7.4.15

BPL 31 Crystal Palace 2-1 City


Crystal Palace: Speroni, Ward, Dann, Delaney, Kelly, Zaha (Gayle, 88), Ledley, McArthur, Bolasie (Souare, 84), Puncheon, Murray (Sanogo, 83)
City: Hart, Sagna, Kompany (C), Demichelis, Clichy, Navas (Nasri, 75), Fernandinho (Milner, 88), Toure, Silva, Dzeko (Lampard, 65), Aguero 
Reti: Murray 34, Puncheon 48, Touré 77
Arbitro: Michael Oliver
Stadio: Selhurst Park



8 commenti:

Lloyd ha detto...

La cosa che più mi sconcerta non è la sconfitta, ma le, oramai, solite dichiarazioni da folle del nostro manager, che incolpa un fuorigioco sostenendo "che però continuando a giocare così non dovremmo più perdere"!

Spero vivamente che il rinnovo di Demichelis non sia legato a quello di Pellegrini..

Emanuele ha detto...

Di ieri salvo solo la prestazione di fernandinho che per distacco è stato il migliore dei citizen,, poi yaya toure ha pure segnato ma secondo me ha fatto una prova basata solo sull egoismo passando rarissime volte la palla..su una cosa sono d accordo che il fuorigioco mancato da demichelis ha dimostrato ancora una volta che merita di stare in tribuna, spero in una rivoluzione di squadra nel prossimo mercato ripartendo dal mediocre mister che abbiamo

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Domenica pensassero solo ad onorare la nostra maglia.
Poi se ne andassero solo 'affanculo...

MCTID

Citizen 89 ha detto...

E' da qualche mese a sta parte che non faccio che ripetermi una sola domanda:"Ma la società dov'è???".

In questo blog critichiamo aspramente (e giustamente) la squadra per le sue prestazioni a dir poco sottotono e non credo che i Citizens d'oltremanica siano tanto felici della situazione attuale, eppure dalla società non trapela nulla, nessuna critica verso la squadra, nessun invito a dare di più per questa maglia niente di niente, come se tutto stesse andando per il verso giusto.

L'unica mia speranza è che il board si faccia sentire solamente all'interno dello spogliatoio, ma ho seri dubbi che questo accada. Boh!

Lele ha detto...

@Citizen
io ho ormai non ho più dubbi sul fatto che la lacuna maggiore sia proprio il board, cominciai ad avere questo sospetto dalla gestione dell'esonero Mancini, senza entrare nel merito della scelta tecnica, trovai abbastanza bizzarro mandar via (e in quel modo) un manager a 10 mesi da un rinnovo quinquennale. Così come ridicolo ed non punito fu l'atteggiamento di quei giocatori, quanti e quali che fossero, che per avere la testa di un manager sacrificarono in modo così indegno una FaCup che a me, tifoso dai tempi in cui i petroldollari erano lontani, ancora non va giù. Amo quel trofeo, da sempre, e la nostra storia recente è partita anche da lì, no non l'ho mai digerita. E oggi mi pare di rivivere lo stesso film, fortunatamente non c'è una coppa da perdere, fortunatamente...stai a vedere che essere usciti diventa quasi un vantaggio, ma resta il punto, il pesce puzza dalla testa, questa società permette a giocatori rendimenti ridicoli e stipendi fuori mercato rinnovati per periodi infiniti. In un quadro del genere fatico quasi a trovare responsabilità in Pellegrini, che tuttavia mi pare essersi dimostrato complessivamente inadeguato. Ma le mie preocupazioni vanno oltre la testa dell'allenatore. Sono arrivati Soriano e Beguiristain, e poi con loro Pellegrini, beh io oggi non ho in mente passi avanti in nessuna direzione, dove eravamo, più o meno siamo (speriamo...), fossi Khaldoon oggi tornerei indietro su quella scelta.

setteblu ha detto...

Lele 100%.

Alessandro Bevilacqua ha detto...

Io dico solo una cosa.
Oramai bastano solo 3 cose:
1) Onorare la nostra maglia domenica prossima
2) Aspettare la fine di questa sciagurata stagione
3) (scusate se porto acqua al mio "mulino") augurare al Real Madrid di uscire dalla Champions e di perdere la Liga e di conseguenza liberare Ancelotti

Alla fine devo aspettare un mese e mezzo... passa subito...

MCTID

Noodles Matteo ha detto...

La situazione sta precipitando. Personalmente sono sorpreso. Mi aspettavo un finale di stagione si in tono minore, ma con un City comunque in grado di confermare la propria superiorità, Chelsea a parte, in terra inglese. Evidentemente qualcosa di profondo si è rotto. Non parlerei di volontarieta' a perdere, come credo non fu volontaria la finale persa col Wigan. Il problema è che questo gruppo non è mai stato un gruppo. E gli basta poco per sentirsi deresponsabilizzato. Quando capirono che Mancio era al capolinea mollarono mentalmente. E lo stesso stanno facendo con Pellegrini. Già...Pellegrini....che dire. Una grande delusione, un uomo in balia degli eventi. Domenica c' è il derby, la partita che dovrebbe resettare tutto, almeno per 90 minuti. Ma quando si stacca mentalmente, diventa poi molto problematico riattivare il cervello. Se poi pensiamo al cervello di questi presunti eroi.....