manager che aveva costruito un City vincente e convincente, non ai massimi livelli possibili ma innalzando certamente i livelli che ha trovato quando è arrivato. Il cambio non ha portato nulla. Non c'è stata rivoluzione nè evoluzione. Come ho già detto, in buona approssimazione giochiamo lo stesso calcio, con gli stessi uomini e gli stessi risultati. Ma nel frattempo abbiamo speso altri 200 milioni. Non può continuare. Guardiola è un sogno, Carletto una certezza, El Cholo una stimolante suggestione. Fra questi va bene tutto, per me. Non so quanto avremo modo di poter scegliere.

Tourè: basta. Rinnovare ricoprendolo d'oro per poi leggere che si offende se dimentichiamo l'onomastico, francamente anche basta. Campione maestoso e indimenticabile, ma guardando avanti proverei a fare scelte diverse, per quanto difficili.

Nastasic: a me spiace, resto convinto che questo ragazzo era davvero forte forte. Ma a volte le storie non funzionano, certo non sentiremo la mancanza.

Nasri: ecco il tipo di giocatore "potrei ma non faccio" che nel prossimo City non vorrei più vedere, vada pure a farsi fottere, se trova qualcuno disposto a farlo.

James Millner: ecco il tipo di giocatore che vorrei sempre nella mia rosa, sempre sempre. Non sarà una stella di prima qualità, ma quanto a cuore e coraggio è secondo a nessuno. Dentro ad un atelier di fighette arricchite, quel sano spirito di british football anni 80 a me da ancora brividi che le fighette di cui sopra non sanno regalarmi. Fossi in gianni o pinotto ci pensarei bene, mooolto bene.

Lele ha detto...

Su Pellegrini forse non mi sono espresso bene, con "fallimentare" intendo dire che evidentemente è stato preso per fare quel passo in più che la proprietà richiedeva e che il precedente manager veniva ritenuto non in grado di fare. Ecco quel passo non c'è stato, in questo è il fallimento o, per dirla meno duramente di quanto in effetti meriti il Mister, il non raggiungimento dell'obiettivo.

Noodles Matteo ha detto...

Gianni & Pinotto si son fatti soffiare da sotto il naso chiunque. Accostarli al nome di Pep Guardiola mi fa pisciar sotto dalle risate😂😂😂😂
Per Llajc invece c'è la possono fare!!!😀😀
Ma tornare in Spagna subito e restarci no???

Marco D. ha detto...

@Lloyd: grazie per avermi dato del saggio, non merito tanta grazia.
Sottolineo comunque che la prima cosa da evitare siano le scelte all'italiana, dove la società tratta i giocatori da acquistare/cedere per poi darli in mano al mister di turno venuto in seguito. In Inghilterra grazie a Dio c'era ancora il "culto" del manager a 360 gradi, bisognerebbe tornare a quello.
La seconda cosa da evitare sarebbe Liajic.
Su Tourè la mia opinione è: cerchiamo di cederlo una volta tanto monetizzando. Temo non abbia più gli stimoli di cui un grande giocatore in una grande squadra non può fare a meno.
Per il capitolo allenatore sono di bocca buona, sui 3 nominati non mi permetterei di obiettare, ho in tempi non sospetti fatto una previsione a Dario, vedremo...
Per il resto dico NON SOLO TOURÈ, ovvero sono parecchi i giocatori a dimostrare mancanza di stimoli, credo serva un mister che da motivazioni e capace di fare la formazione a prescindere dai nomi e dai contratti, in una immagine sola CON LE PALLE.
Ultima cosa, ogni squadra vincente negli ultimi anni (Barça, Real, Bayern) non si è adagiata sui trofei ma ha continuato a investire in 1-2 campioni per rinfrescare una rosa già competitiva, sostituendo al limite altri partenti, credo sia la ricetta giusta per prolungare la soddisfazione dei tifosi.

Lele ha detto...

@Marco
"... ha continuato a investire in 1-2 campioni... "
Dici bene, e molti di noi qui hanno suggerito la stessa politica, così semplice se vuoi, così cristallina, e invece no... 3/4 l'anno, magari a 30milioni l'uno...
Maggio 2012, Campioni d'Inghilterra, un centrale al posto di Lescott, un interno al posto di Barry. Non di più. Dovevamo cominciare da lì. Poi l'anno dopo una punta da affiancare al Kun e magari un giovane buono da far crescere per prepararlo a rimpiazzare qualche titolare. Questa squadra era già a posto, aveva solo bisogno di innesti precisi per crescere. E invece no...

Lele ha detto...

@Marco
"... ha continuato a investire in 1-2 campioni... "
Dici bene, e molti di noi qui hanno suggerito la stessa politica, così semplice se vuoi, così cristallina, e invece no... 3/4 l'anno, magari a 30milioni l'uno...
Maggio 2012, Campioni d'Inghilterra, un centrale al posto di Lescott, un interno al posto di Barry. Non di più. Dovevamo cominciare da lì. Poi l'anno dopo una punta da affiancare al Kun e magari un giovane buono da far crescere per prepararlo a rimpiazzare qualche titolare. Questa squadra era già a posto, aveva solo bisogno di innesti precisi per crescere. E invece no...